Vai al contenuto
Ciuck

Spese condominiali, quando il bollettino arriva il giorno della scadenza o dopo?

Buongiorno, avrei bisogno di sapere come comportarsi quando l'amministratore [con recapito a mano] consegna, nelle caselle dei condomini la lettera con le notifiche sulle spese condominiali, il giorno della scadenza o qualche giorno dopo tale scadenza.

 

C'è una qualche legge che imponga i termini di consegna dei bollettini e delle raccomandate a mano?

 

Se arriva il giorno della scadenza o successivamente, come ci si deve comportare? Siccome l'amministratore non è nuovo a questa pratica, si può, in assemblea, fare qualcosa?

 

Grazie

Non c'è nessuna regola a riguardo, anche perchè se avete un c/c con addebito diretto, l'amministratore può tranquillamente incassare il giorno prima della scadenza e versare le somme su questo.

 

Il problema è un altro, che voi condomini potreste non avere in quel momento la cifra che richiede.

Buongiorno, avrei bisogno di sapere come comportarsi quando l'amministratore [con recapito a mano] consegna, nelle caselle dei condomini la lettera con le notifiche sulle spese condominiali, il giorno della scadenza o qualche giorno dopo tale scadenza.

 

C'è una qualche legge che imponga i termini di consegna dei bollettini e delle raccomandate a mano?

 

Se arriva il giorno della scadenza o successivamente, come ci si deve comportare? Siccome l'amministratore non è nuovo a questa pratica, si può, in assemblea, fare qualcosa?

 

Grazie

Oltre a non esserci nessuna legge circa i termini non c'è nemmeno l'obbligo di consegnare i bollettini.

E' con l'approvazione del bilancio preventivo che vengono stabilite le quote ed i termini di pagamento per cui dal verbale di approvazione del preventivo ogni condòmino sa perfettamente quanto versare, quando versare e come versare.

Se l'amministratore usa immettere periodicamente i bollettini nella cassetta postale di ciascun condòmino, questo gesto deve essere considerato come una cortesia che l'amministratore usa nei confronti del condominio e non come un obbligo.

 

In ogni caso se questo è l'uso, non credo che l'amministratore potrà lamentarsi del ritardato pagamento se ritarda a consegnare i bollettini.

Ok, pare che abbia consegnato a tutti la busta settimana scorsa, tuttavia io in casella non ho trovato nulla.

 

Non voglio pensare che non mi abbia ancora consegnato la busta perché a luglio gli ho scritto che mi era arrivata dopo la scadenza e pertanto avrei pagato dopo essere tornato dalle ferie.

 

Se così fosse, lo faccio notare all'assemblea.

Arrivata dopo la scadenza non significa che al ricevimento tu non debba andarla a pagare.

 

Un conto sarebbe ""essere via e trovare "fisicamente" il bollettino al ritorno...un altro prendere a pretesto un ritardo per "allugare" il pagamento.

 

Come detto importi e date sono già decisi con approvazione delibera di riparto. La tua "lamentela" è inopportuna.

Arrivata dopo la scadenza non significa che al ricevimento tu non debba andarla a pagare.

 

Un conto sarebbe ""essere via e trovare "fisicamente" il bollettino al ritorno...un altro prendere a pretesto un ritardo per "allugare" il pagamento.

 

Come detto importi e date sono già decisi con approvazione delibera di riparto. La tua "lamentela" è inopportuna.

Il mio non è un discorso di "non voglio pagare e voglio evitarlo il più possibile", bensì una richiesta data dal fatto che l'amministratore invia, nella busta, il MAV elettronico che non è reperibile altrove. Inoltre, abbiamo fatto l'installazione delle valvole termostatiche e sarebbe cosa buona e giusta sapere a quanto ammonta la cifra per l'installazione di dette valvole.

Sono anni che non faccio un Mav e non vorrei confondere strumento...ma mi pareva fosse possibile pagare anche dopo la scadenza indicata (o erano le RIBA elettroniche??).

 

Per quanto riguarda la psesa per la termostatiche...avete deliberato il montaggio senza avere un preventivo? Avete ripartito la spesa senza una fattura?

1)Il mio non è un discorso di "non voglio pagare e voglio evitarlo il più possibile", bensì una richiesta data dal fatto che l'amministratore invia, nella busta, il MAV elettronico che non è reperibile altrove.

2)Inoltre, abbiamo fatto l'installazione delle valvole termostatiche e sarebbe cosa buona e giusta sapere a quanto ammonta la cifra per l'installazione di dette valvole.

1)Non comprendo il problema in quanto,se avete un c/c, non è obbligatorio versare via mav.

2)E' strano normalmente si delibera un preventivo di spesa in assemblea con relativo riparto.

Temo che nella vostra amministrazione "alla buona" vi sia scoordinazione e mancanza degli elementi essenziali quali informativa,corretta deliberazione delle spese,sua gestione,invio documentazione.

1)Non comprendo il problema in quanto,se avete un c/c, non è obbligatorio versare via mav...

Poichè Ciuck non ci ha mai detto se il condominio è titolare di un c/c, bisogna che ci spieghi se l'amministratore ha provveduto, come da riforma, ad aprire un c/c intestato al condominio nel caso ne fosse sprovvisto antecedentemente alla riforma stessa (in vigore dal 18/06/2013).

 

Purtroppo il MAV riporta solo un codice MAV ma non il numero di conto, però sul bollettino è riportato il beneficiario.

Se il beneficiario non è il condominio, bensì l'amministratore, vuol dire che il denaro confluisce su un conto di studio.

Poichè Ciuck non ci ha mai detto se il condominio è titolare di un c/c, bisogna che ci spieghi se l'amministratore ha provveduto, come da riforma, ad aprire un c/c intestato al condominio nel caso ne fosse sprovvisto antecedentemente alla riforma stessa (in vigore dal 18/06/2013).

 

Purtroppo il MAV riporta solo un codice MAV ma non il numero di conto, però sul bollettino è riportato il beneficiario.

Se il beneficiario non è il condominio, bensì l'amministratore, vuol dire che il denaro confluisce su un conto di studio.

Il condominio ha un c/c, il bollettino del mav viene consegnato a mano con dall'amministratore e spesso questa cosa viene fatta a ridosso della scadenza o successivamente a essa.

E' vero che uno dovrebbe sapere l'importo delle spese, tuttavia con l'installazione delle valvole ci sono delle variazioni, soprattutto perché ogni condomino ha installato un tipo diverso di valvola e perché abbiamo un'eccedenza di 60.000€ sul c/c da ripartire e queste dovrebbero coprire i costi per l'installazione e se qualcuno ha speso di più rispetto al preventivo pagare in più, chi meno, invece, non dovrebbe avere differenze sul mav.

"ogni condomino ha installato un tipo diverso di valvola"...allora volete proprio complicarvi la vita.

 

Aggiungere confusione ad altra confusione è la miglior strada per i conflitti.

Il condominio ha un c/c, il bollettino del mav viene consegnato a mano con dall'amministratore e spesso questa cosa viene fatta a ridosso della scadenza o successivamente a essa.

E' vero che uno dovrebbe sapere l'importo delle spese, tuttavia con l'installazione delle valvole ci sono delle variazioni, soprattutto perché ogni condomino ha installato un tipo diverso di valvola e perché abbiamo un'eccedenza di 60.000€ sul c/c da ripartire e queste dovrebbero coprire i costi per l'installazione e se qualcuno ha speso di più rispetto al preventivo pagare in più, chi meno, invece, non dovrebbe avere differenze sul mav.

In ogni caso,rispondendo a ciuck,ribadisco che la gestione "alla buona" comporta questi risultati di ritardo e confusione,mentre non comprendo bene cosa intendi per 60.000€ di eccedenza sul c/c,da dove derivi in quanto se è legata alla gestione ordinaria non si mischia con quella straordinaria dell'installo valvole,il bilancio condominiale non va a compensazione ma per destinazione di risorsa con spesa.

 

 

"ogni condomino ha installato un tipo diverso di valvola"...allora volete proprio complicarvi la vita.

 

Aggiungere confusione ad altra confusione è la miglior strada per i conflitti.

Non pensavo fosse possibile...non solo pura complicazione ma altrresì lavoro complesso per il riparto che anzichè per soli millesimi dovrà considerare i picchi onerosi di chi ha scelto valvole più costose.

In ogni caso,rispondendo a ciuck,ribadisco che la gestione "alla buona" comporta questi risultati di ritardo e confusione,mentre non comprendo bene cosa intendi per 60.000€ di eccedenza sul c/c,da dove derivi in quanto se è legata alla gestione ordinaria non si mischia con quella straordinaria dell'installo valvole,il bilancio condominiale non va a compensazione ma per destinazione di risorsa con spesa.

 

 

 

 

Non pensavo fosse possibile...non solo pura complicazione ma altrresì lavoro complesso per il riparto che anzichè per soli millesimi dovrà considerare i picchi onerosi di chi ha scelto valvole più costose.

Dunque, i 60mila euro sono quelli che (non è chiaro come) l'amministratore ha avanzato dal preventivo/consuntivo del 2012. In pratica nel totale delle spese condominiali escono fuori un tot di soldi (in quali voci non è mai stato chiaro) che sommati fanno questa cifra. Tutto il condominio ne ha la proprietà e dovrebbero essere usati per le spese straordinarie o di manutenzione come le valvole, i lavori di ristrutturazione del manto stradale dei vialetti interni, etc. Poi che alcuni condomini (in primis lo stesso amministratore, che è condomino anch'esso) li vogliono tenere fermi per non si sa quale motivo è un altra cosa. Infatti all'ultima assemblea è stato detto di usarli per non gravare ulteriormente sulle tasche dei condomini.

Detto questo, durante i preventivi la ditta XXX che si occupa della manutenzione della caldaia con la quale è stato chiesto un preventivo e (caso strano) è risultata quella più economica tra le 3 aziende che hanno portato i preventivi, e ha dato 3 tipi di valvole (più o meno belle, più o meno economiche) alle quale ogni condomino poteva scegliere. E' chiaro che così non ci sono costi uguali per tutti, nonostante abbiamo tutti gli stessi millesimi.

Il discorso è che il nostro amministratore è un amministratore non certificato, è un condomino, cui prima lo faceva il marito, poi come dipendente pubblico non gli hanno dato l'ok e ha passato il testimone alla moglie (con la maggioranza risicata dopo 3 assemblee). E' chiaro che non è il suo lavoro, eppure pretende le cose come un professionista da parte dei condomini, non saluta se qualcuno non gli è amico (soliti conflitti di interessi) e i risultati sono agli occhi di tutti, ma nessuno dice nulla, e chi dice qualcosa viene visto come un appestato o uno che vuole seminare zizzania...

Un residuo finanziario di 60mila Euro (ma in quanti proprietari siete) non è certo cosa da "manovrare" attribuendolaal pagamento di lavori senza stabilire de sia equamente attribuibile a tutti i condomini o solo ad una parte di essi.

 

La qualifica "amministratore non certificato" per quanto hai già esposto mi fà desumere che la "singora" in quesitone non abbia la bnechè minima preparazione non solo in campo "condominiale" ma nemmeno in campo contabile (saper fare le 4 operazioni aritmetiche non significa capire di Bilanci )

 

Pur col beneficio della "buona fede"...fossi in te mi preoccuperei di far verificare tutta la situazione da chi ha "esperienza".

Un residuo finanziario di 60mila Euro (ma in quanti proprietari siete) non è certo cosa da "manovrare" attribuendolaal pagamento di lavori senza stabilire de sia equamente attribuibile a tutti i condomini o solo ad una parte di essi.

 

La qualifica "amministratore non certificato" per quanto hai già esposto mi fà desumere che la "singora" in quesitone non abbia la bnechè minima preparazione non solo in campo "condominiale" ma nemmeno in campo contabile (saper fare le 4 operazioni aritmetiche non significa capire di Bilanci )

 

Pur col beneficio della "buona fede"...fossi in te mi preoccuperei di far verificare tutta la situazione da chi ha "esperienza".

Siamo in 176, e tra di noi c'è anche l'amministratore (con amici e parenti, perché abitano nel supercondominio anche i suoi genitori).

Il bollettino è arrivato, l'altro giorno, con ovviamente giorni di ritardo. Ho parlato con l'amministratore, no volevo dire l'"ex amministratore" che mi ha detto che ha contattato personalmente la banca e che si occupa lui di tutto e che capita che a volte si perda qualche busta...

Purtroppo con queste figure non è possibile andare avanti

Supercondominio di 176 proprietari!!!!...e tale amminsitratore è un professionista o un semplice condomino che si improvvisa tale?

×