Vai al contenuto
cat3appr

Spese condominiali mensili elevate, posso chiederne conto?

Salve a tutti,

 

Sono in affitto in una palazzina storica dove sto paganto circa 135€ al mese di condominio, il proprietario le giustifica con il fatto che siamo solo 4 appartamenti nella palazzina + uno mansardato , altri particolari:

nei 135€ e' incluso il consumo dell'acqua (non quella calda) non c'e' ascensore, non c'e' riscaldamento centralizzato, non c'e' giardino, non c'e' piscina, non c'e' il portiere, non ho mai visto l'amministratore, a parte alcuni documenti affissi al muro dove si indicano alcune procedure, la palazzina e' storica e piccola e sta al centro storico

135€ al mese di condominio mi sembra un po elevato, soprattutto considerando il fatto che dopo diversi mesi ancora non ho mai visto nessun tipo di manutenzione o pulizia ...

 

vorrei chiedere conto di queste spese al proprietario, dato che pago a lui l'affitto piu' il condominio ogni mese... potete suggerirmi se ci sono delle modalita' specifiche per questa richiesta? il proprietario e' tenuto a dare un rendiconto delle spese condominiali?

In pratica vorrei vedere come si giustificano questi 135€ al mese,

 

grazie a tutti!

Certamente che esistono delle normative di Legge, l'art 9 della legge 392/78 dice;

 

Art. 9. (Oneri accessori).

Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonchè alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90%, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore. Il pagamento deve avvenire entro due mesi dalla richiesta. Prima di effettuare il pagamento il conduttore ha diritto di ottenere l'indicazione specifica delle spese di cui ai commi precedenti con la menzione dei criteri di ripartizione. Il conduttore ha inoltre diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate.

ok grazie, secondo lei questi 135€ mensili sono in linea col mercato in base ai dettagli che ho fornito?

Ho capito che esiste quest'articolo 9, ma in maniera piu' colloquiale come posso chiedere al mio padrone di casa come si giustificano questi 135€?

ps, chi e' il conduttore?

Il conduttore può chiedere al proprietario la visione delle spese effettuate per l'unità immobiliare in cui ha in affitto questo appartamento locato, come specificato nella legge art. 9 della legge 392/78, in pratica il proprietario non può chiedere un fisso di 135 euro mensili senza dimostrare che questa cifra sia tutta a carico del conduttore, in quanto salvo altri accordi, le spese devono essere ripartite tra proprietario e conduttore con i criteri di legge.

ok allora chiedero' in questo modo:

" Volevo prendere visione delle spese condominiali effettuate per l'unita' immobiliare in cui ho in affitto l'appartamento locato "

 

..devo specificare un periodo preciso? dal momento che sono in affitto da gennaio, posso chiedere le spese da gennaio?

 

le spese sono suddifise tra proprietario e conduttore? vuol dire che se facendo tutte le somme viene fuori che il condominio e' in totale 135€ al mese, significa che 67.5€ li devo pagare io e 67.5€ li deve pagare il padrone di casa?

Non tutte le spese si dividono al 50% ma si ripartiscono tra proprietario e ed inquilino secondo quanto stabilito dal art. 9 della legge 392/78 salvo altri accordi contrattuali, comunque prima di pagare il conduttore ha il diritto di visione delle spese ed i criteri di partizione.

grazie Tullio_Ts, purtroppo non sono al corrente dell'art. 9 della legge 392/78 quindi non so come si dovrebbero ripartire queste spese... l'ideale per far capire e' fare esempi. Nel mio caso ad esempio io ho gia' firmato un contratto di affitto in cui pago questi 134€ al mese di condominio, quindi quello che vado cercando e' un'eventuale irregolarita' / prezzo maggiorato nel che mi e' stato fatto, se questo saltasse fuori, posso farmi modificare questi 135€?

Da che cosa si puo' evincere un'eventuale irregolarita? (esempi)

 

grazie mille

Normlmente nei contratti di locazione si allega una tabella per le partizioni delle spese condominiali tra il proprietario e conduttore tipo questa;

 

--link_rimosso--

 

altrimenti si deve applicare letteralmente quanto dice l'art 9 delle legge 392/78;

 

Art. 9. (Oneri accessori).

Sono interamente a carico del conduttore, salvo patto contrario, le spese relative al servizio di pulizia, al funzionamento e all'ordinaria manutenzione dell'ascensore, alla fornitura dell'acqua, dell'energia elettrica, del riscaldamento e del condizionamento dell'aria, allo spurgo dei pozzi neri e delle latrine, nonchè alla fornitura di altri servizi comuni. Le spese per il servizio di portineria sono a carico del conduttore nella misura del 90%, salvo che le parti abbiano convenuto una misura inferiore.

e quanto stabilito dal codice civile;

 

Art. 1576. Mantenimento della cosa in buono stato locativo.

Il locatore deve eseguire, durante la locazione tutte le riparazioni necessarie , eccettuate quelle di piccola manutenzione che sono a carico del conduttore.

Se si tratta di cose mobili, le spese di conservazione e di ordinaria manutenzione sono, salvo patto contrario, a carico del conduttore.

Art. 1577. Necessità di riparazioni.

Quando la cosa locata abbisogna di riparazioni che non sono a carico del conduttore, questi è tenuto a darne avviso al locatore.

Se si tratta di riparazioni urgenti, il conduttore può eseguirle direttamente, salvo rimborso, purché ne dia contemporaneamente avviso al locatore.

Ok, nel contratto che ho firmato ecco l'unico passaggio riguardo le spese condominiali:

 

7) Il conduttore si impegna a pagare l’utenza della luce che verrà volturata a proprio nome e le spese condominiali che ammontano a circa 130,00 euro mensili.

 

quindi, dal momento che non c'e' tabella di ripartizione, capisco che si deve applicare quanto dice l'art 9 delle legge 392/78; si parla di spese di portineria al 90% a carico del conduttore... daccordo... ma la domanda non risposta rimane la stessa... come faccio a capire se questi 135€ corrispondono veramente a quello che dovrei pagare?

 

ripeto, nei 135€ e' incluso il consumo dell'acqua (non quella calda) nella palazzina non c'e' ascensore, non c'e' riscaldamento centralizzato, non c'e' giardino, non c'e' piscina, non c'e' il portiere, non ho mai visto l'amministratore... detto tutto questo, e citati tutti gli articoli... come faccio a sapere se questi 135€ sono un prezzo giusto? e se non lo sono, come faccio a rivalermi?

7) Il conduttore si impegna a pagare l’utenza della luce che verrà volturata a proprio nome e le spese condominiali che ammontano a circa 130,00 euro mensili.

...

... ma la domanda non risposta rimane la stessa... come faccio a capire se questi 135€ corrispondono veramente a quello che dovrei pagare?

Prima di pagare hai diritto di di ottenere l'indicazione specifica delle spese dal proprietario, inoltre hai diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate (questa è Legge), per cui i circa 130,00 euro mensili sono sempre un circa ma non è detto che sia questo l'esatto conteggio.

Se hai dei dubbi senti un sindacato inquilini e chiedi assistenza.

ok, ti ringrazio, restando sempre nell'esempio, io ho gia' pagato, quindi questo e' il presupposto.

Premesso che ho gia' firmato il contratto e sto gia' pagando questi 130euro di condominio al mese, faccio un po di conti:

 

€. 130,00 x 12 mesi x 5 condòmini = €. 7800,00 che il condominio spende.

 

ho fatto una ricerca ed ho trovato delle spese annue a grandi linee:

€. 600,00 Amministratore

€. 150,00 Presentazione mod. 770

€. 200,00 Conto corrente bancario

€. 800,00 Pulizia scale

€. 400,00 Enel (se c'è l'autoclave)

€. 200,00 Pulizia serbatoio acqua

€. 150,00 Piccola manutenzione

_________________________

€. 2.500,00 TOTALE ( sempre considerando che non c'e' portiere, non c'e' ascensore, non c'e' giardino e non ho mai visto nessuno pulire le scale in 6 mesi )

 

nei miei 130 euro mensili è compreso il consumo dell'acqua personale quindi posso aggiungere circa €. 1.000 quindi sommando arrivo a 3.500,00

 

ma da 3.500 a 7.800 euro ce ne passa abbastanza... capisci dove voglio arrivare? codice civile e cavilli a parte, mi servono degli esempi pratici per capire a grandi linee se quello che sto pagando e' in linea... e cosi' a soldoni nn mi pare, e sto cercando conferme da chi ha esperienza.

Le spese annue generiche che ho citato, per una palazzina in un centro storico con 5 appartamenti, sono un numero realistico? se si allora sto pagando un po troppo...

 

sono alla ricerca di un riscontro pratico

1 non e' detto che tutti e 5 i condomini paghino 130 euro al mese

2 devi vedere le spese reali del tuo condominio e non spese ipotetiche (ricercate su internet )

Ha pianamente ragione Peppe, i conteggi ipotetici non risolvono nulla, hai diritto di visione delle spese che gravitano sul tuo appartamento, chiedile al proprietario prima di pagare e saldare tutto, i 130 euro mensili sono solamente un anticipo salvo conguaglio alla fine dell'anno di gestione.

1) ok ma se gli appartamenti sono tutti uguali, a parte la mansarda, perche' le spese condominiali dovrebbero essere diverse?!

 

2) ok, mi faccio dare le spese reali... ma poi devo confrontarle con qualcosa, altrimenti come faccio a sapere se sono alte, basse o in linea? per quanto mi riguarda poteva chiedermi 50 euro o 250 euro... non sono un esperto di spese condominiali medie ... ecco perche' vado cercando un benchmark.... su questo se puoi aiutarmi te ne saro' grato

Occhio a quello che si firma.

Hai accettato una clausola che potrebbe essere intesa come cifra a forfait.

 

Se così fosse non hai diritto a nulla...ma servirebbe verificare bene il contratto

Prima di pagare hai diritto di di ottenere l'indicazione specifica delle spese dal proprietario, inoltre hai diritto di prendere visione dei documenti giustificativi delle spese effettuate (questa è Legge)

Vero.

 

Art. 1130 bis c.c.

[omissis...] I condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a proprie spese....[...]

Vero.

 

Art. 1130 bis c.c.

[omissis...] I condomini e i titolari di diritti reali o di godimento sulle unità immobiliari possono prendere visione dei documenti giustificativi di spesa in ogni tempo ed estrarne copia a proprie spese....[...]

Vero...ma se ha firmato una clausola che specifica e concorda su 130 euro di spese fisse mensili...potrà visonare tutta la documentazione che vuole...ma quelli deve pagare.

Vero...ma se ha firmato una clausola che specifica e concorda su 130 euro di spese fisse mensili...potrà visonare tutta la documentazione che vuole...ma quelli deve pagare.

..certo che ho firmato un contratto di locazione in cui ci sono molti punti... al momento della stipula non c'era stata la possibilita' di visonare le spese. Non e' che se uno mette una firma e' condannato a morte 🙂

Mi pare che tu abbia una cognizione "insufficente" di cosa sia un contratto...e una pretesa assurda di ottenere parametri/esempi di spesa congruenti con il tuo palazzo.

 

Fossi in tè andrei dal tuo avvocato di fiducia o da uno ben qualificato per sottoporgli innnazi tutto proprio il contratto che hai firmato...per appurare se quella fosse una lausola di spese forfettarie o una semplice indicazione da verificare con conguaglio a fine anno.

 

Tagliare la testa ad una persona in Italia è fatto illecito ...e firma o non firma il contratto sarebbe nullo.

 

Imporre un "canone" a tariffa forfettaria che comprenda tutte le spese Condominiali in Italia è lecito...e se hai firmato paghi senza appello.

 

Altresì in Italia (ma pure in tutto il modo) la Legge non ammette ignoranza...e se non si ha esperienza sarebbe meglio chiedere prima di firmare.

 

Come ho detto non basiamoci su quanto affermi o su quanto "vorresti"...fai visionare quel contratto e poi agisci.

Fossi in tè andrei dal tuo avvocato di fiducia o da uno ben qualificato per sottoporgli innnazi tutto proprio il contratto che hai firmato...per appurare se quella fosse una clausola di spese forfettarie o una semplice indicazione da verificare con conguaglio a fine anno.

Concordo !

E per tale verifica può esser sufficiente anche rivolgersi ad un sindacato inquillini ad un costo veramente esiguo.

..certo che ho firmato un contratto di locazione in cui ci sono molti punti... al momento della stipula non c'era stata la possibilita' di visonare le spese. Non e' che se uno mette una firma e' condannato a morte 🙂

Grazie, sono pronto a rivolgermi al sindacato inquilini, potete suggerirmene uno efficente che sicuramente rispondera'?

×