Vai al contenuto
emy63

Spese condominiali inquilino - avrei bisogno di sapere come ci si comporta nel caso in cui l'inquilino in affitto non paghi da mesi le spese di sua competenza

ciao a tutti,

 

avrei bisogno di sapere come ci si comporta nel caso in cui l'inquilino in affitto non paghi da mesi le spese di sua competenza ?

Qual'è la procedura da seguire in questi casi?

grazie Emy

buonasera,

qualcuno mi sa rispondere con più precisione al quesito che ho posto?

grazie

Se sei il proprietario devi diffidare l'inquilino al rispetto di quanto scritto in contratto ed invitarlo a pagare. Se non rispondedevi solo rivolgerti all'avvocato. Se invece sei l'amministratore devi solo rivolgerti al proprietario.

Emy63,

veramente... CON PRECISIONE ti hanno già risposto in due (messaggi #3 e #4).

Se desideri una risposta più specifica, allora serve più precisione da parte tua: qual è il rapporto che ti lega a questo inquillino ?

Saluti 🙂

ho un problema con il conduttore del locale commerciale che ho affittato. Detto conduttore non ha mai voluto pagare alcuna spesa di condominio,in

quanto afferma che avendo il locale sulla strada e non avendo il riscaldamento non deve partecipare ad alcuna spesa. CHI HA RAGIONE?.Se qualcuna sa qualcosa di preciso mi può ragguagliare?

Sul riscaldamento, sull'ascensore e altre spese competenti al locatore (salvo diversi accordi scritti) ha ragione. Per le altre spese contribuisce in base ai millesimi.

Detto conduttore non ha mai voluto pagare alcuna spesa di condominio,in quanto afferma che avendo il locale sulla strada e non avendo il riscaldamento non deve partecipare ad alcuna spesa. CHI HA RAGIONE

Dipende di quali spese si sta parlando e da cosa dice il regolamento condominiale in base alla suddivisione delle varie voci di spesa.

Esempio: Se il locale ha esclusivamente accesso alla strada ma usufruisce di una cantina o anche solo del locale spazzatura non può accampare scuse per non pagare la sua parte della pulizia delle scale o quelle relative all'ascensore (almeno relativamente alla sua parte).

Uguale discorso per quanto riguarda il riscaldamento, se i locale non è mai stato dotato di impianto di riscaldamento fin dall'origine allora non deve pagare (e sicuramente la sua quota di partecipazione alle spese prevista a regolamento sarò pari a zero), ma se il locale è stato staccato dall'impianto centralizzato in un secondo tempo, allora la manutenzione la deve pagare lo stesso (ma non i consumi, ovviamente).

Insomma una risposta certa alla tua domanda può essere data solo:

- leggendo il regolamento di condominio

- leggendo il contratto di locazione

- esaminando lo stato del locale in relazione ai vari servizi condominiali di cui usufruisce.

ho un problema con il conduttore del locale commerciale che ho affittato. Detto conduttore non ha mai voluto pagare alcuna spesa di condominio,in

quanto afferma che avendo il locale sulla strada e non avendo il riscaldamento non deve partecipare ad alcuna spesa. CHI HA RAGIONE?.Se qualcuna sa qualcosa di preciso mi può ragguagliare?

ciao

cosa dice il tuo contratto di locazione. Questo precede, nei rapporti con il tuo inquilino, le spese che il condominio attribuisce alla tua proprietà in condominio.

ho un problema con il conduttore del locale commerciale che ho affittato. Detto conduttore non ha mai voluto pagare alcuna spesa di condominio,in

quanto afferma che avendo il locale sulla strada e non avendo il riscaldamento non deve partecipare ad alcuna spesa. CHI HA RAGIONE?.Se qualcuna sa qualcosa di preciso mi può ragguagliare?

In genere in questi casi ci sono due tabelle "A" di proprietà: la tabella A per i soli proprietari delgli appartamenti con annessi spazi comuni (cortile interno, aiuole, ecc.) e la tabella "A1" che comprende tutto l'edificio compresi i locali commerciali.

Quindi per logica, a seconda del tipo di spesa fatta, verrà ripartita sulla tabella A oppure A1.

Per esempio: la spesa dell'amministratore e dell'assicurazione verrà ripartita sulla tabella A1 di tutto l'edificio; mentre quella per il giardiniere sulla tabella A.

Saluti.

FREEDOM2013

In genere in questi casi ci sono due tabelle "A" di proprietà: la tabella A per i soli proprietari delgli appartamenti con annessi spazi comuni (cortile interno, aiuole, ecc.) e la tabella "A1" che comprende tutto l'edificio compresi i locali commerciali.

Quindi per logica, a seconda del tipo di spesa fatta, verrà ripartita sulla tabella A oppure A1.

Per esempio: la spesa dell'amministratore e dell'assicurazione verrà ripartita sulla tabella A1 di tutto l'edificio; mentre quella per il giardiniere sulla tabella A.

Saluti.

FREEDOM2013

ciao

 

Per quanto ne capisco io, il suo problema non è come si dividono le spese di condominio, ma la spesa da dividere tra lui condomino proprietario ed il suo inquilino. Una volta chiarito cosa contrattualmente ha convenuro verificherà quali spese gli attribuisce il condominio per tale unità. Se non ha il servizio di riscaldamento, non dovrebbe avere spese di tale genere, come sostiene il suo inquilino, a meno che anche tale negozio non fosse allacciato al riscaldamento, senza però usufruirne ed il regolamento di condominio disponesse qualcosa. Per l'accesso diretto, deve ulteriormente verificare se ha comunque la comproprietà dell'accesso comune, nel qual caso partecipa alle spese e la quota ordinaria la attribuisce al suo inquilino, se così convenuto, anche se non usufruisce di tale ingresso.

×