Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
mikeross

Spese condominiali in ritardo con il pagamento

Bongiorno,

nel nostro condominio le spese condominiali ordinarie sono divise in due rate annuali, mandate via posta dall'amminisratore tramite bollettivi MAV. Se una persona si trovasse in difficoltà economiche e non fosse in grado di pagarle rispettando le scadenza indicate, può farlo in un secondo momento? Che margine temporale è consentito, a livello legale, per pagare tali spese se nessuno si lamenta? Diversi condomini saldano il tutto pochi mesi prima della riunione condominiale che avverrà in modo da non avere storie durante la riunione e l'amministratore non dice mai niente. Personalmente per me non è un problema, può capitare a tutti di avere momenti di ristrettezze a causa di spese familiari non previste. Mi chiedevo, se mi dovessi trovare anche io in questa situazione, commetterei un illecito? Cosa dice la legge a proposito di questo argomento?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Visto che hai richiesto espressamente cosa dice la legge in merito, ti elenco i punti della riforma in cui si parla degli oneri condominiali:

 

Art. 1130 cc comma 1 punto 3 (Obblighi dell'amministratore)

riscuotere i contributi ed erogare le spese occorrenti per la manutenzione ordinaria delle parti comuni dell’edificio e per l’esercizio dei servizi comuni

 

Art. 1129 cc comma 9

Salvo che sia stato espressamente dispensato dall’assemblea, l’amministratore è tenuto ad agire per la riscossione forzosa delle somme dovute dagli obbligati entro sei mesi dalla chiusura dell’esercizio nel quale il credito esigibile è compreso, anche ai sensi dell’articolo 63, primo comma, delle disposizione per l’attuazione del presente codice

 

Art. 63 dacc comma 1

Per la riscossione dei contributi in base allo stato di ripartizione approvato dall’assemblea, l’amministratore, senza bisogno di autorizzazione di questa, può ottenere un decreto di ingiunzione immediatamente esecutivo, nonostante opposizione, ed è tenuto a comunicare ai creditori non ancora soddisfatti che lo interpellino i dati dei condomini morosi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Bilbetto. Quindi, ad esempio, se la scadenza di una rata è 30 settembre 2017 si può pagarla entro i successivi sei mesi senza incappare in sanzioni o problemi?

 

Aggiungo che il nostro amministratore non conosce la legge e non fa niente se non viene istigato da altri condomini. Ho fatto la domanda solo per sapere quali sono i diritti e i doveri di entrambe le parti ma soprattutto di noi condomini.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Buongiorno, in assemblea potete deliberare che i pagamenti avverranno in nr..... di rate con scadenza per ognuno entro il giorno..... All' amministratore non resta che ubbidire.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Bilbetto. Quindi, ad esempio, se la scadenza di una rata è 30 settembre 2017 si può pagarla entro i successivi sei mesi senza incappare in sanzioni o problemi?

 

Aggiungo che il nostro amministratore non conosce la legge e non fa niente se non viene istigato da altri condomini. Ho fatto la domanda solo per sapere quali sono i diritti e i doveri di entrambe le parti ma soprattutto di noi condomini.

le parti comuni condominiali devono essere gestite e per farlo occorrono risorse.

i condomini (comproprietari delle parti comuni) non possono sottrarsi.

 

http://www.brocardi.it/codice-civile/libro-terzo/titolo-vii/capo-ii/art1118.html

 

l'illuminazione, la pulizia scale, la manutenzione dell'ascensore, l'assicurazione non possono essere pagati senza risorse.

il non pagare significa mettere a rischio il condominio circa la continuità dei servizi di cui sopra.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Bilbetto. Quindi, ad esempio, se la scadenza di una rata è 30 settembre 2017 si può pagarla entro i successivi sei mesi senza incappare in sanzioni o problemi?

 

Aggiungo che il nostro amministratore non conosce la legge e non fa niente se non viene istigato da altri condomini. Ho fatto la domanda solo per sapere quali sono i diritti e i doveri di entrambe le parti ma soprattutto di noi condomini.

le rate devono essere pagate entro la scadenza prevista e non nei successivi sei mesi, anche perché se non pagate regolarmente l'amministratore ha la facoltà, così come disposto dall'art. 63 Dacc, di richiedere il decreto ingiuntivo nei confronti del moroso. Peraltro se tutti pagassero le rate con sei mesi di ritardo diventerebbe difficile la gestione amministrativa del condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Leale. In 7 anni di assemblee frequentate, non è mai capitato che parlassimo delle scadenze delle spese ordinarie da pagare. L'amministratore di default applica le scadenze e non sapevo neanche avessimo voce in capitolo. Nessuno ne ha mai parlato e, come dicevo prima, alcuni si mettono al riparo da eventuali polemiche di persona, pagando il dovuto pochi mesi prima del giorno dell'assemblea condominiale

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Leale. In 7 anni di assemblee frequentate, non è mai capitato che parlassimo delle scadenze delle spese ordinarie da pagare. L'amministratore di default applica le scadenze e non sapevo neanche avessimo voce in capitolo. Nessuno ne ha mai parlato e, come dicevo prima, alcuni si mettono al riparo da eventuali polemiche di persona, pagando il dovuto pochi mesi prima del giorno dell'assemblea condominiale

se viene approvato un preventivo di spesa senza specificare le scadenze delle quote, l'amministratore sarebbe legittimato a richiedere l'intero pagamento il giorno dopo l'assemblea.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Josefat per la precisazione. Di fatto questa cosa succede e l'amministratore non spiega mai niente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Josefat per la precisazione. Di fatto questa cosa succede e l'amministratore non spiega mai niente.

siete voi condomini che dovete far verbalizzare, al momento dell'approvazione del preventivo di spesa, la ripartizione delle quote con l'indicazione delle scadenze.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ti ringrazio Josefat, ora ne ho preso coscienza. Personalmente non mi è mai pensato di dubitare dell'operatore dell'amministratore o di atteggiamenti sbagliati di alcuni condomini prima di questo anno. Diversi anni fa sono arrivata in un condominio e ho preso per buono le cose come si facevano allora. Da quest'anno, invece, mi sono trovata ad interrogarmi su molti quesisti in materia e sto scoprendo cose nuove, praticamente, ogni giorno. Per questo ringrazio tutte le risposte e i consogli che mi vengono dati su questo sito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ti ringrazio Josefat, ora ne ho preso coscienza. Personalmente non mi è mai pensato di dubitare dell'operatore dell'amministratore o di atteggiamenti sbagliati di alcuni condomini prima di questo anno. Diversi anni fa sono arrivata in un condominio e ho preso per buono le cose come si facevano allora. Da quest'anno, invece, mi sono trovata ad interrogarmi su molti quesisti in materia e sto scoprendo cose nuove, praticamente, ogni giorno. Per questo ringrazio tutte le risposte e i consogli che mi vengono dati su questo sito.

Comincia a pensare ad una cosa molto semplice: Il condominio è di tutti i condòmini, l'amministratore è solo un esecutore e non ha alcun potere decisionale se non quello derivante dalla conservazione delle parti comuni.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie Bilbetto, è un ottimo consiglio. Purtroppo, nel nostro caso particolare, l'amministratore è tecnicamente, come dici tu, solo un esecutore che fa sempre gli interessi di alcuni e non di tutti. Il tuo consilgio di rimanere vigile e controllare è quello che seguirò. Grazie ancora a te e a tutte le altre persone che hanno risposto.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie Bilbetto, è un ottimo consiglio. Purtroppo, nel nostro caso particolare, l'amministratore è tecnicamente, come dici tu, solo un esecutore che fa sempre gli interessi di alcuni e non di tutti. Il tuo consilgio di rimanere vigile e controllare è quello che seguirò. Grazie ancora a te e a tutte le altre persone che hanno risposto.

😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Si, avevo capito Bilbetto ;-) Grazie!

 

Visto che siamo in argomento, allora chiedo un'altra cosa più precisa.

Un condomino in particolare, con problemi economici, è moroso da diverso tempo. Non si presenta mai alle assemblee condominiali e nell'ultima si è fatto scrivere tra i punti che l'avvocato del condominio avrebbe scritto per sollecito ma non sembrava ci fosse stato alcun seguito (come è accaduto in passato per altro genere di problematiche). Pochi giorni fa, invece, l'amministratore ha scritto due righe ai condomini con indirizzo email (solo 7 su 24) dove informava che, tale condomino moroso, aveva inviato una lettera d’intenti nella quale lui stesso dichiarava di impegnarsi a versare un importo mensile pari ad €.50/100 nelle cassa del condominio. Io singolo condomino posso chiedere all'ammninistratore maggiori informazione su tale accordo o all'avvocato del condominio? Lo chiedo perchè, spesso l'amministratore comunica cose, senza che di fatto ci venga chiesto un parere, a cose fatte. Forse dovrei chiedere la documentazione all'avvocato del condominio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×