Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
zei78

Spese condominiali appartamento venduto

Buongiorno a tutti,

avrei bisogno di un chiarimento.

 

Ero proprietario di un appartamento che ho venduto due anni fa (marzo 2014). Il vecchio amministratore era scappato con la cassa del mio ex condominio più altri e ci siamo trovati a dover rifondere le vecchie spese già pagate.

Alla data della vendita del mio appartamento l'attuale amministratore ha prodotto una dichiarazione in cui certifica che il sottoscritto ha "integralmente saldato ogni spesa condominiale".

Ora saltano fuori vecchie fatture mai pagate, datate p.e. 2011, o spese legali di una vecchia causa iniziata prima della vendita del mio appartamento ed ora improvvisamente aumentate.

 

Secondo voi che validità ha la dichiarazione dell'amministratore? Posso evitare di pagare spese a me imputate a due anni dalla vendita di un appartamento? E, soprattutto, c'è modo di mettere fine a questa storia? Mi spiego, non vorrei che se pago le spese attuali un domani salti fuori una non so quale fattura di un qualche lavoro mai pagato e debba sostenere spese all'infinito per una casa non più mia.

 

ringrazio in anticipo per la vs. pazienza e per i chiarimenti che vorrete darmi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

L'amministratore attuale ti ha chiesto il pagamento delle spese precedenti al rogito? Se è così tocca a te il pagamento e quella dichiarazione valeva allo stato di conoscenza dell'amministratore al momento della richiesta, e comunque non ti tutela, se poi come è avvenuto saltano spese non pagate, se non paghi il condominio potrà adire al Giudice con procedura normale perchè non sei più condomino, e non potrà avvalersi del D.I. immediatamente esecutivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

l'amministratore attuale mi ha chiesto il pagamento delle spese precedenti al rogito.

Ho saldato tutte le spese a far data del rogito e lui ha prodotto la dichiarazione.

 

Le spese che saltano fuori dopo il rogito non pagate toccano sempre a me? E la dichiarazione che valore ha? A quanto mi sembra di capire nessuno.

 

Ripeto, dato che sono uscite fuori fatture di 5 anni fa non vorrei che questa storia non avesse mai fine. Non esiste alcun modo per tutelarmi, cioè devo pagare e basta?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
l'amministratore attuale mi ha chiesto il pagamento delle spese precedenti al rogito.

Ho saldato tutte le spese a far data del rogito e lui ha prodotto la dichiarazione.

 

Le spese che saltano fuori dopo il rogito non pagate toccano sempre a me? E la dichiarazione che valore ha? A quanto mi sembra di capire nessuno.

 

Ripeto, dato che sono uscite fuori fatture di 5 anni fa non vorrei che questa storia non avesse mai fine. Non esiste alcun modo per tutelarmi, cioè devo pagare e basta?

La dichiarazione, secondo il mio parere non ha valore assoluto, perchè possono saltare fuori delle spese che l'amministratore era all'oscuro al momento della dichiarazione come sembra sia avvenuto, comunque nulla vieta a te di opporti al pagamento esibendo quella dichiarazione, male che vada e l'amministratore insita con ricorso al Giudice, sarà quest'ultimo a decidere se la dichiarazione è valida oppure no.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve, io ho un problema che potrebbe sembrare simile a quello di zei78 ma forse non lo è.

Ho acquistato un appartamento nel 2011 che ho poi venduto nel 2014. Adesso mi contatta l'acquirente, attuale proprietario, dicendo che l'amministratore gli ha chiesto di saldare un conto di circa 1000 euro relativo a delle spese relative ad una causa intrapresa in passato e poi persa. Tuttavia questa causa è relativa a un anno precedente il 2011, quindi quando era proprietaria la signora che mi ha venduto l'appartamento e di cui io non sapevo nulla.

Preciso che prima di vendere l'appartamento ho saldato tutti i miei debiti, infatti l'amministratore mi ha fatto la liberatoria.

Pertanto, a differenza del caso di zei78, quando è stata intrapresa la causa io non ero il proprietario.

Cosa ne pensate? L'avvocato del'attuale proprietario gli ha detto che devono rivolgersi a me ma non capisco perché non si rivolgono direttamente alla vecchia proprietaria.

Grazie anticipatamente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Salve, io ho un problema che potrebbe sembrare simile a quello di zei78 ma forse non lo è.

Ho acquistato un appartamento nel 2011 che ho poi venduto nel 2014. Adesso mi contatta l'acquirente, attuale proprietario, dicendo che l'amministratore gli ha chiesto di saldare un conto di circa 1000 euro relativo a delle spese relative ad una causa intrapresa in passato e poi persa. Tuttavia questa causa è relativa a un anno precedente il 2011, quindi quando era proprietaria la signora che mi ha venduto l'appartamento e di cui io non sapevo nulla.

Preciso che prima di vendere l'appartamento ho saldato tutti i miei debiti, infatti l'amministratore mi ha fatto la liberatoria.

Pertanto, a differenza del caso di zei78, quando è stata intrapresa la causa io non ero il proprietario.

Cosa ne pensate? L'avvocato del'attuale proprietario gli ha detto che devono rivolgersi a me ma non capisco perché non si rivolgono direttamente alla vecchia proprietaria.

Grazie anticipatamente

l'amministratore dovrà richiedere il pagamento a te che oggi sei il condomino e poi tu dovrai farti rimborsare dal vecchio proprietario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Forse non hai letto bene, io non sono più proprietario e le spese non riguardano il periodo in cui ero io il proprietario.

 

Messaggio originario:

Salve, io ho un problema che potrebbe sembrare simile a quello di zei78 ma forse non lo è.

Ho acquistato un appartamento nel 2011 che ho poi venduto nel 2014. Adesso mi contatta l'acquirente, attuale proprietario, dicendo che l'amministratore gli ha chiesto di saldare un conto di circa 1000 euro relativo a delle spese relative ad una causa intrapresa in passato e poi persa. Tuttavia questa causa è relativa a un anno precedente il 2011, quindi quando era proprietaria la signora che mi ha venduto l'appartamento e di cui io non sapevo nulla.

Preciso che prima di vendere l'appartamento ho saldato tutti i miei debiti, infatti l'amministratore mi ha fatto la liberatoria.

Pertanto, a differenza del caso di zei78, quando è stata intrapresa la causa io non ero il proprietario.

Cosa ne pensate? L'avvocato del'attuale proprietario gli ha detto che devono rivolgersi a me ma non capisco perché non si rivolgono direttamente alla vecchia proprietaria.

Grazie anticipatamente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Piccolo aggiornamento: a fronte della mia richiesta scritta (mail) di chiarimenti e di saldo relativo all'anno 2014 errato l'amministratore non si è più fatto vivo.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×