Vai al contenuto
inquilin

Spese antennista - oppure pago solo io dato che io ho segnalato il problema?

Buon pomeriggio,

 

Da febbraio ormai non vedo più molti dei canali del digitale a seguito di ripetuti episodi di maltempo. Mi sono decisa quindi a scrivere all'amministratore richiedendo l'intervento dell'antennista per riposizionare l'antenna tv condominiale, anche perché pago il canone e vorrei vedere tutto.

 

Ho quindi i seguenti quesiti:

 

1- nel mio palazzo siamo tutti inquilini e nessun proprietario, la spesa è da dividere per tutti oppure pago solo io dato che io ho segnalato il problema?

 

2 - qualche inquilino può rifiutarsi di pagare non avendo ritenuto necessario, da febbraio ad ora, segnalare il problema?

 

Grazie a chi mi risponderà

 

Un saluto

Salvo altri accordi contrattuali con il locatore e l'antenna facente parte della dotazione dell'appartamento, le spese di manutenzione sono a carico dell'inquilino, mentre le spese di sostituzione a carico del locatore

Salvo altri accordi contrattuali con il locatore e l'antenna facente parte della dotazione dell'appartamento, le spese di manutenzione sono a carico dell'inquilino, mentre le spese di sostituzione a carico del locatore

la riparazione dell'antenna TV è a carico dell'inquilino, salvo diversi accordi sul contratto d'affitto.

1) indipendentemente da ha segnalato il problema la spesa è a carico di tutti, a meno che non sia un problema tuo e non dell'antenna condominiale.

2) se qualcuno non ha segnalato la cosa perché vede bene la TV vuol dire che il problema non è l'antenna comune.

Ma Lei non ha specificato se è una inquilina o condomina. La riparazione dell'antenna condominiale è a carico del Condominio divisa tra tutti prorietari a base dei mm e non spetta ai inquilini di pagare nulla.

Prima si dovrebbe, però, per scrupolo, di effettuare il controllo sul suo impianto nel interno del suo appartamento, perché l' impianto è comunale solo fino all'entrata dentro l'abitazione, dove diventa una parte dell'impianto elettrico/antenna privato. Chieda al suo prorietario con Racc. R/A di far uscire il tecnico. A spese di lui, non le sue. Se c'è un quasto all'interno e l'antenna sul tetto è a posto, nascerebbero le dicussioni per uscita del tecnico per controllo del guasto sulll'antenna condominiale. Oppure meglio chiedere ad altri inquilini se altrettanto non vedono i canali. All' amminitratore dovrebbe scrivere il proprietario dell'appartamento, e non l'inquilino, perchè è obbligato nel suo confronto, e non di inquillino, e l'amministratore potrebbe non prendere in carico il suo reclamo. Se Lei è una condomina, o una inquillina, le canone RAI si pagano lo stesso, per il possesso del apparecchio TV e non per la recezione o non recezione del segnale. So che non si può auto esonerarsi dal pagamento dei canoni del condominio, o dell'affitto o dei canoni RAI solo per temporanea disfunzione di un servizio di antenna, in ogni caso si deve prima contestare con Racc,. A/R e poi vedere se il caso aprire un vero contradittorio, sicuramente per un piccolo inconveniente così, difficilmente si va in causa, non conviene a nessuno.

Ma Lei non ha specificato se è una inquilina o condomina. La riparazione dell'antenna condominiale è a carico del Condominio divisa tra tutti proritari a base dei mm e non spetta ai inquilini a pagare nulla.

Prima si dovrebbe, per scrupolo, di effettuare il controllo sul suo impianto nel interno del suo appartamento perché l' impianto è comunale solo fino all'entrata dentro l'abitazione, dove diventa una parte dell'impianto elettrico/antenna privato. Se c'è un quasto all'interno e l'antenna sul tetto è a posto, nascerebbero dicussioni. Oppure meglio chiedere ad altri, inquilini e condomini, se altrettanto non vedono i canali. Al amminitratore dovrebbe scrivere il proprietario dell'appartamento, e non l'inquilino,potrebbe non prendere in carico suo reclamo. Se Lei una condomina, o inquillina, le canone RAI si pagano lo stesso, per il possesso del apparecchio TV e non per la recezione del segnale. So che non si può auto esonerarsi dal pagamento dei canoni del condominio, o dell'affitto solop per temporanea disfunzione di un servizio ma si deve prima contestare con Racc,. A/R e poi vedere se il casi aprire contradittorio, sicuramente per piccolo inconveniente così difficilmente si va in causa.

si tratta di un'inquilina, infatti inqulin dice: 1- nel mio palazzo siamo tutti inquilini e nessun proprietario,

la riparazione dell'antenna TV è a carico dell'inquilino, salvo diversi accordi sul contratto d'affitto.

1) indipendentemente da ha segnalato il problema la spesa è a carico di tutti, a meno che non sia un problema tuo e non dell'antenna condominiale.

2) se qualcuno non ha segnalato la cosa perché vede bene la TV vuol dire che il problema non è l'antenna comune.

1. Sono d'accordo se il guasto riguarda tutto l'impianto

2. infatti, potrebbe essere un guasto riguardante solo l'appartamento di inquilin

A, ok, mi è sfuggito, ho capito che facendo il capo al principio del non miera parso chiaro..

Ma JOSEFAT, se intendi che la riparazione dell'antenna condominiale che ha smesso a trasmettere il segale sia una manutenzione oridinaria, che spetta a tutti inquillini la manutenzione, ma non credo. pPerché se un guasto fa cessare la ricezione del segnale, sopratutto per un fulmine, il vento e/o maltempo o altro evento fortuito e simile, vuol dire che la manutenzione è straoridnaria. Manutenzione orinaria è fare un controllo per il funzionamento del impianto magari sostiture un filo, un fusibile, aggiungere una una presa .

Ma JOSEFAT, se intendi che la riparazione dell'antenna condominiale che ha smesso a trasmettere il segale sia una manutenzione oridinaria, che spetta a tutti inquillini la manutenzione, ma non credo. pPerché se un guasto fa cessare la ricezione del segnale, sopratutto per un fulmine, il vento e/o maltempo o altro evento fortuito e simile, vuol dire che la manutenzione è straoridnaria. Manutenzione orinaria è fare un controllo per il funzionamento del impianto magari sostiture un filo, un fusibile, aggiungere una una presa .
Non sapendo cosa esattamente è successo, si fornisce una risposta in generale, ordinarie inquilini/i, straordinarie proprietario/i, fatto salvo accordi contrattuali diversi.

Io ho ipotizzato che sia un guasto dell'antenna in quanto il problema è stranamente concomitante con una serie di eventi climatici avversi.

In più so benissimo che tutti gli altri inquilini, essendo poco inclini a pagare il condominio (anche per le spese di normalissima amministrazione) fanno finta di nulla e tirano a campare.

Qualora non dovesse essere guasto dell'antenna ma solo al mio impianto allora provvederò io al pagamento delle spese, se di manutenzione ordinaria si tratta e lì sarà poi eventualmente da stabilire i paletti tra ordinaria e straordinaria.

E' ovvio che il canone è imposta sull'apparecchio televisivo e non sui canali (anche se poi le somme vanno dritte dritte in Rai) ma avere un televisore sano ed un'antenna non funzionante equivale a non avere nulla. Il mio pensiero però non era rivolto a non pagare il canone ma ad avere il problema risolto, già che DEVO pagare un canone.

Scusatemi tutti se sono stata poco chiara in alcune esposizioni, per me era ovvioche con "il mio palazzo" intendo il palazzo in cui vivo e non il mio di proprietà. Forse per chi mastica di amministrazioni condiminiali così ovvio non è.

Io ho ipotizzato che sia un guasto dell'antenna in quanto il problema è stranamente concomitante con una serie di eventi climatici avversi.

In più so benissimo che tutti gli altri inquilini, essendo poco inclini a pagare il condominio (anche per le spese di normalissima amministrazione) fanno finta di nulla e tirano a campare.

Qualora non dovesse essere guasto dell'antenna ma solo al mio impianto allora provvederò io al pagamento delle spese, se di manutenzione ordinaria si tratta e lì sarà poi eventualmente da stabilire i paletti tra ordinaria e straordinaria.

E' ovvio che il canone è imposta sull'apparecchio televisivo e non sui canali (anche se poi le somme vanno dritte dritte in Rai) ma avere un televisore sano ed un'antenna non funzionante equivale a non avere nulla. Il mio pensiero però non era rivolto a non pagare il canone ma ad avere il problema risolto, già che DEVO pagare un canone.

Scusatemi tutti se sono stata poco chiara in alcune esposizioni, per me era ovvioche con "il mio palazzo" intendo il palazzo in cui vivo e non il mio di proprietà. Forse per chi mastica di amministrazioni condiminiali così ovvio non è.

Sino a che il tecnico non interviene non si può dire nulla, tu hai avvisato l'amministratore, e lui avviserà l'antennista, poi si saprà che dovrà pagare

Nn ti preoccuare , inqulin, io non sono di origine italiana e a volte capsico diveramente alcuni modi di dire. Ma finalemnte ci siamo capiti tutti e tutto, del tuo problema. Dicevo, ma perchè nel frattempo non chiedi ad altri inquillini se anche loro non vedono i canali? Almeno , se otterai risposte, potresti comiinicare a capire meglio la situazione, come, e da dove iniziare a muoversi.

×