Vai al contenuto
miceli78

Spesa urgente o no?

Buonasera, vivo all'ultimo piano di un condominio ultimato parzialmente.

Sopra il mio appartamento c'è il lastrico solare e praticamente mancano gli infissi alle due porte ed alla finestra.

Questo comporta che in occasione di piogge abbondanti entra acqua all'interno del condominio, oltre ovviamente al vento ed alla terra che invadono il mio pianerottolo.

Ho chiesto ai condomini di ultimare il condominio, ma non avendo interesse mi hanno risposto di no.

Secondo voi è una spesa urgente? I miei vicini si posso rifiutare di portare a completamento alcune opere condominiali?

Ho chiesto ai condomini di ultimare il condominio

Curiosa la tua richiesta... Perché ai condòmini e non al Costruttore ?!

Perché il fabbricato risale al 1970 ed è stato edificato da alcuni condomini.

Inoltre mancano anche i marmi all'ultima rampa di scale, praticamente quelle che dal mio pianerottolo portano al lastrico solare. Anche in questo caso non vogliono sapere nulla perché le loro scale sono regolarmente rifinite.

Per tutti gli infissi mancanti, per evidenti argomenti di sicurezza, per non avere problemi con la eventuale polizza condominiale, per le periodiche e note invasioni di acqua e terra su scala e pianerottolo diffida all'amministratore per il non rispetto dell'art. 1130 c.c. 1°comma punto 4), che gli impone di compiere gli atti conservativi relativi alle parti comuni degli edifici.

Resta in ogni caso problematico discernere quando la responsabilità aquiliana venga a profilarsi direttamente in capo all'amministratore in quanto tale oppure per esso risponda il condominio. In alcune decisioni per risolvere il problema della responsabilità si è fatto ricorso anche all'art. 2051 c.c. che disciplina la responsabilità per i danni cagionati da cose in custodia. Tale disposizione prevede che ciascuno è responsabile del danno causato da cose in custodia, salvo che provi il danno fortuito.

Emblematica in questo senso la sentenza Cass. n. 25251 del 2008 che ha riconosciuto una responsabilità solidale tra Condominio ed amministratore per i danni occorsi ad un condomino "in conseguenza di un inciampo in un insidia all'interno di un cortile condominiale e segnatamente di buche non segnalate createsi a seguito di lavori di manutenzione. La Suprema Corte ha argomentato la responsabilità dell'amministratore sulla base del presupposto che questi come mandatario ex art. 1130 c.c. e 1135 c.c. "ha il compito di provvedere non solo alla gestione delle cose comuni ma anche della custodia di esse, con il conseguente obbligo di vigilare affinchè non rechino danni a terzi o agli stessi condomini." >>

[/size][/size][Fonte >>> http://www.architettipistoia.it/00News/data/files/Responsabilit%C3%A0-dell'amministratore-di-condominio-per-omessa-manutenzione-Alessandra-Fois-201305_1987.pdf

Sentenza Cassazione n. 25251/2008 >>> http://www.neldiritto.it/appgiurisprudenza.asp?id=3449#.UuRKINpd7Aw

Saluti ?

Benissimo,

Invierò una mail all'amministratore allegandogli le foto dell'ultimo allagamento ed il preventivo degli infissi.

Inoltre lo informo che la mancanza degli infissi sta arrecando fastidio ai condomini del V piano ( vento e terra ) oltre al verificarsi di macchie di ruggine nella ringhiera condominiale.

Grazie dei consigli

Considerando che entro Febbraio dovrebbe esserci l'assemblea ordinaria, mi conviene chiedere che il lavoro venga messo all'o.d.g. con la conseguenza che la maggioranza si opponga, o mi conviene aspettare la nomina dell'amministratore e poi scrivere una raccomandata?

Personalmente, chiederei l'inserimento in OdG.

Ti negheranno per delibera i lavori ? Tanto meglio! Così poi con la diffida ad agire che invierai, potrai comunicare di considerare corresponsabili delle mancanze tanto l'Amministratore quanto il Condominio.

Saluti 🙂

×