Vai al contenuto
Donald71

Spesa sostituzione termovalvola

Ciao a tutti, volevo chiedere un parere riguardo alla sostituzione di una termovalvola di un termosifone, io ho un alloggino dato in affitto ed il mio inquilino ha fatto sostituire appunto una termovalvola di un termosifone (senza oltretutto avvisarmi) infatti io lo scopro in quanto mi è arrivata una aggiunta da parte dell'amministratore delle spese a mio carico di 113,00 euro e chiedendo spiegazioni viene fuori che riguarda appunto la sostituzione di una termovalvola, ora io mi chiedo ma visto che il riscaldamento lo paga l'inquilino non dovrebbe essere a suo carico anche questa spesa che credo venga fatta dalla ditta che fornisce il riscaldamento e della quale io oltretutto non ho nessuna fattura in mio possesso? Inoltre se si tratta di una sostituzione per guasto non dovrebbe essere esente da spese?

Per quanto riguarda il riscaldamento, produzione di acqua calda, ed il condizionamento, sono a carico dell'inquilino, salvo diversa convenzione, le spese relative a:

Sostituzione di apparecchiature o parti di esse per danno accidentale (valvole, pompe di circolazione, saracinesche, manometri, termometri) limitatamente al danno accidentale

Riparazione di parti accessorie delle apparecchiature : valvole, pompe di circolazione, saracinesche, manometri, termometri ; avvolgimento elettrico pompe

Grazie per la risposta e quindi se ho ben capito anche la spesa inerente la sostituzione di una termovalvola compete all'inquilino?

secondo me no, questo non è un danno "accidentale" ma un guasto strutturale.

Strano però, xché le termostatiche sono piuttosto semplici, in mia esperienza è rarissimo che siano da sostituire.

Quando sono state montate ? qual'è il motivo della sostituzione ?

Questo l'inquilino deve chiarirmelo in quanto non sono ancora riuscito a contattarlo, infatti anche a me sembra strano ed è la prima volta che sento che una valvola termostatica debba essere sostituita? Comunque la spesa si riferisce ad una sostituzione fatta a fine marzo della quale solo ora ne vengo a conoscenza!

Ho parlato con il mio inquilino e mi ha detto che aveva un termosifone che non si scaldava, ha avvisato la ditta del riscaldamento e dopo un sopralluogo hanno deciso di sostituire la valvola, quindi la sostituzione sarebbe imputabile ad un difetto di funzionamento, secondo voi in questo caso la spesa è dovuta al proprietario oppure era a carico della ditta?

sono a carico del conduttore le riparazioni di piccola manutenzione (art. 1576 Cod. civ.) previste dall'art. 1609, Codice civile, che sono quelle dovute, non a vetustà o caso fortuito, ma esclusivamente al deterioramento derivato dall'utilizzo delle cose, che devono esser sottoposte a ordinaria manutenzione e che restano a carico dell'inquilino conduttore. La differenza fra vetustà e normale utilizzo verrà valutata dal giudice nel caso di controversie; quindi in questo caso , a mio avviso, essendo un danno strutturale , sono a carico del locatore ( fino a prova del contrario)

Si diciamo che quando la situazione non è molto chiara alla fine tocca sempre pagare al proprietario, comunque ho chiesto una copia della fattura della ditta che ha fatto la sostituzione all'amministratore visto che io non ho in mano niente che provi tale spesa! (che oltretutto per una temovalvola mi sembra pure un po' eccessiva)

Non é poi eccessiva, se consideri che per sostituire quella valvola avranno dovuto abbassare il livello dell'impianto, sostituirla, riempire, sfiatare l'aria. Si fa presto a fare un paio d'ore di lavoro. Poi aggiungi il costo della valvola, un ricarico medio del 40%, l'IVA .... è un attimo, purtroppo.

Io purtroppo non ero presente nel momento della sostituzione, chiederò al mio inquilino quanto hanno impiegato, comunque credo che almeno una fattura dove vi è indicato il costo della termovalvola e delle eventuali ore di lavoro mi sia dovuta!

Mi sono fatto raccontare per bene cosa è successo dal mio inquilino e viene fuori che dopo ripetute segnalazioni alla ditta del riscaldamento che non si degnava di passare si lamenta con l'amministratore e come per magia gli arriva un idraulico (che probabilmente non era della ditta del riscaldamento) con una termovalvola diversa da quelle presenti dicendo che siccome non sono più in commercio ora bisogna metterne una nuova e dopo una oretta circa se ne va senza lasciare nulla! Ed ora mi vedo addebitati sulle spese condominiali 113 euro per questa cosa...

Non so ma a me non sembra che la cosa non quadri molto!?!? Come minimo uno doveva far presente prima della situazione la spesa e lasciare una copia di una ricevuta con quello che aveva installato, mentre così a me sa proprio si solita furbata all'italiana!!!

×