Vai al contenuto
xidius

Spesa causa legale iniziata in precedenza

Buongiorno, nel 2013 (io ancora non c'ero dato che ho comprato casa a Dicembre 2013) incominciò una causa di un condomino contro il condominio per la revisione delle tabelle millesimali; Ad Aprile di quest'anno è stata emessa la sentenza a favore di tale condomino e sono emerse quindi spese legali e differenze che ci sarebbero da pagare.

La mia domanda è la seguente:

essendo io subentrato dopo l'inizio della causa, devo comunque pagare tali spese (in proporzione) oppure spettano al proprietario di casa precedente?

 

Grazie per le risposte

Secondo il mio parere spettano a chi ha iniziato la causa, infatti tu non hai assunto il legale ed immagino non hai partecipato come parte in causa alle udienze, tra l'altro tu hai acquistato l'u.i. da chi ha vinto la causa, per cui salvo accordi tra voi due, venditore e acquirente, non devi nulla;

 

Poiché l'obbligo di ciascun condomino di contribuire alle spese di conservazione delle parti comuni insorge nel momento in cui si rende necessario provvedere all'esecuzione dei lavori necessari, e non quando il debito viene determinato in concreto, in caso di sentenza di condanna pronunziata nei confronti del condominio per inosservanza dell'obbligo di conservazione delle cose comuni, il condomino creditore che intenda agire in executivis contro il singolo partecipante al condominio per il recupero del proprio credito, deve rivolgere la propria pretesa, sia per il credito principale, che per credito relativo alle spese processuali, contro chi rivestiva la qualità di condomino al momento in cui l'obbligo di conservazione è insorto, e non contro colui che tale qualità riveste nel momento in cui il debito viene giudizialmente determinato (Cassazione con sentenza n. 12013, - 1/07/2004)

Anche io ero dello stesso parere; il mio amministratore dice che questo tipo di causa non "segue" il condomino che c'era all'inizio, ma "segue" l'appartamento e quindi il proprietario attuale, cioè io.

Anche io ero dello stesso parere; il mio amministratore dice che questo tipo di causa non "segue" il condomino che c'era all'inizio, ma "segue" l'appartamento e quindi il proprietario attuale, cioè io.
Se l'amministratore dice così, tu risulti vittorioso visto che il tuo venditore ha vinto la causa, e non devi nulla alla parte avversa, le spese legali perciò saranno a carico dei perdenti, fatto salvo il Giudice non abbia deciso altrimenti, ma non credo proprio, ovvero di solito effettua la compensazione ed ogni parte paga le proprie spese, comunque in questo caso potrai rivalerti sul venditore.

 

https://www.condominioweb.com/chi-paga-le-spese-legali-in-condominio.2315

 

Nelle controversie tra il condominio ed un condòmino, ai fini della ripartizione delle spese di giudizio, la posizione del condominio deve essere tenuta distinta da quella del condòmino, dovendo ciascuno sostenere il compenso spettante al proprio legale e le altre spese risultanti a suo carico dal provvedimento giurisdizionale. In particolare le spese gravanti sul condominio dovranno essere ripartite fra i condòmini, in base ai millesimi di proprietà, senza nulla poter pretendere dal condòmino che è parte avversa nella controversia.

action=view&dizionario=4&id=75

eh no io purtroppo sto nella parte che ha perso.

All'epoca il vecchio proprietario di casa fu citato, insieme agli altri condomini, da un ulteriore condomino che lamentava l'irregolarità delle tabelle millesimali. (2012)

Quest'ultimo condomino ha vinto (2015, io subentro nel 2014) per cui noi dovremmo pagare le varie spese.

eh no io purtroppo sto nella parte che ha perso.

All'epoca il vecchio proprietario di casa fu citato, insieme agli altri condomini, da un ulteriore condomino che lamentava l'irregolarità delle tabelle millesimali. (2012)

Quest'ultimo condomino ha vinto (2015, io subentro nel 2014) per cui noi dovremmo pagare le varie spese.

Scusa avevo capito male, comunque ti puoi rivalere sul vecchio proprietario che ha iniziato la causa.

Forse ho capito male....

Ma dal post pubblicato da XIDIUS capisco che il condomino che ha intentato la causa l'ha vinta e che IL CONDOMINIO è soccombente. Viceversa, non leggo che XIDIUS abbia comprato l'appartamento del condomino che ha vinto la causa...

Ho capito male ???

Forse ho capito male....

Ma dal post pubblicato da XIDIUS capisco che il condomino che ha intentato la causa l'ha vinta e che IL CONDOMINIO è soccombente. Viceversa, non leggo che XIDIUS abbia comprato l'appartamento del condomino che ha vinto la causa...

Ho capito male ???

E' vero Aristide l'avevo capito solamente due post fa, ma al primo momento la frase che mi aveva fatto capire che XIDIUS avesse comperato l'appartamento del condomino vincitore della causa era questa tratta dal 1° post quello iniziale;

 

(io ancora non c'ero dato che ho comprato casa a Dicembre 2013) incominciò una causa di uncondomino contro il condominio per la revisione delle tabelle millesimali; Ad Aprile di quest'anno è stata emessa la sentenza a favore di tale condomino

mi sono infatti soffermato su questa sentenza della corte di cassazione del 26 ottobre 1996 n.9366

 

"Pertanto, nel caso di alienazione di un appartamento, obbligato al pagamento dei tributi è il proprietario nel momento in cui la spesa viene deliberata (Cass. 26 ottobre 1996 n.9366).

Anche la dottrina conferma che l’obbligo del pagamento dei contributi grava su chi sia condomino all’atto del preventivo approvato dall’assemblea e solidalmente, ma limitatamente all’anno in corso ed a quello precedente, sul suo successore a titolo particolare, qualifica che spetta sia al condomino, sia all’usufruttuario che subentra all’usufruttuario sia al nuovo proprietario che riacquista la pienezza del suo diritto con l’estinzione dell’usufrutto.

Al contrario, non sussiste solidarietà tra il precedente e il nuovo condomino per il pagamento dei contributi condominiali maturati successivamente al trasferimento. "

 

è vero che la causa è incominciata nel 2012 ma la spesa finale è messa a bilancio nel 2015

il mio dubbio è proprio questo

La sentenza è chiara, su quali basi l'amministratore afferma che quel tipo di causa segue l'appartamento.

"Pertanto, nel caso di alienazione di un appartamento, obbligato al pagamento dei tributi è il proprietario nel momento in cui la spesa viene deliberata (Cass. 26 ottobre 1996 n.9366)."

 

nel 2012 è stato messo come punto di assemblea il fatto che il condominio viene citato in causa

nel 2015 viene deliberata la spesa

 

su questa base l'amministratore dice cosi

è vero che la causa è incominciata nel 2012 ma la spesa finale è messa a bilancio nel 2015

il mio dubbio è proprio questo

Non c'entra nulla quando si realizza e si mette a bilancio la cifra del contendere, la spesa la sostiene chi ha iniziato la causa, lo dice anche la sentenza che avevo postato io.

In una situazione analoga, proprio in virtù delle sentenze che avete citato quando è stato redatto il bilancio la condanna alle spese legali ( per fortuna erano solo quelle ) è stata ripartita fra i condomini che avevano intrapreso la lite e nel caso specifico si parla di nove anni di attesa, per quanto riguarda i tre condomini che nel frattempo avevano venduto o ceduto le loro unità abitative le loro quote sono state inserite sotto la voce "altri crediti".

In una situazione analoga' date=' proprio in virtù delle sentenze che avete citato quando è stato redatto il bilancio la condanna alle spese legali ( per fortuna erano solo quelle ) è stata ripartita fra i condomini che avevano intrapreso la lite e nel caso specifico si parla di nove anni di attesa, per quanto riguarda i tre condomini che nel frattempo avevano venduto o ceduto le loro unità abitative le loro quote sono state inserite sotto la voce "altri crediti".[/quote']

 

Però per legge il condomino è responsabile dell'anno stesso in corso e dell'anno precedente (in relazione alle spese condominiali), per cui hai dovuto anticipare e poi rifarti sui vecchi condomini no?

Però per legge il condomino è responsabile dell'anno stesso in corso e dell'anno precedente (in relazione alle spese condominiali), per cui hai dovuto anticipare e poi rifarti sui vecchi condomini no?
Le spese condominiali sono una cosa le spese dovute a causa sono un'altra, tanto è vero che ci sono delle sentenze in merito.
Però per legge il condomino è responsabile dell'anno stesso in corso e dell'anno precedente (in relazione alle spese condominiali), per cui hai dovuto anticipare e poi rifarti sui vecchi condomini no?

Corretto quello che affermi, ma si riferisce alla normale gestione del condominio stabilita secondo legge.

Il caso in questione è particolare e rientra nelle così dette "eccezioni del caso" perché si riferisce ad una specifica azione ovvero ad una citazione in giudizio sulla quale fino al momento della pronuncia della sentenza non esiste ne un debito ne un credito documentabile.

Mi permetto di aggiungere a quanto detto da Sasà, che sino a sentenza manca anche il nominativo di chi deve pagare, però si sa chi ha iniziato.

Salve, ho un problema simile, potrei avere le ultime sentenze in merito? Anche la mia amministratrice dice che dovrei pagare io essendo il nuovo proprietario ed ovviamente io dopo mi dovrei rivalere sul mio venditore perchè mi aveva nascosto la causa e anche in virtù che dopo mi hanno rilasciato una dichiarazione in cui si accollavano le spese (tramite lettera del loro legale),

×