Vai al contenuto
armbia

Sottobalcone . proprietà, ed eventuali rivalse

Il nostro Condominio è locato in una zona di Roma Est estremamente ventosa e una parte ne è particolarmente esposta. Questo comporta che, in particolare, le tende laterali dei balconi più esposti abbiano a gonfiarsi in maniera abnorme creando, al loro rientro un particolare rumore sui ganci, la barra di attacco urta contro il muro esterno che fa da cassa di risonanza all'interno delle abitazioni sovrastanti e sottostanti. Malgrado le avvertenze tale situazione dura da anni e, moltissime volte, non è possibile riposare nelle ore pomeridiane dedicate e, qualche volta, anche di notte se l'inquilino/a si assenta o fa turni notturni di lavoro.

Essendo la proprietà del sottobalcone dell'inquiino soprastante che ne subisce in primis il disturbo, è possibile che questi possa chiedere la rimozione della tenda? Da precisare che la tenda è montata da svariati anni e non ne è stata mai richiesta autorizzazione al montaggio.

Nel caso siano balconi aggettanti;

La corte, con sentenza del 17 luglio 2007, n. 15913, ha precisato che l'art. 1125 c.c. non può trovare applicazione nel caso dei balconi "aggettanti", i quali sporgendo dalla facciata dell'edificio, costituiscono solo un prolungamento dell’appartamento dal quale protendono; e, non svolgendo alcuna funzione di sostegno, né di necessaria copertura dell'edificio (come, viceversa, accade per le terrazze a livello incassate nel corpo dell’edificio), non possono considerarsi a servizio dei piani sovrapposti e, quindi, di proprietà comune dei proprietari di tali piani; ma rientrano nella proprietà esclusiva dei titolari degli appartamenti cui accedono.

Ne consegue che il proprietario dell’appartamento sito al piano inferiore, non può agganciare le tende alla soletta del balcone "aggettante" sovrastante, se non con il consenso del proprietario dell'appartamento sovrastante. (Cass. civile, Sez. II, 17 luglio 2007, n. 15913)

grazie per il cortese e rapido chiarimento, tuttavia gradirei fosse chiarito il dubbio che essendo le tende montate da molti anni, questo non ne fa ormai un fatto acquisito e non più contestabile? Potrebbe essere un appiglio il fatto che circa un anno fa la tenda accusata è stata sostituita da una nuova in quanto la vecchia per oltre 18 mesi ha sventolato rumorosamente essendo tagliata a metà e nemmeno in questo nuovo caso ne è stata richiesta autorizzazione?

Ovviamente nel tempo sono state già fatte rimostranze ma verbali.

Grazie di nuovo.

Non esiste un diritto acquisito in merito. Nel momento in cui ne chiedo la rimozione, il prorpietario della tenda DEVE rimuoverla, senza se e senza ma.

Non esiste un diritto acquisito in merito. Nel momento in cui ne chiedo la rimozione, il prorpietario della tenda DEVE rimuoverla, senza se e senza ma.

anche se ho letto la risposta in ritardo, grazie per l'ulteriore chiarimento.

saluti.

×