Vai al contenuto
fedesimo

Sostituzione porta di ingresso - lui adduce la giustificazione che trattasi di porta blindata ma a tale proposito c'è da dire che

Buongiorno a tutti,

spero innanzitutto che sia questo lo spazio idoneo a cui indirizzare il mio quesito che è il seguente:

Nel mio condominio un nuovo proprietario sta effettuando lavori di ristrutturazione nell'appartamento acquistato. Tra i tanti, ha sostituito la porta di ingresso che risulta pertanto essere totalmente dissimile da tutte le altre. Lui adduce la giustificazione che trattasi di porta "blindata" ma a tale proposito c'è da dire che, oltre ad altri condomini, anche io personalmente ho "blindato" la mia ma, la ditta che fece il lavoro all'epoca proprio adducendo l'obbligo di mantenere l'omogeneità condominiale delle porte, lavorò all'interno lasciando l'esterno tale quale era.

Premetto che nessun divieto in tal senso viene indicato nel regolamento condominiale contrattuale e chiedo se questa variazione può essere o meno contestata.

Ringrazio anticipatamente chi avrà la cortesia di rispondere ed auguro a tutti buona giornata.

La variazione può essere contestata nelle sedi opportune (Mediazione e poi Tribunale) per lesione del decoro dello stabile.

Parere mio, quando si sostituisce la porta d'ingresso del proprio appartamento, non essendoci vincoli regolamentari presenti sul RdC, ognuno è libero di sostituire la porta, non dico identica ma almeno sia perlomeno simile alle altre, altrimenti potrebbe succedere che ci si trovi davanti ad un Giudice.

×