Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
renbard

Sostituzione dell' amministratore - latitante

Buongiorno;

nonostante le ripetute richieste inoltrate anche a mezzo raccomandata o PEC all' amministratore (che vanta di far parte di una delle più note associazioni.....) a far tempo dal 2014 di inviarci rendiconto spese e convocare una ssemblea ad oggi nulla è ancora perventuo se non nel corso di questi anni la richiesta di spese che in alcuni casi sono anche state pagate; ingenuamente.

Ora ci troviamo a voler dare un taglio a questa latitanza e vorremmo spare esattamente quali sono i passi da fare per nominare di nostra iniziativa un altro amministratore.

Possiamo indire noi condomini una assemblea in autonomia e conferire incarico ad un altro professionista ?

Quali documenti o scritti vanno predisposti ?

Se si il nuovo professionista ha il titolo per presentarsi dall' amministratore precedente e chiedere la documentazione ?

Se il nuovo amministratore dovesse accertare delle inesattezze da parte del precedente quali sono i termini per chiedere di risponderne al precedente ?

Attendo delucidazioni.

 

Grazie a tutti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

dovete inviare una richiesta all'amministratore per la costituzione di un'assemblea straordinaria ai sensi dell'art. 66 Dacc. con odg. Revoca amminsitratore, Nomina nuovo amministratore.

 

art. 66

 

L'assemblea, oltre che annualmente in via ordinaria per le deliberazioni indicate dall'articolo 1135 del codice, può essere convocata in via straordinaria dall'amministratore quando questi lo ritiene necessario o quando ne è fatta richiesta da almeno due condomini che rappresentino un sesto del valore dell'edificio. Decorsi inutilmente dieci giorni dalla richiesta, i detti condomini possono provvedere direttamente alla convocazione.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie JOSEFAT, quindi visto che di giori ne sono decorsi altro che 10; possiamo provvedere direttamente alla convocazione o meglio autoconvocazione ? Ed in quella sede nominare già uno nuovo ?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie JOSEFAT, quindi visto che di giori ne sono decorsi altro che 10; possiamo provvedere direttamente alla convocazione o meglio autoconvocazione ? Ed in quella sede nominare già uno nuovo ?

esattamente, poi sarà il nuovo amministratore a dover prendere contatti con il vecchio per il passaggio delle consegne.

 

P.S. naturalmente la richiesta dell'assemblea deve rispettato quanto stabilito nell'art. 66 Dacc

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Grazie ancora JOS, faremo così allora. Speriamo poi di non trovarci dell' ostruzionismo da parte del precedente....

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie ancora JOS, faremo così allora. Speriamo poi di non trovarci dell' ostruzionismo da parte del precedente....

una volta revocato, il precedente non può fare nulla, deve soltanto consegnare la documentazione condominiale, se non lo fa, bisognerà ricorrere ad azioni legali nei suoi confronti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Ok JOS, tutto chiaro. Predisporremo autoconvocazione con ODG e valutaremo la sostituzione tramite revoca del precedente

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Ok JOS, tutto chiaro. Predisporremo autoconvocazione con ODG e valutaremo la sostituzione tramite revoca del precedente

D'altra parte un amministratore che con convoca assemblee e presenta bilanci dal 2014, va sicuramente Revocato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

JOS, certo, dobbiamo solo essere sicuri di poterlo fare e come farlo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
JOS, certo, dobbiamo solo essere sicuri di poterlo fare e come farlo

Devi solo rispettare quanto stabilito dall'art. 66 Dacc per la richiesta di un'assemblea straordinaria.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Nel mio condominio esiste una situazione simile. L'amministratore, dal giorno del suo insediamento (1/1/2015) non ha esibito nemmeno un bilancio sia preventivo che consuntivo. Leggevo da qualche parte che, per questa grave inadempienza, è possibile ottenere la revoca giudiziale dell'amministratore. Volevo sapere se è vero e, nel caso, come procedere . Vorrei sapere inoltre se l'iniziativa può essere presa e portata avanti da un solo condomino a prescindere dai suoi millesimi di proprietà.

 

Saluti

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

È assolutamente vero ed è l’art. 1129 cc che al comma 9 dispone.

 

Costituiscono, tra le altre, gravi irregolarità:

1) l’omessa convocazione dell’assemblea per l’approvazione del rendiconto condominiale, il ripetuto rifiuto di convocare l’assemblea per la revoca e per la nomina del nuovo amministratore o negli altri casi previsti dalla legge

...

 

Nel caso descritto ricorrono senza dubbio gli estremi per una revoca, da richiedere prima in assemblea.

 

In caso di mancata revoca da parte dell’assemblea, ciascun condomino può rivolgersi all’autorità giudiziaria; in caso di accoglimento della domanda, il ricorrente, per le spese legali, ha titolo alla rivalsa nei confronti del condominio, che a sua volta può rivalersi nei confronti dell’amministratore revocato

 

Per procedere richiedete all’amministratore in carica la convocazione di una assemblea seguendo le condizioni disposte dall’art. 66 dacc, ovvero con la firma di almeno due condòmini che esprimano perlomeno 1/6 del valore millesimale dell’edificio. In assenza di risposta nei 10 giorni successivi potrete autoconvocarvi e deliberare.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×