Vai al contenuto
rogge

Sostituzione citofono guastatosi a causa di guasto dell'impianto.

Nel condominio avevamo l'impianto citofonico che funzionava male con un citofono che non trasmetteva la voce da casa al portone. Il riparatore ha sostituito il citofono e ha dichiarato che lo stesso si è danneggiato a causa del ritorno di tensione fissa proveniente dall'apparecchio citofonico di un'altro interno. 

Ora chiedevo se l'importo della sostituzione del citofono deve essere comunque messo a carico del proprietario o invece deve essere messo a carico di tutti i condomini visto che il guasto è stato causato dall'impianto? Oppure si deve mettere il 50% a carico del proprietario e il restante 50% a carico di tutti i condomini?

Ringrazio anticipatamente chi mi chiarirà le idee su questo quesito.

 

rogge dice:

Nel condominio avevamo l'impianto citofonico che funzionava male con un citofono che non trasmetteva la voce da casa al portone. Il riparatore ha sostituito il citofono e ha dichiarato che lo stesso si è danneggiato a causa del ritorno di tensione fissa proveniente dall'apparecchio citofonico di un'altro interno. 

Ora chiedevo se l'importo della sostituzione del citofono deve essere comunque messo a carico del proprietario o invece deve essere messo a carico di tutti i condomini visto che il guasto è stato causato dall'impianto? Oppure si deve mettere il 50% a carico del proprietario e il restante 50% a carico di tutti i condomini?

Ringrazio anticipatamente chi mi chiarirà le idee su questo quesito.

 

Se il condòmino vi contesta la spesa potrebbe portarvi in Tribunale ed l tecnico dovrebbe presentare una perizia giurata da confrontare con il perito nominato dal Giudice.

I costi di una causa sarebbero sicuramente superiori alla riparazione.

Oltretutto hai detto che l'impianto è stato sostituito e non riparato per cui si può presumere che l'impianto fosse molto vecchio e non p certo che la causa sia quella che a voce vi ha detto il fornitore, magari per convincervi a pagare tutto.

Tra l'altro anche se il danno è avvenuto a causa dell'apparecchio, potrebbe essere stato un caso fortuito e non voluto dal singolo condòmino.

 

E? mia opinione che visto che ora avete un impianto nuovo di zecca e che la cosa potrebbe essere capitata a chiunque, ripartitevi la spesa tra TUTTI i condòmini e godetevi il nuovo citofono in pace, senza rovinare i rapporti di buon vicinato.

"Un poco per uno, non fa male a nessuno"

rogge dice:

stesso si è danneggiato a causa del ritorno di tensione fissa proveniente dall'apparecchio citofonico di un'altro interno. 

a parte che spesso le dichiarazioni dei ''riparatori'' condominiali sono da prendere con le molle,

se la causa era quella detta, sostituiva l'apparecchio citofonico in questio e in tal caso la spesa

poteva essere posta a carico dell'interessato... forse, come dice @Leonardo53 il fornitore ha preferito

fare un lavoro più remunerativo. Quindi ha anche cambiato tutti gli interni? O solo quello 

da cui dice viene il problema? 

Il riparatore ha isolato dall'impianto il citofono causa del guasto (casa disabitata e proprietario non intervenuto ad aprire l'appartamento) e sostituito il citofono di un'altro appartamento che secondo lui si era rotto a causa del guasto dell'altro apparecchio.

Cancello tutto quello che ho detto che derivava da una errata interpretazione del primo post.

Avevo capito che aveva cambiato l'intero impianto.  

Un solo citofono interno sostituito  e guasto, a dire dell'elettricista, imputabile al vicino assente.

Quindi, apparentemente, il condominio non c'entra.  Teoricamente la spesa è a carico di chi

ha avuto la sostituzione, salvo rivolgersi al  vicino per il  rimborso... cosa non facile.

×