Vai al contenuto
DanAle77

Sostituzione Citofono

Buongiorno a tutti.

 

Ho acquistato un'unità immobiliare derivante da uno sdoppiamento di un precedente alloggio al quale era collegato un singolo spazio nel citofono condominiale.

 

Visto che ora le unità immobiliari sono 2 serve un nuovo spazio nella plafoniera ma è impossibile ottenerlo (un condomino proprietario di più unità abitative avrebbe la possibilità di cedere uno spazio ma è poco incline alla contrattazione).

 

Io ed il mio nuovo vicino ci troviamo pertanto a dover richiedere la sostituzione della plafoniera (peraltro rovinata e scarsamente funzionante) visto che secondo il regolamento comunale (Torino) tutte le plafoniere devono essere sostituite con plafoniere recanti l'incisione del numero civico e dotate di illuminazione a Led.

 

Chi ci ha venduto la casa si è scontrato con l'amministratore che ha sempre sostenuto che l'intera modifica sarebbe dovuta essere sostenuta dal richiedente e che si sarebbe dovuto avvalere dell'elettricista condominiale che ha proposto un intervento a prezzi fuori dal mercato (circa 3000 euro).

Come controproposta l'ex propritario ha contattato un elettricista di fiducia disposto a svolgere lo stesso lavoro per circq 1300 euro, ma l'amministratore si è sempre rifiutato di fornire l'autorizzazione dei lavori senza l'approvazione del condominio. Ha promesso di indire un'assemblea straordinaria, ma non l'ha mai fatto, ed oggi a quasi un anno di distanza ci troveremo a discutere della cosa in assenblea ordinaria.

 

L'altro coinquilino ed io vorremmo proporre di utilizzare i 1300 euro datici dal precedente proprietario per provvedere alla sostituzione della plafoniera ma nel caso (molto probabile) che la cifra richiesta sia superiore, vorremmo che l'intero condominio partecipasse alla spesa eccedente.

 

Ha una valenza legale quanto sto scrivendo? In fondo l'intero condominio beneficerebbe di un citofono a norma che cmq nel breve periodo andrebbe cambiato.

 

È cmq necessaria l'autorizzazione da parte della maggioranza (anche se il rischio è che senza autorizzazione uno di noi resti senza citofono)?

 

Un ringraziamento speciale a chi vorrà aiutarmi!

 

Daniele

Il citofono deve essere cambiato a spesa di chi chiede la variazione.

Chi deve sostenere la spesa può rivolgersi a chi presenta l'offerta più favorevole, a parità di prodotto, naturalmente.

 

Non si capisce mai perchè i fornitori presentati da certi Amministratori hanno sempre i prezzi maggiorati!!!

 

Naturalmente occorre la preventiva autorizzazione dell'assemblea, che per l'eventuale rifiuto deve avere una valida giustificazione.

Il citofono deve essere cambiato a spesa di chi chiede la variazione.

Chi deve sostenere la spesa può rivolgersi a chi presenta l'offerta più favorevole, a parità di prodotto, naturalmente.

 

Non si capisce mai perchè i fornitori presentati da certi Amministratori hanno sempre i prezzi maggiorati!!!

 

Naturalmente occorre la preventiva autorizzazione dell'assemblea, che per l'eventuale rifiuto deve avere una valida giustificazione.

Luingi.................dal pensare che l'amministratore abbia interessi a far eseguire i lavori dall'elettricista di propria fiducia penso che debba accettare i preventivi di altri,specialmente nel caso che per legge comunale il tutto debba essere sostituito e che per ora non si possa opporre ad un intervento provvisorio senza arrecare danni ad altri condomini,alla prossima assemblea porta un tuo preventivo (senza per ora dirlo all'amministratore) saranno i condomini decidere quale accettare,...

×