Vai al contenuto
Faber975

Sostituzione Caloriferi + Termovalvole

Pongo una domanda.

In un condominio di 20 appartamenti, solo 2 condomini hanno sostituito dei vecchi caloriferi con nuovi, dotandoli inoltre di termovalvole.

Gli altri condomini non procederanno ad installare le termovalvole perchè un termotecnico ha certificato l'incompatibilità con i caloriferi in dotazioni (che sono degli anni 70).

I due che hanno installato i nuovi caloriferi con termovalvole possono chiedere di riscrivere la tabella millesimale in modo favorevole nei loro confronti? Inoltre quando si può imporre a tutti la sostituzione dei vecchi 'terminali'?

Grazie.

Marco

Saranno termoconvettori?🤔Ma anche i termoconvettori si possono contabilizzare.
Ma anche i termoconvettori si possono contabilizzare.

Non mi pare... la potenza termica dei termoconvettori non è determinabile con il metodo proposto dalla norma UNI 10200!

Non mi pare... la potenza termica dei termoconvettori non è determinabile con il metodo proposto dalla norma UNI 10200!-
Si monta un contacalorie su ogni termoconvettore. Adesso ci sono anche wireless
Si monta un contacalorie su ogni termoconvettore. Adesso ci sono anche wireless

Ma che c'entra? Se la potenza non è determinabile, non si può contabilizzare.

 

Dai termoconvettori esce aria calda, ma la piastra dove si monta il contacalorie rimane fredda o quasi.

Ma che c'entra? Se la potenza non è determinabile, non si può contabilizzare.

 

Dai termoconvettori esce aria calda, ma la piastra dove si monta il contacalorie rimane fredda o quasi.

Il contacalorie sì monta sul tubo di mandata. Sono uguali a quelli montati in caldaia.

Il contacalorie sì monta sul tubo di mandata. Sono uguali a quelli montati in caldaia.

Allora saranno ventilconvettori!

IMG_3280.jpg

Mi scuso per l'imprecisione con cui ho denominato i terminali...sono questi (erano questi perchè come dicevo io li ho sostituiti).

Ovviamente poi c'era un rivestimento metallico, molti condomini hanno sostituito i rivestimenti in metallo (che oggettivamente sono molto brutti) con dei copricaloriferi in legno.

ps la foto è ruotata di 90°

[ATTACH]1463[/ATTACH]

Il funzionamento è il seguente: l'acqua passa da una parte all'altra e il calore viene emanato attraverso le lamelle metalliche.

ps anche questa foto purtroppo è ruotata di 90° ma è il sistema che me la ruota nel momento dell'upload

Mi scuso per l'imprecisione con cui ho denominato i terminali...sono questi (erano questi perchè come dicevo io li ho sostituiti).

Non capisco come qualcuno possa sostenere che su questo tipo di convettore non si possa installare una valvola termostatica e un ripartitore. Non si tratta di ventilconvettori per i quali i ripartitori non possono essere usati.

[ATTACH]1463[/ATTACH]

Il funzionamento è il seguente: l'acqua passa da una parte all'altra e il calore viene emanato attraverso le lamelle metalliche.

ps anche questa foto purtroppo è ruotata di 90° ma è il sistema che me la ruota nel momento dell'upload

Come dicevo si può montare un contatermie. Misura la portata e il delta della temperatura tra entrata e uscita (ad esempio questo http://www.caleffi.com/italy/it/sistemi-calore/contatore-di-calore-diretto-contecar) che in opera costa circa 250 euro. Sarà proprio il costo che ha indotto il termotecnico a periziare la non fattibilità visto che probabilmente il contatermie vale di più del convEttore ma tecnicamente si può fare.

Non capisco come qualcuno possa sostenere che su questo tipo di convettore non si possa installare una valvola termostatica e un ripartitore. Non si tratta di ventilconvettori per i quali i ripartitori non possono essere usati.

INFATTI ... sono normali convettori (detti anche termoconvettori, da non confondersi con i ventilconvettori, o fan-coil, dove c'è anche un motore elettrico).

Mentre contabilizzare un ventilconvettore è troppo costoso, brutto, contorto (ci vuole un contacalorie, quindi strumento che misura portata, temperatura di entrata e di uscita dell'acqua), contabilizzare un convettore si fa tranquillamente con un ripartitore di calore con la sonda remota, un cavetto che collega il ripartitore al centro delle alette.

Stesso discorso per la valvola, esistono valvole termostatiche apposta per il convettori.

Non so .. per me vi hanno detto una puttanata .....

Ciao Faber

 

Se può interessarti c'è un convegno sulla contabilizzazione del calore a Milano l'11 Maggio.

 

Oppure in altre città in altre date.

 

Inserisco qui il link se può interessarti, è gratuito.

 

--link_rimosso--

×