Vai al contenuto
Condomino_81

Sollecito pagamento - quello del numero

Buongiorno,

vi espongo il mio problema. Spero di essere chiaro e non troppo prolisso.

Condominio di una ventina di appartamenti. TUTTI ad eccezione di 7 sono di un unico proprietario (megaproprietario), per un totale di circa 800/1000.

Ad inizio 2014 c'è stata un'assemblea (in seconda convocazione): presenti 4 proprietari + il megaproprietario.

Si doveva decidere sulle rate di pagamento di alcune spese passate (anticipate dal megaproprietario) che ci sono state fatte pervenire con un ritardo di anni a causa dell'amministratore stesso. Vengono proposte dall'amministratore 3 rate da estinguersi entro giugno 2014.

Favorevole solo il megaproprietario, contrari gli altri 4 (non che non volevamo pagare, ma volevamo più tempo, data la somma dovuta). L'amministratore delibera che è sufficiente l'1/3 dei millesimi (e non del numero) per approvare.

Dimostriamo la nostra contrarietà in quanto riteniamo che si debba avere anche l'1/3 del numero, ma niente, l'amministratore non torna sui suoi passi.

Nel corso del 2014 attendiamo le rate da pagare e malgrado le nostre richieste non arrivano.

Arrivano attorno a Natale 2014 e le scadenze delle rate sono fissate per il 31/12, 28/02 e 31/03 (decise dall'amministratore).

A noi non va giù dover fare quello che dice l'amministratore senza un consenso di tutti, quindi decidiamo di comune accordo tra di noi di pagare solo la prima rata e discutere alla successiva assemblea le restanti. OGGI e cioè il 2 marzo è arrivata a tutti una lettera dell'avvocato che ci intima di pagare entro 8 giorni la seconda rata (la cui scadenza, decisa in maniera unilaterale dall'amministratore, era due giorni prima). In più ci chiede di pagare le spese legali per le lettere (circa 180 euro a testa).

Quello che vi chiedo è

 

1) è valida la delibera che definisce le scadenze delle rate anche se ha raggiunto solo il quorum dei millesimi e non quello del numero?

2)Può l'amministratore decidere senza il consenso di nessuno le rate e le scadenze? E dato che nessuno aveva approvato quelle scadenze, può andare per vie legali nel caso non pagassimo entro i termini decisi da lui?

3)le spese legali delle lettere dovrebbero essere a carico del condominio divise per millesimi e non individuali come dice l'amministratore, vero?

4)cosa possiamo fare per non confermarlo considerando che il superproprietario non è d'accordo?

 

Vi ringrazio per l'attenzione e per le eventuali risposte.

Buongiorno,

vi espongo il mio problema. Spero di essere chiaro e non troppo prolisso.

Condominio di una ventina di appartamenti. TUTTI ad eccezione di 7 sono di un unico proprietario (megaproprietario), per un totale di circa 800/1000.

Ad inizio 2014 c'è stata un'assemblea (in seconda convocazione): presenti 4 proprietari + il megaproprietario.

Si doveva decidere sulle rate di pagamento di alcune spese passate (anticipate dal megaproprietario) che ci sono state fatte pervenire con un ritardo di anni a causa dell'amministratore stesso. Vengono proposte dall'amministratore 3 rate da estinguersi entro giugno 2014.

Favorevole solo il megaproprietario, contrari gli altri 4 (non che non volevamo pagare, ma volevamo più tempo, data la somma dovuta). L'amministratore delibera che è sufficiente l'1/3 dei millesimi (e non del numero) per approvare.

Dimostriamo la nostra contrarietà in quanto riteniamo che si debba avere anche l'1/3 del numero, ma niente, l'amministratore non torna sui suoi passi.

Nel corso del 2014 attendiamo le rate da pagare e malgrado le nostre richieste non arrivano.

Arrivano attorno a Natale 2014 e le scadenze delle rate sono fissate per il 31/12, 28/02 e 31/03 (decise dall'amministratore).

A noi non va giù dover fare quello che dice l'amministratore senza un consenso di tutti, quindi decidiamo di comune accordo tra di noi di pagare solo la prima rata e discutere alla successiva assemblea le restanti. OGGI e cioè il 2 marzo è arrivata a tutti una lettera dell'avvocato che ci intima di pagare entro 8 giorni la seconda rata (la cui scadenza, decisa in maniera unilaterale dall'amministratore, era due giorni prima). In più ci chiede di pagare le spese legali per le lettere (circa 180 euro a testa).

Quello che vi chiedo è

 

1) è valida la delibera che definisce le scadenze delle rate anche se ha raggiunto solo il quorum dei millesimi e non quello del numero?

2)Può l'amministratore decidere senza il consenso di nessuno le rate e le scadenze? E dato che nessuno aveva approvato quelle scadenze, può andare per vie legali nel caso non pagassimo entro i termini decisi da lui?

3)le spese legali delle lettere dovrebbero essere a carico del condominio divise per millesimi e non individuali come dice l'amministratore, vero?

4)cosa possiamo fare per non confermarlo considerando che il superproprietario non è d'accordo?

 

Vi ringrazio per l'attenzione e per le eventuali risposte.

1) la delibera da annullabile è divenuta valida perchè nessuno l'ha impugnata entro i termini stabiliti dall'art 1137 cc - nel termine perentorio di trenta giorni, che decorre dalla data della deliberazione per i dissenzienti o astenuti e dalla data di comunicazione della deliberazione per gli assenti - fatto salvo che manchi ancora qualche condomino da avvisare

2) Non può, ma la delibera dice entro giugno 2014 (oppure è 2015?) per cui dovevano essere state già pagate se è 2014.

3) le spese legali sono a carico di chi assume il legale, sino a che un Giudice non stabilirà un valtra partizione

4) difficile revocare dato che presumo il supercondomino possiede più millesimi e credo voterà a favore dell'amministratore, per cui sarebbe da trovare qualche irregolarità e citare all'A.G. per la revoca iniziando dalla mediazione con l'assistenza di un legale, questo può essere fatto anche da un solo condomino.

Grazie per le risposte!

Giusto per essere preparati: dato che a breve ci sarà una nuova assemblea, mi esclude che esistano delle delibere approvabili solo raggiunto il quorum dei millesimi e non quello del numero? Oppure esistono particolari decisioni approvabili sono con i millesimi?

Grazie mille

L:e delibere si approvano esclusivamente con la doppia maggiornaza, quella delle tete e quella dei millesimi, non esistono delibere che si approvano esclusivamente con i millesimi.

Esistono però diversi quorum deliberativi secondo il tipo di delibera e assemblea (1° o 2° convocazione), vedi qui ad esempio i quorum che si devono ottenere per le varie delibere;

--link_rimosso--

Approfitto per un'altra domanda. Dalla tabella che mi ha indicato, vedo che ci vuole la maggioranza non solo per la revoca dell'amministratore, ma anche per la conferma. Nel nostro caso le teste sarebbero contrarie ma i millesimi favorevoli alla riconferma. Come si va avanti? c'è uno stallo o vince la riconferma?

Grazie

Approfitto per un'altra domanda. Dalla tabella che mi ha indicato, vedo che ci vuole la maggioranza non solo per la revoca dell'amministratore, ma anche per la conferma. Nel nostro caso le teste sarebbero contrarie ma i millesimi favorevoli alla riconferma. Come si va avanti? c'è uno stallo o vince la riconferma?

Grazie

Nel caso non si approvi la nomina di un neo amministratore e neppure si riconfermi quello in carica, quest'ultimo rimane in proroga con pieni poteri sino a che non sarà riconfermato o nominato un successore.

Nel vostro caso - teste contrarie ma i millesimi favorevoli alla riconferma - c'è uno stallo e quindi un nulla di fatto per cui l'amministratore rimane in carica in proroga con pieni poteri, come detto in precedenza.

Buongiorno,

vi espongo il mio problema. Spero di essere chiaro e non troppo prolisso.

Condominio di una ventina di appartamenti. TUTTI ad eccezione di 7 sono di un unico proprietario (megaproprietario), per un totale di circa 800/1000.

Ad inizio 2014 c'è stata un'assemblea (in seconda convocazione): presenti 4 proprietari + il megaproprietario.

Si doveva decidere sulle rate di pagamento di alcune spese passate (anticipate dal megaproprietario) che ci sono state fatte pervenire con un ritardo di anni a causa dell'amministratore stesso. Vengono proposte dall'amministratore 3 rate da estinguersi entro giugno 2014.

Favorevole solo il megaproprietario, contrari gli altri 4 (non che non volevamo pagare, ma volevamo più tempo, data la somma dovuta). L'amministratore delibera che è sufficiente l'1/3 dei millesimi (e non del numero) per approvare.

Dimostriamo la nostra contrarietà in quanto riteniamo che si debba avere anche l'1/3 del numero, ma niente, l'amministratore non torna sui suoi passi.

Nel corso del 2014 attendiamo le rate da pagare e malgrado le nostre richieste non arrivano.

Arrivano attorno a Natale 2014 e le scadenze delle rate sono fissate per il 31/12, 28/02 e 31/03 (decise dall'amministratore).

A noi non va giù dover fare quello che dice l'amministratore senza un consenso di tutti, quindi decidiamo di comune accordo tra di noi di pagare solo la prima rata e discutere alla successiva assemblea le restanti. OGGI e cioè il 2 marzo è arrivata a tutti una lettera dell'avvocato che ci intima di pagare entro 8 giorni la seconda rata (la cui scadenza, decisa in maniera unilaterale dall'amministratore, era due giorni prima). In più ci chiede di pagare le spese legali per le lettere (circa 180 euro a testa).

Quello che vi chiedo è

 

1) è valida la delibera che definisce le scadenze delle rate anche se ha raggiunto solo il quorum dei millesimi e non quello del numero?

2)Può l'amministratore decidere senza il consenso di nessuno le rate e le scadenze? E dato che nessuno aveva approvato quelle scadenze, può andare per vie legali nel caso non pagassimo entro i termini decisi da lui?

3)le spese legali delle lettere dovrebbero essere a carico del condominio divise per millesimi e non individuali come dice l'amministratore, vero?

4)cosa possiamo fare per non confermarlo considerando che il superproprietario non è d'accordo?

 

Vi ringrazio per l'attenzione e per le eventuali risposte.

ahahahahahah sul mega proprietario mi è venuto in mente il mega direttore duca conte balabam di Fantozzi..........comunque è tutto corretto e preciso quanto riportato da Tullio Ts 😉

×