Vai al contenuto
Andrea T

Sollecito pagamento a inquilino!

Buonasera a tutti,

il mio problema è il seguente: il 4 novembre 2015 un condomino ha venduto un appartamento e mi ha richiesto, a quella data, il conteggio delle rate condominiali che gli ho fatto avere e sulla base del quale lui ha pagato tutte le sue competenze.

Il nuovo proprietario ha deciso di lasciare il vecchio proprietario in casa fino al 31 dicembre e ha voluto un aggiornamento delle spese condominiali alla data del 31/12 perchè d'accordo con il vecchio proprietario (ora inquilino) che lo stesso avrebbe pagato tutte le spese fino alla sua permanenza in casa. Fatto anche questo il vecchio proprietario si rifiuta di pagare e ora il nuovo proprietario mi dice che lui le rate non le paga e che le deve pagare l'altro e mi ha fatto pervenire una raccomandata da parte del suo avvocato nella quale mi chiede di produrre, a mio carico, tutti le pezze giustificative e i solleciti relativi al fatto che io abbia fatto tutto il possibile per far pagare le spese al vecchio proprietario.

Ma se al passaggio della proprietà il vecchio proprietario era in regola con tutto io cosa gli produco??? I solleciti mica li mando all'inquilino...secondo me era il nuovo proprietario a doversi accertare di questo pagamento....o sbaglio?

non sbagli.

gli accordi tra vecchio e nuovo proprietario riguardano solo loro.

il nuovo è quello che ora risponde al condominio.

alla data del cambio di proprietà c'era una situazione contabile che tu hai certificato.

da quella data e da quella situazione contabile comincia il rapporto col nuovo condomino.

da quella data non hai titoli per chiedere alcunchè al vecchio.

eventualmente chiedi al nuovo che si rivarrà sul vecchio se ha in mano accordi fra di loro.

se al 4 novembre il vecchio era allineato, da allora in poi il disallineato è il nuovo.

Non devi produrre proprio niente. Dalla data del rogito, le spese sono a carico del nuovo proprietario. Eventuali accordi su chi doveva pagare il condominio o meno valgono solo tra venditore e acquirente.

Il tuo riferimento, in quanto condòmino, è il nuovo proprietario.

Paul è stato ineccepibile. Per come descrivi la situazione puoi rispondere all'avvocato del nuovo proprietario spiegando il fatto, mettendo a disposizione tutta la documentazione richiesta (è pur sempre un diritto del condomino averla), ma al contempo specificando che non saranno tollerati comportamenti dilatori e che le conseguenze dell'inadempimento ricadranno prima d'ogni cosa sul suo cliente. Inoltre è bene che gli specifichi che a fra data dalla compravendita, l'unico responsabile verso il condominio è il nuovo proprietario che, eventualmente, ha diritto di rivalsa verso il venditore.

Grazie ad entrambi....è esattamente quello che pensavo....documenti non ne ho perché sono sempre stati regolari nei pagamenti...

×