Vai al contenuto
IOcondominio

Soldi finiti, chi paga le spese?

Salve,

in un condominio, dove sono presenti alcuni condomini morosi, l'amministratore ha provveduto a fare decreto ingiuntivo per i morosi "gravi" e si sta procedendo anche a carico di coloro che sono morosi per poche somme.

Il problema è che nonostante il decreto ingiuntivo i morosi non hanno ancora pagato e a quanto pare ci vuole del tempo per recuperare le somme dovute.

Nel frattempo però le spese ci sono lo stesso (ENEL, pulizia, servizi, ecc..).

L'amministratore che fino ad oggi ha già anticipato oltre 2000 euro ha inviato una lettera a tutti i condomini dicendo che non è suo dovere anticipare denaro per il condominio e che non pagherà più niente di tasca sua (MI SEMBRA GIUSTO!) e quindi probabilmente farà staccare ENEL, sospenderà le pulizie ecc... a meno chè i condomini non vogliono anticipare per i morosi nella speranza di essere rimborsati al recupero delle somme.

Tra i condomini c'è molto malumore, ovviamente tra quelli adempienti perchè pur avendo sempre pagato tutto secondo le scadenze stabiliti ora si vedono chiesti ulteriori soldi per pagare i debiti dei morosi e minacciano di revocare l'attuale amministratore.

Cosa bisogna fare in questo caso?

Chi è che deve pagare se i soldi del condominio sono finiti ed addirittura il saldo cassa è in negativo in quanto i soldi per pagare le varie cose li ha messi l'amministratore?

L'amministratore può far staccare l'ENEL e sospendere i servizi senza nessuna sua responsabilità?

Grazie

ma secondo i condomini l'amministratore dovrebbe stampare euro falsi per far fronte alle spese condominiali?

Più di muoversi con i decreti ingiuntivi ed aver anticipato di tasca sua 2000,00 € (cosa da pazzi!)cosa dovrebbe fare?

I condomini morosi che vogliono revocare l'amministratore che fa il suo dovere, cosa pensano che con un nuovo amministratore più simpatico non debbano pagare le spese condominiali?

poveri amministratori...RESPONSABILITA' DEGLI AMMINISTRATORI , MAI DOVERI DEI CONDOMINI...

L'amministratore che fino ad oggi ha già anticipato oltre 2000 euro ha inviato una lettera a tutti i condomini dicendo che non è suo dovere anticipare denaro per il condominio e che non pagherà più niente di tasca sua (MI SEMBRA GIUSTO!)

 

E' giusto,inoltre revocare l'ammisnitratore a cosa porta?

Questa sarebbe una domanda da farsi.

Egli fine delle sue tribolazioni,avrebbe diritto e cosa certa che farebbe e fara',decreto nei confronti del condominio,per il recupero delle sue quote anticipate.

Sicuro al mille per mille !!!

Oltre che?

Senza meno ritrovarvi con il tutto staccato e un altro amminsitratore,che potrebbe fare?

Dire a chi paga di anticipare per i morosi in attesa dei recuperi.

 

pUO' FAR STACCARE I SERVIZI'

CerTo che puo'.

FATTI!!!

Non parole..

Grazie per gli interventi che tra l'altro condivido.

Un'altra cosa... l'amministratore dice di non poter più procedere con la richiesta di decreto ingiuntivo per i nuovi morosi perchè non ha soldi per l'avvocato. In questo caso questi se la passeranno liscia se i soliti che pagano non sostengono le spese per il decreto ingiuntivo?

 

Si.

Non solo; visto che la fila dei morosi si ingrossa, pure lo scoperto condominiale da coprire aumenterà.

×