Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
midade

Sito web condominio, pigc

Buongiorno

premetto che utilizzo il software Pigc per la tenuta della contabilità.

Se qualche condomino mi richiede la possibilità di avere un sito web... come mi devo comportare? dove mi devo appoggiare?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Buongiorno

premetto che utilizzo il software Pigc per la tenuta della contabilità.

Se qualche condomino mi richiede la possibilità di avere un sito web... come mi devo comportare? dove mi devo appoggiare?

grazie

Innanzitutto la richiesta del sito web deve essere deliberata dall'assemblea con la maggioranza del 2° comma art. 1136 perchè il costo è a spese del condominio.

 

Poichè usi PIGC hai la possibilità di pubblicare i dati tamite CONDOMINIO.MOBI.

A questo link trovi i dettagli:

http://www.mmdata.net/condominio-mobi-pigc.php

 

Ovviamente questo sito è collegato al tuo gestionale per cui funzionerà solo finchè tu sarai amministratore di quel condominio e finchè pagherai il canone.

 

Se il condominio ti richiede un sito tutto suo, con proprio dominio da mantenere anche se dovesse cambiare amministratore, allora dovrai appaltare la costruzione e manutenzione del sito ad una società che si occupa di realizzazione siti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Innanzitutto la richiesta del sito web deve essere deliberata dall'assemblea con la maggioranza del 2° comma art. 1136 perchè il costo è a spese del condominio.

 

Poichè usi PIGC hai la possibilità di pubblicare i dati tamite CONDOMINIO.MOBI.

A questo link trovi i dettagli:

http://www.mmdata.net/condominio-mobi-pigc.php

 

Ovviamente questo sito è collegato al tuo gestionale per cui funzionerà solo finchè tu sarai amministratore di quel condominio e finchè pagherai il canone.

 

Se il condominio ti richiede un sito tutto suo, con proprio dominio da mantenere anche se dovesse cambiare amministratore, allora dovrai appaltare la costruzione e manutenzione del sito ad una società che si occupa di realizzazione siti.

Grazie infinite.

Se io creo un mio sito personale con wix... posso utilizzarlo in qualche maniera? oltre alla mia pubblicità in quanto amm.re?

grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Salve,

se vuoi qua ti puoi fare un idea di cosa deve esserci nel sito condominiale.

 

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Realizzazione Siti Web

>>>>>>>>>>>>>>>>>>>

Poi valuterai su google a chi affidare l'incarico o puoi chiedere agli stessi condomini di aiutarti nel portare più scelte all'assemblea.

Cordiali saluti.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie infinite.

Se io creo un mio sito personale con wix... posso utilizzarlo in qualche maniera? oltre alla mia pubblicità in quanto amm.re?

grazie

Certo, puoi creare un tuo sito personale o anche un sito condominiale per ciascun condominio se ne sei capace.

L'importante è che i dati di ciascun condominio siano protetti da password in modo da consentire l'accesso ai dati ai soli condòmini di quel condominio.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Puoi utilizzare una piattaforma già collaudata e testata per l'utilizzo con software di terze parti come condominio365 in alternativa a crearti un sito da solo o a rivolgerti ad una web agency.

 

Creare un sito condominiale è un argomento sensibile per quanto riguarda la privacy, l'accessibilità e la possibilità che il sito venga hackerato o defacciato.

 

Condominio365 tra l'altro ti permette di usare un tuo dominio a scelta e di integrarsi con un eventuale sito web dello studio di amministrazione con un suo database dedicato.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Grazie infinite.

Se io creo un mio sito personale con wix... posso utilizzarlo in qualche maniera? oltre alla mia pubblicità in quanto amm.re?

grazie

se guardi nelle istruzioni del tuo programma e/o chiedi alla tua assistenza ti diranno come fare il collegamento dalla tua pagina web a condomino-mobi dove il condomino con la password che gli fornirai potrà accedere a quello che vuoi pubblicare

 

guarda quello che hai in casa, che hai già pagato, prima di andare a cercare altre soluzioni

 

leggi cosa fà il tuo programma, perdici un week end e ... dopo un po' di lavoro, scoprirai che puoi recuperare tempo per fare altro ...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
... il condomino con la password che gli fornirai potrà accedere a quello che vuoi pubblicare

 

guarda quello che hai in casa, che hai già pagato, prima di andare a cercare altre soluzioni

 

leggi cosa fà il tuo programma, perdici un week end e ... dopo un po' di lavoro, scoprirai che puoi recuperare tempo per fare altro ...

Dipende da cosa chiede l'assemblea.

Se l'assemblea chiede un sito condominiale indipendente dall'amministratore, con archivio da poter consultare anche cambiando amministratore e gestionale?

 

Sul sito web del mio condominio, per esempio, c'è tutta la documentazione e la scansione di tutto il cartaceo dal 2008 ad oggi (un vero e proprio bakup online di tutto quanto è archiviato fisicamente nell'armadio) ma poichè il dominio è del condominio, anche se dovessimo cambiare un amministratore ogni anno, il sito sarebbe sempre lì ed ognuno potrebbe sempre vedere in un attimo perfino la bolletta enel di agosto 2008 o la fattura di pulizie di giugno 2009 oppure tutti i mod. 770 dal 2008 ad oggi.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Creare un sito "Del Condominio" invece che "Dell'Amministratore" è una richiesta plausibile che tuttavia mi lascia perplesso per una serie di ragioni:

 

1. Si spera che in futuro la pubblicazione condominiale prenda piede e diventi un servizio standard offerto dalla maggior parte degli amministratori e non una richiesta aggiuntiva a carico del condominio. Se offerta come servizio dall'amministratore svanirebbe in parte la necessità per il condominio di armarsi di sito web proprio in quanto il sito sarebbe meramente un portale che rappresenti l'operato dell'amministratore nei confronti dei condomini. Se il condominio cambia amministratore ogni anno basterà mantenere traccia dei rispettivi siti web che si cristallizzeranno alla data di passagio di consegna o richiedere di effettuare una migrazione dei dati.

 

2. Nel caso di cambio di Amministratore potrebbe essere nell'interesse degli Amministrati del condominio di mantenere due siti web separati così da non confondere la gestione del vecchio Amministratore con quella del nuovo. Teniamo presente che la riforma del condominio non specifica come debba essere mantenuta la documentazione del sito quindi deve essere permesso all'amministratore di modificare come meglio crede la documentazione pubblicata (in alcuni casi anche quella storica). Ovviamente la presenza di dati pubblicati da due Amministratori (entrante / uscente) con esigenze potenzialmente opposte è un aspetto critico.

 

3. Gli amministratori utilizzano programmi automatizzati per aggiornare il sito collegati con il loro gestionale (non aggiornano il sito manualmente) quindi se i due amministratori utilizzano gestionali differenti il sito potrebbe non essere aggiornabile. Nel nostro caso disponiamo di API indipendenti per l'aggiornamento del sito condominiale senza utilizzare il nostro gestionale (basta un file zip con dei fogli Excel opportunamente formattati come indicato all'URL http://www.inve.it/blog/api-importazione-dati-pubblicazione-condominiale) tuttavia siamo ancora agli albori ed ogni gestionale utilizza protocolli propri.

 

4. Un condominio che passa ad un altro Amministratore e che non desidera più di usufruire del servizio continua a mantenere la possibilità di consultare il proprio storico (anche se scade il dominio specifico del condominio rimane quello generico inve.it/ID_CONDOMINIO) quindi i dati pubblicati rimangono nella storia del Condominio anche se questo ora utilizza un nuovo sito.

La bolletta del 2008 quindi magari non sarà nello stesso sito utilizzato nel 2016 ma sarà sempre disponibile, questo almeno abbiamo deciso con il nostro servizio Condominio365 (ed immagino analogamente facciano anche i concorrenti) in quanto la documentazione di Condominio non può essere persa semplicemente perchè l'amministratore non ha rinnovato il contratto di manutenzione del sito.

Dal mio punto di vista (che vivo anche in un Condominio) quindi l'importante è avere un sito condominiale aggiornato ed il meno oneroso possibile per i Condòmini, che sia del Condominio o dell'Amministratore a me sembra ininfluente.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

... Un condominio che passa ad un altro Amministratore e che non desidera più di usufruire del servizio continua a mantenere la possibilità di consultare il proprio storico (anche se scade il dominio specifico del condominio rimane quello generico inve.it/ID_CONDOMINIO) quindi i dati pubblicati rimangono nella storia del Condominio anche se questo ora utilizza un nuovo sito.

La bolletta del 2008 quindi magari non sarà nello stesso sito utilizzato nel 2016 ma sarà sempre disponibile, questo almeno abbiamo deciso con il nostro servizio Condominio365 (ed immagino analogamente facciano anche i concorrenti) in quanto la documentazione di Condominio non può essere persa semplicemente perchè l'amministratore non ha rinnovato il contratto di manutenzione del sito...

Conservate dei backup?

Garantite Voi al condominio di continuare a visualizzare la bolletta del 2008 su inve.it/ID_CONDOMINIO anche dopo la revoca del vostro cliente/amministratore e contro la sua volontà?

Lo garantite anche se il giorno della revoca il vostro cliente decide di cancellare tutti i dati da inve.it/ID_CONDOMINIO?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Conservate dei backup?

Garantite Voi al condominio di continuare a visualizzare la bolletta del 2008 su inve.it/ID_CONDOMINIO anche dopo la revoca del vostro cliente/amministratore e contro la sua volontà?

Conserviamo backup giornalieri di tutti i siti web condominiali ed una volta scaduto il contratto annuale (può essere intestato al condominio o all'amministratore) inibiamo la modifica/aggiornamento dei dati ma permettiamo sia all'amministratore che agli amministrati di accedere al sito in modalità "solo consultazione".

Garantiamo un servizio quindi che dovrebbe essere analogo alla documentazione cartacea che non viene distrutta ma resta disponibile e consultabile ma non modificabile una volta "storicizzata".

 

Conservate dei backup?

Lo garantite anche se il giorno della revoca il vostro cliente decide di cancellare tutti i dati da inve.it/ID_CONDOMINIO?

Qui la questione è spinosa, l'amministratore ha pieno controllo di ciò che pubblica e quindi anche la modifica e cancellazione nel periodo in cui amministra un condominio, ovviamente lo fa assumendosi le responsabilità e sapendo che la documentazione condominiale pubblicata è materiale del condominio e non sua.

In teoria, se l'amministratore cancellasse i dati (cosa mai verificatasi finora) ed il Condominio li richiedesse formalmente, potremmo ricostruire il sito condominiale a partire dai backup giornalieri.

I backup giornalieri in realtà non erano previsti a questo scopo ma a scopo preventivo verso malfunzionamenti hardware/software dei server virtuali, a posteriori potrebbero però essere usati anche in tal senso.

 

La questione è spinosa più da un lato legale che tecnico, tecnicamente possiamo ripristinare i dati storici del Condominio ma legalmente può l'amministratore sostenere che per il passaggio di consegne desidera consegnare documentazione cartacea e rimuovere quanto pubblicato sul sito web?

Se ci trovassimo in una situazione del genere probabilmente dovremmo consultare il nostro legale o sperare che nel frattempo sia stata pubblicata qualche sentenza in merito.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

... La questione è spinosa più da un lato legale che tecnico, tecnicamente possiamo ripristinare i dati storici del Condominio ma legalmente può l'amministratore sostenere che per il passaggio di consegne desidera consegnare documentazione cartacea e rimuovere quanto pubblicato sul sito web?

Se ci trovassimo in una situazione del genere probabilmente dovremmo consultare il nostro legale o sperare che nel frattempo sia stata pubblicata qualche sentenza in merito.

Infatti il problema è proprio legale nel caso di rottura con l'amministratore (si pensi ai casi di pubblicazione documenti contraffatti con photoshop).

Il vostro cliente è l'amministratore e non con il condominio.

La vedo dura per il condominio costringere "VOI", senza il consenso del vostro cliente o senza un'ordinanza del Giudice a consegnare la documentazione digitale.

Diverso sarebbe se il titolare del contratto con VOI e dei backup da VOI effettuati fosse il CONDOMINIO e la richiesta del ripristino del backup fosse fatta dall'amministratore PRO-TEMPORE (il nuovo amministratore).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se il condominio ha questo timore in sede di assemblea potrebbe inserire una clausola che tutto il pubblicato non potrà essere rimosso dopo il passaggio di consegne (oppure a 3 mesi dal passaggio di consegne ad esempio).

 

In quel caso l'amministratore non potrebbe cancellare nulla essendo esplicitamente deliberato dall'assemblea ed eventualmente noi potremmo disabilitare questa possibilità.

 

Sinceramente non credo però l'amministratore uscente abbia interesse a cancellare quanto pubblicato dovendo comunque consegnare documentazione cartacea all'amministratore uscente o al condominio.

Il sito web quindi sarebbe semplicemente una (piccola) parte di quanto è già tenuto a produrre al momento del passaggio di consegne.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se il condominio ha questo timore in sede di assemblea potrebbe inserire una clausola che tutto il pubblicato non potrà essere rimosso dopo il passaggio di consegne (oppure a 3 mesi dal passaggio di consegne ad esempio).

 

In quel caso l'amministratore non potrebbe cancellare nulla essendo esplicitamente deliberato dall'assemblea ed eventualmente noi potremmo disabilitare questa possibilità.

Resterebbe una clausola contrattuale tra condominio ed amministratore.

Il condominio potrebbe fare azione di rivalsa verso l'amministratore ma tale clausola sarebbe inefficace nei vostri confronti.

Solo una clausola contrattuale con un contratto diretto condominio/software-house firmato dall'amministratore pro-tempore per conto del condominio e vostre fatture di manutenzione sito intestate al condominio potrebbe tirarvi in causa.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Crea un account o accedi per lasciare un commento

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registra un nuovo account

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×