Vai al contenuto
Forst

Sistema videosorveglianza condominiale

Salve,

volevo chiedervi un'informazione: per mettere un sistema di videosorveglianza alla palazzina in cui vivo devono chiedere anche ai condomini che hanno solo il box sotto alla palazzina perché fanno parte del complesso o non serve?

un'altra informazione: tutti i condomini devono essere d'accordo nel metterle o vince la maggioranza?

Grazie in anticipo

Bisogna verere dove verrà posizionata la videosorveglianza, se è parte comune anche ai proprietari dei box, anche questi parteciperanno alla votazione ed alla spesa.

La videosorveglianza si approva con il 2° comma dell'art 1136 cc, > teste presenti in assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dello stabile (500 mlm);

 

cc Art. 1122-ter. Impianti di videosorveglianza sulle parti comuni.

Le deliberazioni concernenti l'installazione sulle parti comuni dell'edificio di impianti volti a consentire la videosorveglianza su di esse sono approvate dall'assemblea con la maggioranza di cui al secondo comma dell'articolo 1136.

La ringrazio egregiamente. Infatti alcuni condomini è come se non ci vivessero quindi sono contento che vince la maggioranza perché metterli d'accordo e interessarsi alla spesa sarebbe impossibile. Grazie tante

La ringrazio egregiamente. Infatti alcuni condomini è come se non ci vivessero quindi sono contento che vince la maggioranza perché metterli d'accordo e interessarsi alla spesa sarebbe impossibile. Grazie tante
Non è sufficiente che non ci vivano nel condominio, è necessario vedere il titoli (rogiti e/o RdC Contrattuale), perchè le parti comuni sono tutte quelle elencate nell'art. 1117 cc, fatto salvo titolo contrario

no no..infatti intendevo sono condomini che hanno casa di proprietà ma in due casi specifici: uno l' ha messa in vendita e quindi non gli importa della videosorveglianza e direbbe di no e l'altro viene solo in estate. Comunque capisco che anche loro devono essere messi al corrente della decisione della videosorveglianza e anche se non fossero d'accordo sono contento che vinca la maggioranza e non devono essere tutti a favore.

Grazie

Allego una risposta pervenuta dall'Ufficio del Garante in relazione alle telecamere in ambito condominiale :

 

ricordiamo che la Legge 11.12.2012, recante ‘Modifiche alla disciplina del Condominio negli edifici’ prevede che l’Assemblea, con la maggioranza degli intervenuti che rappresentino almeno la metà dei millesimi ( articolo 1136, comma 2 del Codice Civile) può deliberare l’installazione sulle parti comuni dell’edificio di impianti di Videosorveglianza.Per il resto, in ordine al funzionamento del sistema si applicano le prescrizioni del Codice della Privacy e, in particolar modo, quanto indicato nel Provvedimento generale in materia di Videosorveglianza dell’8 aprile 2010. Le inviamo quindi, il provvedimento generale sulla videosorveglianza adottato dal nostro Ufficio: http://www.gpdp.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/1712680 . Le inviamo inoltre la guida predisposta dal Garante alla luce della recente riforma del disciplina del condominio, in vigore dal mese di giugno 2013: http://www.gpdp.it/web/guest/home/docweb/-/docweb-display/docweb/2680257 dove alle pagine 7 e 16 vi sono utili chiarimenti al quesito da Lei formulato formulato.

Bisogna verere dove verrà posizionata la videosorveglianza, se è parte comune anche ai proprietari dei box, anche questi parteciperanno alla votazione ed alla spesa.

La videosorveglianza si approva con il 2° comma dell'art 1136 cc, > teste presenti in assemblea rappresentanti almeno la metà del valore dello stabile (500 mlm);

 

cc Art. 1122-ter. Impianti di videosorveglianza sulle parti comuni.

Le deliberazioni concernenti l'installazione sulle parti comuni dell'edificio di impianti volti a consentire la videosorveglianza su di esse sono approvate dall'assemblea con la maggioranza di cui al secondo comma dell'articolo 1136.

E se invece si volessero mettere delle telecamere appositamente non funzionanti (spesa zero), ma comuque segnalate, come deterrente, basterebbe una semplice circolare informativa a tutti i condomini?

E se invece si volessero mettere delle telecamere appositamente non funzionanti (spesa zero), ma comuque segnalate, come deterrente, basterebbe una semplice circolare informativa a tutti i condomini?
Leggi questo trafiletto del Sole24 ore;

 

È addirittura vietata, e può quindi formare oggetto di legittima contestazione anche da parte di terzi estranei al condominio, l'installazione con scopo deterrente di telecamere finte o non funzionanti in quanto la sola loro presenza può condizionare il movimento e il comportamento delle persone.

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-11-01/obbligo-privacy-telecamera-063940.shtml?uuid=AYqDGBgC

e questo Link

http://www.federprivacy.it/index.php?option=com_content&view=article&id=10:telecamera-finta-a-scopo-deterrente-no-grazie-&catid=4:il-punto-di-vista&Itemid=9

Leggi questo trafiletto del Sole24 ore;

 

È addirittura vietata, e può quindi formare oggetto di legittima contestazione anche da parte di terzi estranei al condominio, l'installazione con scopo deterrente di telecamere finte o non funzionanti in quanto la sola loro presenza può condizionare il movimento e il comportamento delle persone.

http://www.ilsole24ore.com/art/norme-e-tributi/2010-11-01/obbligo-privacy-telecamera-063940.shtml?uuid=AYqDGBgC

e questo Link

http://www.federprivacy.it/index.php?option=com_content&view=article&id=10:telecamera-finta-a-scopo-deterrente-no-grazie-&catid=4:il-punto-di-vista&Itemid=9

Ottimo, grazie...nel forum si impara sempre !!

×