Vai al contenuto
maupes

Siepi che invadono vialetto condominiale

Salve, abito all'interno di un condominio costituito da villette a schiera. Per raggiungere la mia abitazione devo percorrere un vialetto di una cinquantina di metri, largo circa un metro, alla destra ed alla sinistra del quale corrono le siepi dei giardini di due altri condomini. Mi trovo nell'antipatica situazione che uno dei due non esegue il taglio delle siepi che invadono il vialetto ed oltretutto, per avere il maggior spazio possibile all'interno del suo giardino, esegue la potatura nella parte interna ma lascia crescere quella esterna, così che i rami occupano una parte del vialetto superando la rete delimitante. Capita quindi nella stagione di massima crescita di questi arbusti che il passaggio, già stretto di suo, diventa angusto e problematico. Quando piove poi i rami cadenti in pratica sgocciolano sul passante perché l'ombrello va sollevato oltre le siepi in altezza altrimenti non si riesce a tenerlo aperto. Saltuariamente provvedo personalmente a tagliare almeno i rami più invadenti. Ho chiesto l'intervento dell'amministratore affinché provveda a far tagliare un paio di volte nel corso della stagione la parte delle siepi che invade il vialetto condominiale, addebitando le spese al condomino incivile ma mi ha risposto che non ha potere in tal senso. Come posso tutelare un diritto elementare di convivenza fra condomini? Grazie e cordiali saluti, Maurizio

L'art 892 del codice civile stabilisce le regole.50 cm. dal confine e altezza max 2.50m.

Randop € 5 circa a litro (va diluito) + schizzetto (detersivo vuoto) € 0.

oppure, mentre piove, NaCl come nel 146 A.C. IIIa guerra punica.

Grazie per i suggerimenti, quello di airone46 è un po' radicale ma se già l'applicavano ai tempi dell guerre puniche evidentemente funziona. se lo meriterebbe questa persona, ma spero di non dover arrivare sino a quei punti, comunque. Saluti

×