Vai al contenuto
eliria

Si può chiudere un pezzo di marciapede condominiale?

Salve a tutti,

sono nuova di questo forum ed ho urgente bisogno di un consiglio. E' un pò difficile da spiegare ma cercherò di essere chiara.

Mio padre ha acquistato un'appartamento al piano terra di un palazzo. Prima di essere adibito ad appartamento, questo era nato come sala condominiale e aveva annesso un lastrico solare sempre di uso condominiale. Quando l'appaltatore dell'epoca trasformò la sala condominiale in appartamento lo mise in vendita con annesso questo lastrico solare. Quindi mio padre è proprietario esclusivo di questo lastrico ed appartamento. E fin qui, nessun problema. Il problema è che adesso io e il mio ragazzo stiamo facendo diversi lavori di ristrutturazione nell'abitazione perchè a breve andremo a viverci, e ci siamo chiesti se era possibile chiudere con un piccolo muretto e staccionata, con una recinzione in legno o dei vasi con piante, il pezzo di marciapiede condominiale che, da davanti il nostro portone, porta a questo lastrico. Abbiamo anche il disegno del catasto, che non è di facile interpretazione, perchè questa parte di marciapiede, di fronte all'entrata dell'appartamento, non è considerata come condominiale.

Praticamente noi abbiamo l'ingresso indipendente dal lato sinistro del palazzo, mentre tutti gli altri condomini entrano dal portone centrale situato nella facciata avanti. Nel lato sinistro c'è SOLO il nostro appartamento e il nostro lastrico quindi non capisco perchè non potremmo chiudere questo pezzettino di marciapiede che ci permetterebbe di avere continuità nella nostra proprietà ed anche una maggiore sicurezza visto che nel lastrico stiamo mettendo prato, divanetti, barbecue ecc.. e senza un qualcosa che lo colleghi al nostro portone sembra praticamente che sia di uso condominiale.Loro non hanno nessun motivo di attraversare quel pezzo di strada in quanto il lastrico è nostro e dopo di questo il palazzo finisce. In più l'impresa di pulizie che quotidianamente pulisce il palazzo (scale e porticato) non pulisce mai di fronte al nostro portone, cioè al pezzo di marciapiede in questione. Noi abbiamo solo quell'ingresso all'appartamento e nessun accesso al nostro lastrico dall'interno dell'abitazione, quindi ogni volta è come se dovessimo uscire di casa, attraversare un pezzo di marciapiede condominiale, per poi entrare, dopo 5/6 metri, nel lastrico.

Non so se mi sono spiegata ma vi prego di potermi dire come possiamo comportarci, quali richieste possiamo fare?i Condomini Possono opporsi per legge impedendoci di chiudere, anche solamente con una recinzione di legno, questa parte di marciapiede?

E' possibile eventualmente acquistare questo marciapiede?

Se c'è bisogno posso postare anche il disegno del catasto.

grazie

Devi imparare l' uso dei termini corretti se vuoi farti capire ...e magari allegare una piantina con evidenziate le zone vista la complessità della descrizione.

 

Un "lastrico solare" è sul tetto di un edificio...tu parli di una abitazione al pian terreno e quindi non è questo il caso. Presumo sia una normalissimo spiazzo o al limite un terrazzo a livello, salvo che al di sotto di questo non vi siano locali condominiali interrati (box auto, cantine etc).

 

Scrivi che all' origine sia il locale che tale "spiazzo" erano di proprietà ed uso comune (Condominiale) ma che dopo modifica tu padre ha regolarmente acquistato.

 

Per non "fidersi" di Notaio e Costruttore dovresti verificare se esiste delibera condominiale di dismissione/cambio d' uso, oppure sentire gli altri "condomini" in merito.

Presumendo che nessuno vanti diritti, visto che la "storia" non è nemmeno recente, su cosa tu sia "proprietaria" solo il Rogito può spiegarlo.

Se nell' atto la particella fondiaria che identifica o comprende quel tratto di marciapiede specifica che è nella tua proprietà, allora potrai fare sulla stesa le modifiche che sono permesse nell' ordine:

1- dal Regolamento Condominiale

2- da residui di cubatura

3- da Regolamento Edilizio Comunale

 

Se il Catasto non indica come Condominiale quel marciapiede (che spieghi corre a lato dell' edificio) non significa che è automaticamente tuo...potrebbe anche essere Area Comunale e in quanto tale "intoccabile".

 

Non è "importante" ai fini della proprietà quello che tu "non capisci" o quello che "non viene pulito" ma quello che viene risulta al catasto o dal rogito di compravendita

si scusa, non è un lastrico, è un terrazzo che al catasto risulta di proprietà di mio padre. Al di sotto di questo terrazzo ci sono due garage, uno di mio padre e l'altro di un altro condomino.

Questa sera allego la piantina che abbiamo preso al catasto.

Il marciapiede in questione non è citato in nessun documento ma a sentire i condomini dovrebbe essere condominiale. E' possibile convocare un'assemblea e chiedere il permesso ai condomini?

 

 

 

 

 

 

Devi imparare l' uso dei termini corretti se vuoi farti capire ...e magari allegare una piantina con evidenziate le zone vista la complessità della descrizione.

 

Un "lastrico solare" è sul tetto di un edificio...tu parli di una abitazione al pian terreno e quindi non è questo il caso. Presumo sia una normalissimo spiazzo o al limite un terrazzo a livello, salvo che al di sotto di questo non vi siano locali condominiali interrati (box auto, cantine etc).

 

Scrivi che all' origine sia il locale che tale "spiazzo" erano di proprietà ed uso comune (Condominiale) ma che dopo modifica tu padre ha regolarmente acquistato.

 

Per non "fidersi" di Notaio e Costruttore dovresti verificare se esiste delibera condominiale di dismissione/cambio d' uso, oppure sentire gli altri "condomini" in merito.

Presumendo che nessuno vanti diritti, visto che la "storia" non è nemmeno recente, su cosa tu sia "proprietaria" solo il Rogito può spiegarlo.

Se nell' atto la particella fondiaria che identifica o comprende quel tratto di marciapiede specifica che è nella tua proprietà, allora potrai fare sulla stesa le modifiche che sono permesse nell' ordine:

1- dal Regolamento Condominiale

2- da residui di cubatura

3- da Regolamento Edilizio Comunale

 

Se il Catasto non indica come Condominiale quel marciapiede (che spieghi corre a lato dell' edificio) non significa che è automaticamente tuo...potrebbe anche essere Area Comunale e in quanto tale "intoccabile".

 

Non è "importante" ai fini della proprietà quello che tu "non capisci" o quello che "non viene pulito" ma quello che viene risulta al catasto o dal rogito di compravendita

Allora come avevo già scritto è paragonabile ad un lastrico solare perchè al di sotto esistono box di proprietà condominaile (tuo padre ed un altro proprietario).

Potrebbe essere pure condominiale ad uso esclusivo...ma non è questo il punto della tua domanda che mi ar di capire è inerente solo al marciapiede.

 

Piantina sempre utile...ma serve sapere cosa dice il Rogito od il Catasto.

×