Vai al contenuto
Dangiu

Servitu' di passaggio - quadrati di terrazzo

Buon giorno a tutti,

 

Mi trovo in una situziane difficile con un appartamento che vorrei acquistate. L'appartamento ha una terrazza di circa 52 mq di cui 32 appartengono all'appartamento e 20 alla tipografia sottostante. In realta tutta la terrazza e' in pratica il tetto della tipografia che non appartiene al condominio. I primissimi proprietari (parliamo fi circa 40 anni fa) che avevano sia l'appartamento sia il negozio avevano deciso di aprire una porta finestra nell'appartamento e creare una terrazza laciando pero soli 20 mq di proprieta della tipografia. A quei 20 metro quadrati non c'e' accesso assolutamente se non dalla finestra delle scale del palazzo (che pero' al momento e' bloccata perche' il condominio ha deciso di mettere le grate non apribili) oppure attraverso casa. La mia mia domanda e' puo' il tipografo richiedere la servitu' di passaggio per arrivare ai suoi 20 metri quadrati di terrazzo? Un domani, visto vhe lui e' molto anziano, chiunque acquisti quel negozio sara' anche proprietario dei 20 mq di terrazza e quindi potra richiederela servitu di passaggio, giusto? Puo' una cosa del genere costituire un vizio sull'immobile che annulla la mia proposta? Al momento sono nella fase iniziale di acquisto e abbiamo fatto solamente la proposta, il compromesso ancora non e' stato fatto. Vi ringrazio per qualsiasi consiglio o chiarimento potete darmi.

Saluti daniele

Secondo il mio parere, il passaggio c'era ed è quello dalla finestra delle scale, nel caso il proprietario chieda il passaggio sarebbe opportuno modificare le grate, e non creare un nuovo accesso da una parte privata. Ovvero secondo me, si deve privilegiare il passaggio che non comporta una nuova creazione, visto che già c'era un passaggio naturale, in pratica il proprietario del negozio avrebbe potuto opporsi alla messa in opera della grata fissa e si poteva ovviare installando una grata apribile dall'interno.

Però il futuro è impossibile da prevedere e non si sa se le cose andranno così, comunque una opposizione da parte del proprietario dell'appartamento potrebbe starci, per le motivazioni già dette.

Salve,

qua mi sembra che ci sia ben poco di regolamentato. Si dice che l'accesso sia possibile da una finestra del palazzo, ma bisogna considerare e verificare com'è realmente questa apertura e se è palese o meno la sua destinazione pater familias.

Cioè se è una finestra normale ed uno accede scavalcando ad esempio, quella non è servitù.

Da quanto si intuisce i vecchi proprietari non hanno regolarizzato nulla, proprio perchè era tutto loro e ne hanno fatto un uso personale. Il condominio successivamente ha chiuso tutto, e questo mi fa pensare che nemmeno loro sapevano di quell'accesso ad una parte del terrazzo (20mq) ritenendolo tutto di proprietà dell'appartamento oppure la finestra nelle sue fattezze non poteva far pensare ad un accesso esterno ma solo ad una semplice finestra e quindi l'hanno chiusa.

A mio parere, bisognerebbe sicuramente fare un sopralluogo e poi parlare direttamente con il proprietario...le soluzioni sono molteplici..

 

Cordiali saluti.

Grazie per la risposte!

La finestra per quello che ho visto non e' assolutamente punto di accesso alla terrazza della tipografia in quanto una persona si deve arrampicare, quindi ritango non possa essere considerata una sevitu'. Inoltre il tipografo non vive in quel palazzo quindi anche volendo i proprietari non poteva costituire una servitu di passaggio attraverso un punto che e' del condominio, visto oltretutto che neanche la tipografia fa parte del condominio ma e' solo confinante. Non lo so e' un situazione strana e non so proprio come comportarmi. A questo punto non so neanche se posso tirarmi indietro dall'acquisto di questo immobile. Voi mi sapete dire se e' possibile? Grazie ancora per l'aiuto.

Secondo il mio parere la tipografia, o per meglio dire l'u.i. sottostante il terrazzo, fa parte del condominio, perchè sta sotto al lastrico dell'appartamento stante nel condominio, e dalla costruzione si trova nello stesso lotto del terreno del condominio, non credo che alla vendita dell'u.i. (ora tipografia) si sia diviso catastalmente il terreno in due, per cui un'altra soluzione potrebbe essere quella di trasformare la finestra sulle scale in portafinestra e per avere la sicurezza che oggi c'è dalle grate potrebbe esserci in seguito da una portafinestra blindata e dotata di grata alla finestra.

×