Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
G. Argentieri

Servitù di passaggio per non proprietario

Buongiorno a tutti, ecco il mio quesito.

Il condominio A intende installare il suo impianto di autoclave su (adiacente) fondo altrui.

Si tratta del cortile interno del condominio B, il cui proprietario esclusivo (che è un singolo condomino) intende concedere servitù volontaria al condominio A.

Per accedere al cortile dalla strada (per la manutenzione ecc.) sarà necessario entrare nel portone del condominio B.

Domande:

- Il condominio A avrà servitù di passaggio coattivo nel portone, considerando che non è proprietario e che la servitù riguarda un cortile?

- Se sì, ci sono spese a cui dovrà concorrere?

 

Grazie

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

C'è qualcosa che mi sfugge... Un privato permette ad un condominio di installare a casa sua un impianto autoclave e il condominio subirà una servitù?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Secondo me si tratta di una servitù volontaria (cc art. 1031), perciò prima di procedere sarebbe bene stabilite tutte le modalità.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Esatto, si costituirebbe una servitù volontaria. Sarebbe sufficiente prevedere il passaggio nel contratto costitutivo?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
×