Vai al contenuto
aeljay

Se l amministratore non fa quello stabilito in assemblea!

... L anno scorso ci siamo rivolti ad un altro amministratore,ma a parte che non accettava l incarico perché ha avuto precedenti con la gestione di altri condomini gestiti dal nostro ,ci ha avvisato che se lo cambiamo in carica,lui ha diritto di percepire ugualmente il compenso fino a fine mandato.

È vero?

Grazie!

Comincio dalla fine.

E' vero, se l'amministratore ha previsto il compenso annuale gli spetta il compenso finoa fine mandato.

Per quanto riguarda le pulizie, non è possibile pagare con i voucher perchè non è lavoro occasionale per cui o pagate una ditta oppure ogni condòmino potrà pulire volontariamente e gratuitamente quando ne avrà voglia.

Per tutto il resto vi servirebbe un altro amministratore di polso che facesse decreti ingiuntivi ai morosi.

Se avete la maggioranza necessaria cercatene uno e non badate al compenso annuale che dovete continuare a pagare al vecchio amministratore.

Se poi la maggioranza dei condòmini è inerte... c'è poco da fare.

L amministratore non risponde al telefono quindi niente spiegazioni.

Quindi in questo caso che si fa?

Ci sono anche altri numerosi problemi,ma non ne risolve nemmeno uno,non so se perché non viene preso sul serio o perché proprio non se ne interessa...

Tra l altro all assemblea non ha chiesto se volevamo rinominarlo e in fondo al verbale che ha consegnato si legge che è stato riconfermato. Sarebbe bene prendere provvedimenti ?

A completamento della risposta dell'amico "Leonardo53" aggiungo solo che... se vorrete sollevare dall'incarico l'attuale amministratore potreste ricorrere all'attuazione dell'articolo 66 delle Dacc Varie volte, su questo forum sono state postate le esatte istruzioni per arrivare alla sostituzione dell'attuale vostro amministratore.

Ciao!

Come non si può ?

Ieri ho parlato con lo studio del mio commercialista per avere conferma o smentita e mi hanno detto che non c è nessun problema con i voucher,l i

Importante è che la signora o chi verrà non superi €7.000

Al cambio in teoria siamo tutti d accordo,la pratica e' che quasi nessuno vuol pagare due amministratori!

Come non si può ? Ieri ho parlato con lo studio del mio commercialista per avere conferma o smentita e mi hanno detto che non c è nessun problema con i voucher,l'importante è che la signora o chi verrà non superi €7.000

Al cambio in teoria siamo tutti d accordo,la pratica e' che quasi nessuno vuol pagare due amministratori!

Direzione Regionale Emilia Romagna Inps di Bologna 22.07.2015

In merito al quesito da Lei rappresentato, premesso che un condominio può utilizzare soggetti privati retribuiti con voucher per lavori occasionali di pulizia scale o giardinaggio, si precisa che le norme attualmente in vigore, contenute

nel D.Lgs 81/2015, sono volte a regolamentare, salvo futuri diversi orientamenti interpretativi, il lavoro accessorio per

le attività lavorative discontinue e occasionali nei diversi settori produttivi e non per le attività che rivestono carattere

di servizio continuativo e senza termine.

Cordiali saluti.

Rosa De Simone

Dirigente Area Entrate Contributive

 

E questa è solo una delle decine che puoi trovare in rete. Fai molto attenzione alle parole ..."sono volte a regolamentare, salvo futuri diversi orientamenti interpretativi, il lavoro accessorio per le attività lavorative discontinue e occasionali". Se voi volete "una signora" che sostituisca l'impresa di pulizie NON POTETE pagarla coi voucher INPS. Potreste pagarla coi voucher se la signora in questione lavorasse "ogni tanto" per sostituzioni temporanee dell'impresa di pulizie. Oppure... se proprio non volete rinunciare al pagamento con i voucher INPS... prendete in considerazione di far pulire le scale, A TURNO, ad una decina di "signore" diverse. Una settimana per ognuna... e passa la paura. La "occasionalità" richiesta è sicuramente garantita... Un po' di contabilità in più ma il problema è risolto.

Le pulizie condominiale salvo essere fatte personalmente o da dipendenti del condominio devono essere affidate a imprese o ditte abilitate .

L' attività di pulizia e' regolamentata dalla legge .

Si avevo letto questa cosa,per quello ho poi chiamato lo studio..

Noi sostituiamo l impresa e prendiamo una signora che non garantisce di poter venire 2 volte al mese,ma nel caso c è una sua amica..

Abbiamo scelto questo metodo anche perche' se non pulisse bene possiamo chiamarne un altra è così via o se serve che venga una volta invece di due!

poi l amministratore dovrebbe solamente aprire la richiesta all inps,fare una delega che poi gira a me ed io andrei ad acquistare ,fare la comunicazione e consegnare il vaucher..

Quella che tu chiami cosa e' una LEGGE (82/94)

 

Il condominio se deve affidare la pulizia a terzi soggetti essi devono essere quelli previsto dalla legge 82/94 .

Ciao aeljay, secondo come, oltre che del cambio amministratore, dovresti preoccuparti anche di cambiare il commercialista.

Condominialmente ...... un saluto

×