Vai al contenuto
Foxtrot72

Scuola in cortile condominiale

Buongiorno,

vorrei porre una domanda agli utenti del forum.

Abito in un condominio nel quale da poco tempo un proprietario ha affittato i suoi locali ad una scuola privata con circa 100 alunni dalle elementari alla terza media. Durante l'intervallo, tutti i ragazzi si riversano nel cortile condominiale e fanno un gran casino per circa 15 minuti. La mia domanda è: la scuola può occupare gli spazi condominiali per lo svolgimento della propria attività (ho lento che l'intervallo fa comunque parte dell'attività scolastica). VI chiedo questo non perchè odi i bambini (vabbè, quelli ricchi un po' sì) ma perchè per esigenze lavorative a quell'ora dormo e vengo regolarmente svegliato. Non è piacevole. Grazie. 

Modificato da Foxtrot72

La scuola deve rispettare il suo contratto di affitto con il proprietario, ma questi sono rapporti tra loro. Potresti provare a chiedere al proprietario se l'uso del cortile condominiale fa parte o meno del contratto di affitto che ha stipulato, ma non è obbligato a dirtelo.

Se l'occupazione è temporanea e compatibile con l'uso altrui dello spazio non credo ci possano essere "appigli" condominiali per una ricreazione da 15 minuti.

Ci sarebbe da capire, però, in epoca COVID, se si tratta di bambini senza obbligo di mascherina o di adolescenti che invece devono rispettare le normative assembramenti: ma questo è un altro paio di maniche.

 

Ovviamente è una opionione di un NON professionista legale/condominiale.

 

Foxtrot72 dice:

Buongiorno,

vorrei porre una domanda agli utenti del forum.

Abito in un condominio nel quale da poco tempo un proprietario ha affittato i suoi locali ad una scuola privata con circa 100 alunni dalle elementari alla terza media. Durante l'intervallo, tutti i ragazzi si riversano nel cortile condominiale e fanno un gran casino per circa 15 minuti. La mia domanda è: la scuola può occupare gli spazi condominiali per lo svolgimento della propria attività (ho lento che l'intervallo fa comunque parte dell'attività scolastica). VI chiedo questo non perchè odi i bambini (vabbè, quelli ricchi un po' sì) ma perchè per esigenze lavorative a quell'ora dormo e vengo regolarmente svegliato. Non è piacevole. Grazie. 

La scuola ha affittato i locali e perciò  può usufruire del cortile regolarmente.  Che forse un inquilino non può utilizzare il cortile per la sua auto o l'ascensore?  Se devi dormire non è un problema della scuola. Non mi piace l'inciso sui bambini ricchi. È  colpa loro? Pessima ammissione per me. Tutti i bambini sono da amare: brutti, belli, ricchi e poveri, bianchi e di colore. È una forma di razzismo.

Ovviamente era ironico. Comunque se eventualmente li odiassi non sarebbe certo per la loro razza o colore o religione ma semplicemente per il loro status e perchè non mi fanno dormire.  E l'odio non sarebbe quindi classificabile come razzismo ma come classismo, lotta di classe. Faccia lei. Comunque non odio nessuno, stia tranquillo.

Modificato da Foxtrot72

Io ho compreso la tua ironia Foxtrot non preoccuparti. Queste situazioni se non regolamentate possono generare del caos senza che gli altri condòmini possano poi avere qualcosa in mano per appellarsi. 
L'unico modo per ovviare a queste problematiche è quello di stabilire una norma contrattuale nel regolamento (approvata quindi all'unanimità) regolarmente iscritta nel registro degli immobili, per vietare determinate destinazioni d'uso alle unità immobiliari commerciali.  

Se non viene fatto ciò i condòmini sono liberi di predisporre i propri locali come meglio credono ed in casi simili anche di far fruire degli spazi condominiali ai loro conduttori. 

FrancescoM dice:

Io ho compreso la tua ironia Foxtrot non preoccuparti. Queste situazioni se non regolamentate possono generare del caos senza che gli altri condòmini possano poi avere qualcosa in mano per appellarsi. 
L'unico modo per ovviare a queste problematiche è quello di stabilire una norma contrattuale nel regolamento (approvata quindi all'unanimità) regolarmente iscritta nel registro degli immobili, per vietare determinate destinazioni d'uso alle unità immobiliari commerciali.  

Se non viene fatto ciò i condòmini sono liberi di predisporre i propri locali come meglio credono ed in casi simili anche di far fruire degli spazi condominiali ai loro conduttori. 

Grazie Francesco.

×