Vai al contenuto
michimouse

Scioglimento condominio e passi successivi

Dopo la delibera di scioglimento bisogna

a) Atto notarile di scioglimento;

b) Atto notarile per i costituendi nuovi condomini;

c) Nomina amministratori

d) Richiesta all'ADE di codici fiscali

o sbaglio?

Grazie per l'aiuto

michimouse

Eccetto a) e b), tutto il resto va fatto, il CF lo richiederà l'amministratore nominato sempre che venga nominato dall'assemblea, ma se i condomini sono 8 o meno non è necessario, comunque lo si può nominare ugualmente non è vietato.

a)No.Perchè?

b)No.Perchè?

c)Indire assemblea convocata da almeno un condòmino per la nomina amministratore (autoconvocazione).

d)Chiusura vecchio CF dopo aver espletato le incombenze fiscali

e)Apertura nuovi CF e voltura contratti utenze,assicurazione,etc.

forse per scioglimento intendi un condominio di edifici che vuole sciogliersi e formare diversi condominii ?

forse per scioglimento intendi un condominio di edifici che vuole sciogliersi e formare diversi condominii ?

Esattamente!

a)No.Perchè?

b)No.Perchè?

c)Indire assemblea convocata da almeno un condòmino per la nomina amministratore (autoconvocazione).

d)Chiusura vecchio CF dopo aver espletato le incombenze fiscali

e)Apertura nuovi CF e voltura contratti utenze,assicurazione,etc.

Quindi basta la delibera.

Per le incombenze fiscali, intendi Mod. 770.

Quindi chiusura del vecchio CF che a me sembrava poter rimanere per il condominio costituito

dalle parti comuni

La delibera deve essere trascritta per essere opponibile a terzi?

grazie

Le delibere non vengono trascritte, nel senso di registrate, ma scritte sul libro dei verbali.

1)Per le incombenze fiscali, intendi Mod. 770.

2)Quindi chiusura del vecchio CF che a me sembrava poter rimanere per il condominio costituito

dalle parti comuni

1)Esattamente.

2)Non è consigliabile.Ti ritroveresti una sovrapposizione fiscale tra le fatture e ritenute versate dal vecchio condominio con quel CF e quelle nuove sempre col medesimo CF ma riferite al supercondominio.

Dal punto di vista fiscale quindi non è la mossa giusta.

grazie a tutti ma insisto!

Cosa vorrà intendere il Tamburrino nel suo "CodiceTecnico-Legale del Condominio"

3^ edizione laddove, a pag. 154,dice che :" Lo scioglimento del condominio dal punto di vista

giuridico-fiscale, costituisce un vero e proprio trasferimento di diritti immobiliari, per

il quale è necessario l'atto scritto che deve essere approvato e sottoscritto dalla

maggioranza deliberante alla presenza di un notaio. L'atto deve poi essere registrato

e soggiace alle imposte previste per le divisioni di beni immobili"

Ed ancora: " Dal punto di vista catastale occorre poi provvedere alle correzioni del caso,

in particolare per quanto riguarda le parti comuni che, prima della divisione, erano accatastate

con un unico subalterno"

Per es. l'area di sedime di uno dei costituiti nuovi condomini, mentre prima apparteneva ad un'unica particella

ora dovrà avere una propria identità derivante dal frazionamento dell'originaria particella.

O mi sbaglio?

Un aiuto, perché domenica, appunto, è all'odg dell'assemblea ordinaria.

il

1)Esattamente.

2)Non è consigliabile.Ti ritroveresti una sovrapposizione fiscale tra le fatture e ritenute versate dal vecchio condominio con quel CF e quelle nuove sempre col medesimo CF ma riferite al supercondominio.

Dal punto di vista fiscale quindi non è la mossa giusta.

×