Vai al contenuto
garata

Schiamazzi in strada privata ad uso pubblico (Milano)

Buongiorno a tutti, ho di recente acquistato un loft che dà su una strada privata ad uso pubblico, a Milano. La strada è via pedonale, sotto i portici. Resta isolata e di giorno è poco frequentata. Di notte, si trasforma: 4-5 clochard che dormono, ma soprattutto decine di ragazzi che si recano lì a giocare a palla, a fumare, a spacciare, a ridere bere e gridare. Credetemi, non c'è "un po' di rumore", parliamo dalle 22:30 alle 2:30 di notte, 4-5 giorni alla settimana, è invivibile. L'amministratore della strada sta cercando di indire assemblea dei 3 condomini che danno sulla strada per deliberare l'installazione di cancelli o quantomeno di servizio di vigilanza. Ma mi ha fatto capire che teme sia difficile raggiungere il quorum, perchè si tratta di mettere insieme 400 famiglie, il che - seppure sia un fatto sentito dai condomini- è arduo. Io capisco e rispetto il suo lavoro, ma d'altro canto vivo in questo appartamento (registrato appunto come mia prima casa) ed è oggettivo che di notte qui non si possa vivere. Ripeto, non sono un lamentoso ne una persona in cerca di tranquillità: ho 28 anni e ho fatto le mie serate, ma immaginate una strada porticata con 10-15-20 ragazzi che fumano, bevono, giocano a palla, praticamente ogni notte fino a notte fonda. Penso sia oggettivamente definibile invivibile.

 

La mia domanda è: se come sembra non si arriverà al quorum per decidere come affrontare la situazione, che poteri ho per indurre ad un cambio della situazione? Nel senso, per me, residente, pagatore spese condominiali, tasse etc etc è un danno incalcolabile: fino alle 2:30 di notte non posso dormire. Vorrei credere possa far valere qualche diritto, ma chiedo a voi.

 

Grazie per l'attenzione

Se non si raggiunge il quorum per l'installazione dei cancelli e per la vigilanza notturna i condomini che sono favorevoli possono sempre decidere di sobbarcarsi la spesa ed attuare il tutto anche se è chiaro ne beneficeranno tutti anche chi non paga ma se la situazione e invivibile come dici, ne vale comunque la pena; essendo in tanti se molti aderiscono la spesa potrebbe risultare più che accettabile. Però non capisco una cosa: dici che la strada è privata ma ad uso pubblico: se così fosse dovrebbe essere il Comune ad interessarsene. Probabilmente è una strada privata aperta al pubblico

verifica anche se potete eliminare i requisiti di uso pubblico, così mettete dei cancelli che chiuderete e aprirete automaticamente o meno magari ad orario (può essere un punto di accordo col comune se deve rimanere di uso pubblico)

http://ww2.gazzettaamministrativa.it/opencms/opencms/_gazzetta_amministrativa/_permalink_news.html?resId=11e8c97e-b90c-11e1-98da-5b005dcc639c

 

http://www.ptpl.altervista.org/dossier/dossier_strada_pubblica_o_privata_o_privata_di_uso_pubblico.htm

Occorre capire se la strada privata è stato cedutala con accordo al Comune per un pubblico passaggio sicché la strada è divenuta effettivamente pubblica : se così fosse possono intervenire anche le forze dell'ordine facendo delle pattuglie notturne visto che si parla anche di spaccio. Se invece la strada è privata anche se aperta al pubblico il discorso cambia: occorre chiarire questo punto

×