Vai al contenuto
GELENA

Scarico del vicino attraversa il mio appartamento

Nel 2010 ho acquistato una mansarda in una palazzina ristrutturata nel 2008. Sopra la mia mansarda c'e' un terrazzino (lastrico solare) a mio uso esclusivo. Da subito nel soffitto del mio appartamento, in corrispondenza di dove c'e' un abbassamento in cartongesso che copre lo scarico del lastrico solare, si evidenziavano macchie di umidita' quindi ho deciso di coprire la terrazza con una tenda in modo che la stessa non si bagnasse. Il problema pero' non si e' risolto e con gli ultimi temporali e' degenerato a tal punto che sono stato costretto ad aprire il ribassamento in cartongesso che attraversa tutto il mio appartamento. Il problema non dipendeva dal mio scarico ma dal fatto che nel mio scarico confluisce anche quello del lastrico solare ad uso esclusivo dell'appartamento di fianco al mio e questo, per un tratto di circa quattro metri non ha nessuna pendenza e tende ad ostruirsi, prima della Y di congiunzione dei due scarichi. Con molta probabilita' il problema si ripresentera' se non si utilizza uno scarico piu' grande che possa sopportare l'acqua di entrambe le terrazze e se non si da maggiore pendenza al tratto del suo scarico. Questo significa che, nel mio appartamento, dovrei ulteriormente abbassare la controparete a copertura degli scarichi, riducendo sensibilmente la vivibilita' della mia mansarda (l'area del soggiorno attraversata gli scarichi si abbasserebbe a tal punto da dover chinare la testa per passare!!!). Posso obbligare il vicino a far passare il suo scarico attraverso il suo appartamento (come succede per il mio) ? Aprendo la controparete ho scoperto che anche lo scarico condensa del condizionatore del vicino fa lo stesso tragitto attraversando tutto il mio appartamento. Posso chiedere lo spostamento anche di questo? Ultimo quesito: chi paga i danni causati dall'allagamento del mio appartamento e di quello sottostante (pavimento in legno completamente alzato, pareti bagnate, apertura della controparete per ispezionare e pulire lo scarico e disagio dell'inquilino che in questi giorni si e' dovuto trasferire da un amico) se l'assicurazione non dovesse rispondere?

Nel 2010 ho acquistato una mansarda in una palazzina ristrutturata nel 2008. Sopra la mia mansarda c'e' un terrazzino (lastrico solare) a mio uso esclusivo. Da subito nel soffitto del mio appartamento, in corrispondenza di dove c'e' un abbassamento in cartongesso che copre lo scarico del lastrico solare, si evidenziavano macchie di umidita' quindi ho deciso di coprire la terrazza con una tenda in modo che la stessa non si bagnasse. Il problema pero' non si e' risolto e con gli ultimi temporali e' degenerato a tal punto che sono stato costretto ad aprire il ribassamento in cartongesso che attraversa tutto il mio appartamento. Il problema non dipendeva dal mio scarico ma dal fatto che nel mio scarico confluisce anche quello del lastrico solare ad uso esclusivo dell'appartamento di fianco al mio e questo, per un tratto di circa quattro metri non ha nessuna pendenza e tende ad ostruirsi, prima della Y di congiunzione dei due scarichi. Con molta probabilita' il problema si ripresentera' se non si utilizza uno scarico piu' grande che possa sopportare l'acqua di entrambe le terrazze e se non si da maggiore pendenza al tratto del suo scarico. Questo significa che, nel mio appartamento, dovrei ulteriormente abbassare la controparete a copertura degli scarichi, riducendo sensibilmente la vivibilita' della mia mansarda (l'area del soggiorno attraversata gli scarichi si abbasserebbe a tal punto da dover chinare la testa per passare!!!). Posso obbligare il vicino a far passare il suo scarico attraverso il suo appartamento (come succede per il mio) ? Aprendo la controparete ho scoperto che anche lo scarico condensa del condizionatore del vicino fa lo stesso tragitto attraversando tutto il mio appartamento. Posso chiedere lo spostamento anche di questo? Ultimo quesito: chi paga i danni causati dall'allagamento del mio appartamento e di quello sottostante (pavimento in legno completamente alzato, pareti bagnate, apertura della controparete per ispezionare e pulire lo scarico e disagio dell'inquilino che in questi giorni si e' dovuto trasferire da un amico) se l'assicurazione non dovesse rispondere?

Salve,

di fatto si tratta di una servitù non apparente per destinazione del padre di famiglia (ovvero il costruttore così ha costruito l'edificio). È improponibile l'obbligo di spostare il tubo, l'unica cosa a mio avviso possibile è quella di richiede la messa a norma del tubo, in quanto dovrebbe avere una maggiore pendenza per evitare intasamenti. I danni per l'allagamento sono a carico del proprietario della tubazione che è il tuo vicino. Se non vuoi per niente che tali tubi passino da te, gli oneri di tale spostamento saranno a totale tuo carico.

 

Cordiali saluti.

Grazie mille per la risposta,

sono anche obbligata a fare una ispezione nel tratto di tubo di sua proprieta' (all'interno del mio appartamento) e permettergli di venire a pulirlo di tanto in tanto?

 

Cordiali saluti

 

- - - Aggiornato - - -

 

ps: se fossi disposta a sostenere io gli oneri per spostare il tubo nel suo appartamento lui puo' opporsi?

Grazie mille per la risposta,

sono anche obbligata a fare una ispezione nel tratto di tubo di sua proprieta' (all'interno del mio appartamento) e permettergli di venire a pulirlo di tanto in tanto?

 

Cordiali saluti

 

- - - Aggiornato - - -

 

ps: se fossi disposta a sostenere io gli oneri per spostare il tubo nel suo appartamento lui puo' opporsi?

Salve,

innanzitutto rileggendo la mia risposta mi sono accorto di aver aggiunto un "non" che non necessitava. La servitù di fatto è apparente.

Lei non è obbligata all'ispezione del tubo se non è diversamente pattuito. Ovviamente deve consentire al vicino la manutenzione ordinaria.

Chiariamo poi la questione spostamento, lei può spostare la servitù in un'altra parte del suo appartamento che gli aggravi meno disagi.

Se decide di fare questo il suo vicino che usufruisce di questa servitù nulla potrà eccepire.

Qualora invece lei decidesse di spostare i tubi in parti condominiali allora sarà necessario estinguere la precedente servitù e costituirne una nuova con ovviamente il consenso assembleare.

Infine se decidesse di spostare il tubo nella proprietà del vicino, sarebbe necessario il consenso esplicito del vicino tramite un contratto scritto, perchè si tratta di andare a fare opere nella proprietà privata e perciò è necessario che il legittimo titolare ne disponga come ritiene più giusto. Il contratto dovrà essere a titolo oneroso, per essere gratuito è necessario che sia il vicino unilateralmente a volere ciò, ma non penso sia questo il caso

 

Cordiali saluti.

×