Vai al contenuto
Bicho

Scalda acqua a gas e normativa

Ciao a tutti.

Ho acquistato un appartamento di un condominio di 20 appartamenti, con il riscaldamento centralizzato e l'acqua calda sanitaria (bagno e cucina) con uno scalda acqua a gas autonomo all'interno del mio appartamento (in cucina).

Lo scalda acqua a gas è del 1996, a camera aperta di tipo B.

Sto restaurando l'appartamento e vorrei mettere tutto a norma ma ho scoperto che lo scalda acqua a gas ha lo scarico fumi collegato a una canna fumaria condominiale utilizzata per le cucine. Inoltre sono venuto a conoscenza che tra tutti i condomini solo 5 su 20 appartamenti hanno una caldaia a gas come la mia e scaricano nella mia stessa condizione, ovvero nel condotto per le cucine.

Un idraulico mi ha detto che per mettere a norma sono costretto a mettere scalda acqua elettrici e questo proprio non mi va giù perchè ho acquistato l'appartamento scegliendolo proprio per l'acqua sanitaria a gas.

gli scaldabagni o scaldacqua a gas, purché di potenza termica non superiore a 35 kW, possono utilizzare uno "scarico a parete", un sistema largamente utilizzato per evitare costi elevati, permessi e liti con i vicini, tipici della posa di canne fumarie o dei condotti da fumo degli apparecchi. La legge obbliga, tuttavia, a mantenere delle distanze minime di rispetto, che dipendono dalla potenza e dal tipo di apparecchio (con o senza ventilatore per il tiraggio forzato). Gli scaldabagni a gas a camera aperta ed a tiraggio naturale, per far sì che gli apparecchi funzionino correttamente e sicurezza del sensore fumi non intervenga continuamente mandando in blocco l'apprecchio, è necessario realizzare un apposito terminale di tiraggio. Tutto ciò si applica sia per edifici plurifamiliari, come ad es. i condomini, sia nel caso di abitazioni singole e indipendenti. Nel caso delle caldaie a gas per il riscaldamento, invece, per le nuove installazioni dal 1/9/2013 vige l'obbligo di scaricare a tetto i relativi fumi.

verifica anche che il tuo comune non abbia messo vincoli per lo scarico a parete. In lombardia parecchi comuni lo vietano.

grazie delle risposte ragazzi, provvederò a informarmi ma almeno ho un'idea più chiara della situazione.

Una curiosità: ma lasciando tutto così a cosa si va incontro?

La "caldaia" funziona benissimo nonostante sia del 1996...

Niente, perchè se oltre a funzionare bene, ha uno potenza termica nominale inferiore ai 35 kw non è considerato impianto termico e quindi non è sottoposto al D.lgs. 192/05.

Per la tua sicurezza però tieni presente che gli scaldabagno a gas per uso monofamiliare e le caldaie di tipo a camera aperta (detta anche tipo B, norma UNI 7129/01) prelevano l’aria comburente dal locale in cui sono installate con un tiraggio naturale e bruciano l’aria presente all’interno del locale dove è installata. Per questo motivo devono essere collegati a una canna fumaria che permetta, in sicurezza, che i fumi prodotti dalla combustione vengano scaricati all’esterno e che non possano rientrare in casa o nel locale dove è installata e necessitano anche di una adeguata ventilazione per garantire un flusso di aria sufficiente a garantire il tiraggio della canna fumaria e che non si formi un eccesso di monossido di carbonio nel locale per altro molto pericolosi e nocivi alla salute.

La combustione del gas brucia ossigeno, e quindi nei locali dove e presente anche un solo fornello per la cottura dei cibi, va sempre realizzata una apertura di ventilazione fissa per garantire un costante ricambio di aria. Le dimensioni dipendono dal locale, dagli apparecchi a gas che eventualmente sono presenti oltre al piano cottura e dalla loro potenzialità. La dimensione minima e comunque di 100 centimetri quadrati che diventano 200 cm2 se la cucina non è dotata di dispositivi di sicurezza contro lo spegnimento di fiamma (termocoppia).

Accorgimenti tutti, che sono sicuro, esistono già nel tuo appartamento.

Si, è presente un'apertura di ventilazione nella parte bassa della porta finestra, sarà un 15x15cm. Inoltre sempre in direzione di questa apertura hanno bucato anche l'avvolgibile, sicuramente per far circolare l'aria quando è abbassata.

Infatti. Sono rispettivamente le cosidette aperture di ventilazione e di aerazione. Servono a fare entrare l'aria comburente del tuo scalda acqua ed a garantire che fuoriesca una eventuale malagurata perdita di gas. Il metano è più leggero dell'aria e stratifica in alto. Per questo il foro nell'avvolgibile e la combinazione delle due aperture consente un costante riciclo dell'aria e quindi non vanno mai ostruite.

scaldabagno a gpl a camera stagna potenza inferiore di 35 messo dentro una veranda nel balcone di un appartamento si può mettere oppure il vicino si può lamentare?se si lamenta per la puzza posso contestarlo?

Lo stabile non ha una canna fumaria condominiale.

Lo scarico dei fumi posso farlo davanti il balcone che esce dalla veranda oppure di lato che sbuffa dal lato del vicino resta cmq una distanza di un metro dal vicino.

Chiedo appunto se posso tenerlo in balcone senza permessi? grazie

Devo installare il tutto nella casa a mare in sicilia non so se varia da regione a regione la norma

Buonasera a tutti e spero tra voi ci sia qualche tecnico che possa darmi una risposta esaustiva. Vi spiego brevemente. Nella mia cucina ho uno scaldabagno a gas, fa solo acqua calda, il riscaldamento è centralizzato, messo su una parete dove c'è un tubo condominiale per lo scarico. Siccome devo effettuare una ristrutturazione volevo portare questo scaldabagno sul balcone ma utilizzare sempre la colonna dello scarico condominiale. Che voi sappiate c'è una distanza massima dallo scaldabagno al tubo dello scarico? È Vorrei fare un abbassamento in cartongesso della cucina e far passare da lì il tubo che andrà a collegare scaldabagno e colonna fumi. È fattibile? O meglio me lo certificano? Grazie a chi mi risponderà 

Daniele1981 dice:

Buonasera a tutti e spero tra voi ci sia qualche tecnico che possa darmi una risposta esaustiva. Vi spiego brevemente. Nella mia cucina ho uno scaldabagno a gas, fa solo acqua calda, il riscaldamento è centralizzato, messo su una parete dove c'è un tubo condominiale per lo scarico. Siccome devo effettuare una ristrutturazione volevo portare questo scaldabagno sul balcone ma utilizzare sempre la colonna dello scarico condominiale. Che voi sappiate c'è una distanza massima dallo scaldabagno al tubo dello scarico? È Vorrei fare un abbassamento in cartongesso della cucina e far passare da lì il tubo che andrà a collegare scaldabagno e colonna fumi. È fattibile? O meglio me lo certificano? Grazie a chi mi risponderà 

La massima lunghezza del canale da fumo, curve incluse al massimo due, per un scaldacqua a tiraggio naturale è pari a 2500 mm.

il canale da fumo è il tratto di tubazione che collega lo scaldacqua al camino collettivo.

l'installatore che le seguirà questa modifica potrà attestare Il rispetto della normativa Uni CIG, quindi eseguire la dichiarazione di conformità 37 08 se oltre alla distanza massima sono rispettate le altre condizioni indicate nella normativa.

Nanojoule dice:

La massima lunghezza del canale da fumo, curve incluse al massimo due, per un scaldacqua a tiraggio naturale è pari a 2500 mm.

il canale da fumo è il tratto di tubazione che collega lo scaldacqua al camino collettivo.

l'installatore che le seguirà questa modifica potrà attestare Il rispetto della normativa Uni CIG, quindi eseguire la dichiarazione di conformità 37 08 se oltre alla distanza massima sono rispettate le altre condizioni indicate nella normativa.

A quanto pare allora non è fattibile. Ho misurato dalla colonna attuale del tubo alla nuova sistemazione dello scaldabagno circa 3mt lineare. Sicuramente ci saranno 2 curve, una in entrata e una in uscita, anche volendo mettere il tubo orizzontalmente saremo oltre i 3mt.

Va beh me la terrò in cucina. 

Grazie mille per la disponibilità 

Daniele1981 dice:

A quanto pare allora non è fattibile. Ho misurato dalla colonna attuale del tubo alla nuova sistemazione dello scaldabagno circa 3mt lineare. Sicuramente ci saranno 2 curve, una in entrata e una in uscita, anche volendo mettere il tubo orizzontalmente saremo oltre i 3mt.

Va beh me la terrò in cucina. 

Grazie mille per la disponibilità 

esistono gli scaldacqua da esterno senza canna fumaria...

maplin dice:

esistono gli scaldacqua da esterno senza canna fumaria...

Ottima proposta, valida alternativa allo scalda acqua esistente.

×