Vai al contenuto
kana_46

Scadenza dei tre anni del DIA

Buon giorno. A mio figlio sono scaduti i tre anni da quando ha iniziato i lavori di ristrutturazione dalla sua casa. Ha la residenza però non ci abita perché non ha la abitabilità. Ha ancora dei lavori da fare dentro e fuori della casa, la mancanza di soldi ha fermato i lavori e si tira a campare. Come si deve comportare con il comune?? Deve chiedere la proroga?? Deve chiedere il FINE LAVORI anche se non è vero?? Deve decidere col geometra il da farsi??? Sono preoccupato perché vedo mio figlio un po' nervoso e sfuggente a certe domande. AIUTATEMI come devo fare per "svegliare" il trentenne. Grazie a tutti coloro che mi possano aiutare.

può chiedere una proroga, parli con il suo tecnico.

 

Non può chiedere l'agibilità, se i lavori non sono ultimati.

 

saluti

 

giuseppina

 

 

Se mio figlio non vole Fare la proroga perché ha paura che il geometra o il comune chieda dei soldi, Che lui al momento non ne ha, cosa può incorrere?? Multe, pagamenti per non aver chiuso i lavori? In parole povere stà passando un momento difficile e non può spendere soldi. Grazie e scusa del mio disagio.

Scritto da kana_46 il 21 Mag 2013 - 11:32:48: Se mio figlio non vole Fare la proroga perché ha paura che il geometra o il comune chieda dei soldi, Che lui al momento non ne ha, cosa può incorrere?? Multe, pagamenti per non aver chiuso i lavori? In parole povere stà passando un momento difficile e non può spendere soldi. Grazie e scusa del mio disagio.

Il geometra non può tenerlo fuori, è proprio lui che dovrà dichiarare in Comune che il cantiere è sospeso nello stato di fatto in cui è adesso. Poi quando tuo figlio riprenderà i lavori dovrà fare una nuova pratica.

 

saluti

 

Giuseppina

 

 

Non è detto che possa avere una proroga. Non tutti i comuni la danno. Se non potesse fare la proroga è bene che chiuda i lavori eseguiti regolarmente. Poi aprirà una nuova pratica per i lavori successivi: la nuova pratica dipenderà dal tipo di nuovi lavori, magari poi se la cava senza tecnico con una comunicazione di manutenzione ordinaria...

 

Direi che la cosa migliore per tuo figlio è andare a parlare in Comune personalmente e sentire cosa può fare.

 

Se per i lavori esterni ha presentato una pratica paesaggistica, su questa non c'è proroga. Sarà da ripresentare e basta.

 

 

Grazie a tutti, spero che mio figlio si dia da fare per non incorrere in sanzioni o multe da parte del comune o peggio dalle istituzioni. Grazie

penso che costi più chiudere la pratica e riaprirla in seguito che chiedere una proroga. Tuo figlio dovrebbe sentire il suo tecnico il quale gli dovrebbe prospettare un suo parere. Comunque il comune di parma ha una pagina apposita per la proroga dalla SCIA: http://www.comune.parma.it/servizi/Edilizia-privata/Richiesta-di-proroga-ultimazione-lavori_A10_C50_P316_Q4.aspx

 

 

Geom. Vittorio Bocciero

Studio Firenze 2.0

×