Vai al contenuto
geppo30

Sanzione condomino

Salve,

in un condominio che amministro i condomini si lamentano del comportamento scorretto di un condomino che lascia sulle parti comuni gli escrementi del proprio cane. Un condomino ha addirittura fotografato il signore nella flagranza.

Io avevo pensato ad una sanzione con l'autorizzazione dell'assemblea, voi cosa mi consigliate?

E poi a quanto ammonterebbe la prima sanzione?

Grazie mille!

La sanzione può essere comminata nella misura in cui sia prevista nel regolamento condominiale. In pratica, si deve verificare se la violazione sia presente nel regolamento nonché la misura economica da applicare alla stessa.

L'importo è quello previsto all'art. 70 d.a.c.c.

E se nulla dice al riguardo il regolamento?

Sa applica quanto previsto dall'art. 70 ossia sanzioni fino a 200 euro e fino ad 800 in caso di recidiva?

Sei d'accordo?

L'art. 70 parla esplicitamente di violazione del regolamento di condominio. A mio parere, applicare una sanzione a qualcosa che non sia prevista nel regolamento, espone il condominio ad azione legale da parte del condòmino coinvolto.

Quindi, ci andrei cauto nel comminare tale sanzione.

Salve,

in un condominio che amministro i condomini si lamentano del comportamento scorretto di un condomino che lascia sulle parti comuni gli escrementi del proprio cane. Un condomino ha addirittura fotografato il signore nella flagranza.

Io avevo pensato ad una sanzione con l'autorizzazione dell'assemblea, voi cosa mi consigliate?

E poi a quanto ammonterebbe la prima sanzione?

Grazie mille!

Art. 70. c.c.

Per le infrazioni al regolamento di condominio può essere stabilito, a titolo di sanzione, il pagamento di una somma fino ad euro 200 e, in caso di recidiva, fino ad euro 800. La somma è devoluta al fondo di cui l'amministratore dispone per le spese ordinarie.

L'irrogazione della sanzione e' deliberata dall'assemblea con le maggioranze di cui al secondo comma dell'articolo 1136 del Codice.

Non credo sia così semplice:

Innanzitutto occorre inserire la clausola nel regolamento che chi sporca e non pulisce sarà sanzionato.

Poi occorre accertare l'infrazione e convocare l'assemblea affinchè deliberi la sanzione.

 

Non puoi vietare al cane di sporcare ma puoi obbligare il suo padrone a pulire.

Una foto non è sufficiente a provare la fragranza.

Servirebbe almeno un filmato in cui il proprietario lasci che il proprio cane faccia i suoi bisogni e si allontani senza pulire, nonchè testimonianze che gli escrementi sono rimasti lì per un tempo ragionevole oltre il quale il condòmino si sia recato a casa a prendere gli strumenti per la pulizia.

Un condòmino attaccabrighe ed un buon avvocato potrebbero provocare al condominio la beffa di dover pagare le spese oltre al danno.

Proporre in assemblea la modifica del regolamento apportando le clausole che ritenete opportune specificando, per ciascuna, l'importo della sanzione.

Ciao Leonardo,

cosa mi consiglieresti al riguardo?

Grazie

Contro l'inciviltà c'è poco da consigliare.

Potreste raccogliere gli escrementi e consegnarli al domicilio del proprietario dicendo che il suo cane li ha dimenticati per le scale.

 

Se volete applicare le sanzioni, oltre ad un regolamento "blindato", a mio avviso per blindare le impugnazioni vi servirà deliberare l'installazione di un sistema di videosorveglianza delle parti comuni.

×