Vai al contenuto
antanicaparella3x2

Rumori molesti dopo l orario del silenzio

Buona sera,

volevo porre alla vostra attenzione un mio problema che si sta protraendo da parecchio tempo.

Nel mio condominio il mio appartamento o meglio la mia camera matrimoniale confina con il bagno di un vicino e costui ha la

fantastica abitudine di farsi la doccia in un orario compreso tra 23 e le 24.

Capirete che nel silenzio della notte anche uno spillo che cade fa rumore quindi potete immaginare l acqua che scende e un odioso

box doccia cigolante che scandisce l' inizio e la fine del supplizio.

Ora vi chiedo, visto ne sono esasperato, la soluzione se possibile visto che i personaggi in questione sono sul generis E' CASA MIA E FACCIO QUELLO CHE VOGLIO.(tanto più che i signori pensano di non abitare in condominio perché proprietari di una casa terra/cielo ma inserita in un condominio fatto e finito).

Anticipo la soluzione amministratore con lettere e la escludo perché siamo autogestiti essendo il condominio composto da poche unita.

Volevo sapere se esistono sentenze di casi uguali al mio.

Ringrazio anticipatamente

Mah in questo caso, come già ti hanno risposto, non credo che la doccia sia rumore molesto (un conto magari se questo tizio cantasse a squarciagola nel frattempo - allora si potrebbe chiedere almeno di evitarlo). Penso sia lecito farsi la doccia quando si vuole o quando si può (magari rientra sempre tardi dal lavoro e non può farsela in altri momenti.

capisco comunque quanto possa essere fastidioso.

potresti pensare ad isolare la parete confinante con il suo bagno, se hai almeno 10 cm di spazio. la lana di vetro/roccia fa miracoli, provato personalmente! affidati però ad una ditta specializzata.

Ti capisco e concordo sul fatto che la doccia nel cuore della notte è un rumore fastidioso: provato sulla mia pelle con cretini che la facevano alle 5-6 del mattino, fregandosene ovviamente di tutti gli altri.

Più che altro, nel tuo caso, ritengo che un orario compreso tra le 23 e le 00 sia "border-line" nel senso che non si può parlare di orario prettamente notturno, considerato che mediamente una persona adulta va a dormire verso quell'ora. Magari fosse capitato a me...

Il consiglio è di cercare di scendere a patti con il demente di turno, e se ciò non è possibile, di tentare un isolamento acustico previo parere di un tecnico specializzato (che non sia quello che ti vende l'intervento).

Beh se la doccia alle 24 non è un rumore fastidioso non so cosa possa darvi fastidio o molto probabilmente non vi dovete alzare alle 5.30 per dover andare a lavoro e non ho 50 anni e un altra mentalità, di anni ne ho molti meno ( poco più della metà) quindi il fatto di farsi la doccia quando si vuole va di pari passo con l' educazione e il rispetto per gli altri visto che chi fa queste cose è un artigiano e alle 18:30 è a casa

Beh se la doccia alle 24 non è un rumore fastidioso non so cosa possa darvi fastidio o molto probabilmente non vi dovete alzare alle 5.30 per dover andare a lavoro e non ho 50 anni e un altra mentalità, di anni ne ho molti meno ( poco più della metà) quindi il fatto di farsi la doccia quando si vuole va di pari passo con l' educazione e il rispetto per gli altri visto che chi fa queste cose è un artigiano e alle 18:30 è a casa

Sottoscrivo in pieno quanto sostiene antanicaparella3x2 nel suo post circa orari ed accortezza nei riguardi dei vicini.

Il problema è sempre la maleducazione non commentabile di certi soggetti che arrecano danno al prossimo ma hanno comunque l'inspiegabile "fortuna" di non essere mai ricompensati (come invece meriterebbero) con la stessa moneta...

E' inutile continuare a menarla, siamo due mondi distinti e paralleli.

Da una parte stanno le persone rispettose e con spiccato senso civico, dall'altra un branco di individui che, del tutto limitati e intellettualmente deficitari, non hanno nemmeno idea di cosa significhi convivere, condividere, coesistere.

Per quanto difficile, perdoniamoli, non sanno nemmeno quello che fanno!

Ciao,

Comprendo che alzandoti presto x te le 23 sia già notte fonda( anche io faccio i turni).

Ma secondo me una doccia a quell'ora é da tollerare. Il tuo vicino non urla o altro.

Certo poi anche a me urterebbe i nervi x questo sto pensando di isolare la mia camera.

Gli altri non sono tenuti a cambiare le loro abitudini se non moleste x noi.

Beh se la doccia alle 24 non è un rumore fastidioso non so cosa possa darvi fastidio o molto probabilmente non vi dovete alzare alle 5.30 per dover andare a lavoro e non ho 50 anni e un altra mentalità, di anni ne ho molti meno ( poco più della metà) quindi il fatto di farsi la doccia quando si vuole va di pari passo con l' educazione e il rispetto per gli altri visto che chi fa queste cose è un artigiano e alle 18:30 è a casa

Se ti riferivi a me hai frainteso il mio messaggio: io sono d'accordissimo con te, la doccia dà fastidio eccome e non si può addurre il fatto di tornare a casa alle 3 di notte (da dove, poco importa) per pretendere di poterla fare. Il senso civico impone di EVITARE e rimandare alla mattina successiva.

Idem il fatto di farsela alle 6 del mattino prima di andare a lavoro, cosa che trovo, oltre che incivile, anche assurda, dal momento che uno la doccia se la fa ALLA FINE di una giornata, per togliersi lo sporco di dosso, e non all'INiZIO, quando non serve a nulla, a parte rompere l'anima a chi ti sta accanto.

Ma vallo a spiegare alla gente (nel senso dispregiativo del termine).

 

- - - Aggiornato - - -

 

Gli altri non sono tenuti a cambiare le loro abitudini se non moleste x noi.

Che un'abitudine sia molesta o meno è tutta da verificare (con chi ti sta accanto).

Ops..... Volevo scrivere se sono moleste x noi.

 

Io alle 22 di solito sono a letto ma capisco che la maggior parte della gente c vada dopo....

... il fatto di farsela alle 6 del mattino prima di andare a lavoro, cosa che trovo, oltre che incivile, anche assurda, dal momento che uno la doccia se la fa ALLA FINE di una giornata, per togliersi lo sporco di dosso, e non all'INiZIO, quando non serve a nulla, a parte rompere l'anima a chi ti sta accanto.

Ma vallo a spiegare alla gente (nel senso dispregiativo del termine).

 

Che un'abitudine sia molesta o meno è tutta da verificare (con chi ti sta accanto).

Forum fantastico. Imparo solo ora di essere un incivile perchè da decenni mi faccio la doccia tutte le mattine e pure tutte di sere. Vallo a spiegare alle mie donne... che apprezzano un uomo profumato e pulito.

Me l'aspettavo, puntuale come un orologio.

Come al solito, quando si tocca l'argomento doccia, qualcuno cerca di farmi dire qualcosa che non ho scritto.

Non travisare le mie parole, per cortesia: non ho detto che farsi la doccia al mattino è da incivile, ma che FARSELA ALLE 6 DEL MATTINO, QUANDO SAI CHE GLI ALTRI STANNO ANCORA RIPOSANDO, FREGANDOTENE, è da incivili, è cosa ben diversa.

Sulla sera non ho detto un bel niente, anzi, ho detto che è più che giusto (io me la faccio tutte le sere) MA SEMMAI NON ALLE 3 DI NOTTE.

Scusatemi se ho espresso in maniera tagliente il succo del discorso, non era mia intenzione.

Volevo solo precisare che in tanti non danno importanza a certe problematiche fino a quando non vi si trovano all' interno.

Comunque avete soluzioni ?

Grazie ancora

Non ti devi scusare di niente, io ho ben compreso il tuo problema perchè l'ho vissuto sulla mia pelle: proprio come dici tu, in tanti non danno importanza a certe problematiche fino a quando non l'hanno provate sulla loro pelle.

Aggiungo, infine, che non tutti gli impianti sono uguali: è evidente che nel tuo caso (come lo era nel mio) l'impianto è molto rumoroso e l'isolamento acustico fa pena, pertanto è chiaro che ti lamenti perchè c'è rumore.

Idem per il discorso "scarico del wc": è evidente che un impianto nuovo (tipo Geberit, con tubi in plastica, ecc.) è molto molto pià silenzionso del dannato passo rapido (che Dio stramaledica chi l'ha inventato) che è capace di produrre qualcosa come 65db ad ogni utilizzo (avete presente un motorino che ti passa in camera da letto? Ecco, la stessa cosa).

Ecco perchè è fin troppo semplice dare dell'ipersensibile a chi si lamenta di sciaquoni reiterati alle 3 di notte o di docce sistematiche nel cuore della notte, quando chi accusa (ingiustamente) vive in un immobile con impianti nuovi, silenziosi e ben insonorizzati.

Per le soluzioni, mi riporto a quanto ho già scritto sopra.

In bocca al lupo.

Io non sono uno che tollera molto i rumori e sono a riguardo molto rispettoso degli altri. Se gli altri non cercano di prevaricarmi.

 

Spero di non essere maleducato o di urtare la sensibilità di qualcuno ma secondo me una doccia alle 23 o alle 6 del mattino... Vabbè se questi possono farla a quell'ora, prima di andare a letto o prima di andare a lavorare che vogliamo fare? Io non devo, ma se dovessi svegliarmi alle 6 per andare a lavorare magari in ufficio ed essere sempre ordinato dovrei fare la doccia alle 6 ma non significa che non rispetto chi dorme. E' solo che la doccia la devo fare a quell'ora. Come ho già suggerito da altre parti prova prima con dei tappi, io li uso normalmente perchè mi piace il silenzio assoluto e mi trovo bene.

Vabbè se questi possono farla a quell'ora, prima di andare a letto o prima di andare a lavorare che vogliamo fare? Io non devo, ma se dovessi svegliarmi alle 6 per andare a lavorare magari in ufficio ed essere sempre ordinato dovrei fare la doccia alle 6 ma non significa che non rispetto chi dorme. E' solo che la doccia la devo fare a quell'ora

Ok, ragioniamo per ipotesi, ma sul pratico: tu ti devi alzare alle 6 per andare a lavorare, giusto? Posso ipotizzare che almeno 7 ore dovrai dormire? Quindi andrai a dormire verso le 23.

Durante la notte, una persona (sana) non suda, non si imbratta, insomma non si sporca. Al più può capitare di sudare d'estate, ma per 9 mesi all'anno direi che è una realtà scientifica oggettiva che di notte non ci si sporca.

Detto questo, ora mi devi spiegare come fai a sostenere che se ti alzi alle 6 per andare a lavorare la doccia LA DEVI FARE ALLE 6 per essere sempre pulito ed in ordine.

Non potresti farla alle 22.30 prima di andare a dormire? O magari quando torni a casa dal lavoro, prima di cena? Non ci guadagneresti anche un pò sonno al mattino, se ti devi alzare già così presto?

Io me la faccio sistematicamente alle 20.30-21 quando torno a casa dal lavoro e ritengo di essere una persona pulita ed ordinata e se torno dopo le 23, beh, a meno che non sia in uno stato pietoso cerco di evitare fino alle 8 del mattino successivo, quando sono certo che chi mi abita di sotto/accanto è già sveglio e non gli rompo l'anima.

Ok, ragioniamo per ipotesi, ma sul pratico: tu ti devi alzare alle 6 per andare a lavorare, giusto? Posso ipotizzare che almeno 7 ore dovrai dormire? Quindi andrai a dormire verso le 23.

Durante la notte, una persona (sana) non suda, non si imbratta, insomma non si sporca. Al più può capitare di sudare d'estate, ma per 9 mesi all'anno direi che è una realtà scientifica oggettiva che di notte non ci si sporca.

Detto questo, ora mi devi spiegare come fai a sostenere che se ti alzi alle 6 per andare a lavorare la doccia LA DEVI FARE ALLE 6 per essere sempre pulito ed in ordine.

Non potresti farla alle 22.30 prima di andare a dormire? O magari quando torni a casa dal lavoro, prima di cena? Non ci guadagneresti anche un pò sonno al mattino, se ti devi alzare già così presto?

Io me la faccio sistematicamente alle 20.30-21 quando torno a casa dal lavoro e ritengo di essere una persona pulita ed ordinata e se torno dopo le 23, beh, a meno che non sia in uno stato pietoso cerco di evitare fino alle 8 del mattino successivo, quando sono certo che chi mi abita di sotto/accanto è già sveglio e non gli rompo l'anima.

Stabilire quando una persona deve fare una doccia mi sembra una limitazione alle libertà per cui i Nostri Padri si sono sacrificati.

esatto, sono pienamente d'accordo con incubus

se devo stare in casa sapendo che ho la casa pulita non ci penso due volte a farmi la doccia anche prima di cena visto che sei pulito tu e pulita la casa.

Mi spiace ma chi non ha rispetto degli altri in maniera coscienziosa dovrebbe avere pan per focaccia

Stabilire quando una persona deve fare una doccia mi sembra una limitazione alle libertà per cui i Nostri Padri si sono sacrificati.

Non si tratta di limitazioni alla libertà, ma di rispetto verso gli altri e buona educazione, cosa che attualmente nel nostro paese manca e continuerà a peggiorare.

Ok, ragioniamo per ipotesi, ma sul pratico: tu ti devi alzare alle 6 per andare a lavorare, giusto? Posso ipotizzare che almeno 7 ore dovrai dormire? Quindi andrai a dormire verso le 23.

Durante la notte, una persona (sana) non suda, non si imbratta, insomma non si sporca. Al più può capitare di sudare d'estate, ma per 9 mesi all'anno direi che è una realtà scientifica oggettiva che di notte non ci si sporca.

Detto questo, ora mi devi spiegare come fai a sostenere che se ti alzi alle 6 per andare a lavorare la doccia LA DEVI FARE ALLE 6 per essere sempre pulito ed in ordine.

Non potresti farla alle 22.30 prima di andare a dormire? O magari quando torni a casa dal lavoro, prima di cena? Non ci guadagneresti anche un pò sonno al mattino, se ti devi alzare già così presto?

Io me la faccio sistematicamente alle 20.30-21 quando torno a casa dal lavoro e ritengo di essere una persona pulita ed ordinata e se torno dopo le 23, beh, a meno che non sia in uno stato pietoso cerco di evitare fino alle 8 del mattino successivo, quando sono certo che chi mi abita di sotto/accanto è già sveglio e non gli rompo l'anima.

INCUBUS, la tua disamina è perfetta...poi, è chiaro, ognuno ha le proprie abitudini.

Ma se le proprie abitudini cagionano anche solo minimi "danni" al prossimo sarebbe cosa buona e giusta cambiarle.

Stabilire quando una persona deve fare una doccia mi sembra una limitazione alle libertà per cui i Nostri Padri si sono sacrificati.

Sicchè evitare di farsi la doccia nel cuore della notte è una limitazione di libertà inaccettabile. Mi meraviglio che non l'abbiano inserita nella Costituzione tra le libertà fondamentali.

Ma tu quanti anni hai? Hai fatto il servizio militare? Hai mai dovuto fare turni o ricevere ordini di servizio? Immagino proprio di no.

Così, giusto pour parler, in tutte le caserme del mondo ci si alza tutti alla stessa ora, si fa colazione e pranzo alla stessa ora, ci si fa la doccia tutti alla stessa ora e si dorme tutti alla stessa ora.

Chiunque contravvenga a queste norme interne viene punito, sia dai superiori che dai commilitoni (magari con metodi più diretti: prova a far casino in una caserma della Folgore alle 3 di notte, poi mi racconti come ne sei uscito).

Per concludere, la tua libertà finisce dove inizia la mia, quindi, se ti fai la doccia alle 3 di notte e mi impedisci di dormire, stai violando il mio diritto di riposare, che forse vale più del tuo di farti la doccia, in quanto rinviabile alla mattina successiva.

Luisa don't like this. 😂

Così, giusto per concludere, vorrei riportare una "storia di ordinaria civiltà" che spero costituisca spunto di riflessione per alcuni.

Qualche giorno fa ero a pranzo da mia madre: verso le 14.30 suona al campanello di casa la sua vicina, la quale chiede la cortesia di interrompere il funzionamento della lavatrice perchè non stava bene e, dato che il bagno risulta parzialmente adiacente ad un lato della sua camera da letto, non le consentiva di riposare. Detto, fatto, mia madre ha spento la lavatrice e l'ha riaccesa soltanto alle 17.

Ora, sono sicuro che se un domani accadesse l'inverso, la vicina sarebbe ben disponibile a ricambiare la cortesia.

Se mia madre avesse invece reclamato il suo diritto inviolabile a far andare la lavatrice alle 14.30 del pomeriggio, magari con la solita frase "a casa mia faccio quello che voglio!", pensate che la vicina sarebbe stata così' ben disposta?

Per essere civili, basta poco.

Hai tutta la mia comprensione! Io ho il guaio di quelli del piano di sopra con bambino e cane ingestibili e anche il problema di 3 cani di quelli del piano terra che stanno sul terrazzo e abbaiano a chiunque passi per ore e a qualsiasi ora! Io vado all'università e immagina per studiare che casino mi devo subire! Dovrebbero far vivere certa gente nel pizzo di una montagna separati dal resto del mondo..così da poter sfogare la loro inciviltà ogni volta che vogliono!!

Non si devono confondere i diritti, stabiliti da leggi, dove i giudici sono tenuti ad esprimersi con la maleducazione o la cortesia che attengono la singola persona e non la legge.

Anche gettare mozziconi di sigarette/volantini/cartacce/eccetera per terra non è vietato dalla legge, ma se tutti ragionassero con il "non è previsto dalla legge, quindi faccio quello che voglio", vivremmo in un immondezzaio.

Anche gettare mozziconi di sigarette/volantini/cartacce/eccetera per terra non è vietato dalla legge, ma se tutti ragionassero con il "non è previsto dalla legge, quindi faccio quello che voglio", vivremmo in un immondezzaio.

Veramente quello che dici è vietato dal regolamento di polizia urbana del mio comune come sdraiarsi per terra, salire sugli alberi, portare a spasso il cane in bicicletta tenendolo al guinzaglio, ecc...

×