Vai al contenuto
Angeldivine

Rumori molesti.. dal mio vicino

Buongiorno,

vi chiedo aiuto, purtroppo ho un vicino che da 3 anni suona chitarra e canta anche con la sua ragazza e quando fa le feste con gli amici non vi dico che cori. (oltretutto il 90% sono stonati come non so cosa).

 

Ora ho letto di tutto qui sui rumori ma non comprendo una cosa.

So che per verificare la tollerabilità bisogna fare un esame fonometrico (se così si scrive) che ha un costo, ma nessuno parla degli orari, ovvero:

il mio vicino, ha giornate in cui magari non suona ma si mette al cellulare dall' una di notte fino alle 3 anche oltre a parlare ad alta voce girando per tutta la casa come se fosse mezzogiorno. Oppure abbiamo le altre 2 alternative che sono: si mette a suonare e cantare sia da solo che in duetto con la sua amata alle 3 o 4 di notte, se non magari seguito o preceduto da atti sessuali dove lei urla di "piacere" ritmicamente sempre in quegli orari. So che nel mio comune per chi suona si va dalle 8 fino alle 22 e per gli schiamazzi di natura sessuale non so.

 

Ok per i decibel, ma per gli orari si può fare qualcosa? Noi fino ad ora (e son passati 3 anni) abbiamo resistito urlando di finirla o con pugni sul muro, ma non sempre son serviti a qualcosa. Cosa possiamo fare?

 

Grazie

La perizia dovrebbe svolgersi installando un apparecchio di misurazione (fonometro) per 24 (o più) ore consecutive.

Questa la perizia di parte, ovviamente.

Per quella che svolgerà l'eventuale CTU nominato dal Tribunale, devi solo sperare che il predetto CTU abbia un pò di sale in zucca, in caso contrario, hai perso la causa.

Per questo, a malincuore, mi sento di scosigliare la causa civile se i rumori non sono costanti ed ad orari fissi: soldi e tempo buttati.

Aggiungo che la controparte verrà per legge anche avvertita che sarà oggetto di misurazioni acustiche. Questa è la legge...questa è l'Italia.

In che senso "verrà avvertita per legge"? Durante la perizia di parte, certamente no.

Se si fa causa, invece, è ovvio che verrà avvertita con la notifica dell'atto di citazione o del ricorso e del pedissequio decreto per ATP.

Non credo invece, che il CTU sia obbligato a comunicare gli orari della misurazione, anzi, il Giudice potrebbe, su richiesta dell'attore/ricorrente stabilire che il CTU compia l'atto "a sorpresa".

.In questi casi occorre richiedere al Giudice un intervento "a sorpresa" del consulente (CTU), che non è automaticamente concesso e, se lo è, può essere impugnato per mancato rispetto del contraddittorio tra le parti. Saluti

Francamente non ho capito di cosa stai parlando: citazione? Ricorso per ATP?

Niente è "automaticamente concesso" ma se il Giudice ha un pò di sale in zucca dovrebbe dare disposizioni al CTU affinchè esegua la sua misurazione "a sorpresa".

Una volta che le notifiche sono corrette, il contradditorio tra le parti è stato regolarmente instaurato e nessuno può "impugnare" nulla.

In caso contrario ogni atto "a sorpresa" (alcooltest, sequestri, ispezioni, perquisizioni) sarebbe "impugnabile" come dici tu.

Il sopralluogo del CTU di sorpresa

 

In alcuni dei casi qui denominati "del secondo tipo" il CTU può accertare la realtà quando viene autorizzato dal Giudice ad effettuare sopralluoghi per le misurazioni fonometriche di sorpresa, cioè senza preavviso al resistente; il preavviso al ricorrente è comunque necessario perché il CTU deve accedere in casa del ricorrente, tipicamente di notte e nella camera da letto.

 

Il caso limite è quando l'evento è sporadico e non prevedibile, di durata limitata, ad esempio di poche decine di minuti sulle 24 ore. In questo caso non rimane che autorizzare il CTU a farsi chiamare per telefono dallo stesso ricorrente quando il disturbo è in atto, per intervenire prontamente, entro mezz'ora, di giorno e di notte.

 

Per il consulente è compito gravoso o anche impossibile. Tuttavia all'autore è accaduto di ricevere - grazie al cielo raramente - telefonate a mezzanotte e alle 4 del mattino e di riuscire ad accertare, come CTU, le lamentate immissioni.

 

Ma è noto che la violazione del contraddittorio, con accertamenti del CTU svoltisi senza darne preavviso alle parti, può inficiare la consulenza e può ripercuotersi sulla sentenza che di quegli accertamenti si sia avvalsa in modo determinante ai fini della decisione (Sent. 3647 del 8/8/1989).

Ma è noto che la violazione del contraddittorio, con accertamenti del CTU svoltisi senza darne preavviso alle parti, può inficiare la consulenza e può ripercuotersi sulla sentenza che di quegli accertamenti si sia avvalsa in modo determinante ai fini della decisione (Sent. 3647 del 8/8/1989).

Continuo a non capire troppo il tuo messaggio: la sentenza che hai citato è di quasi 30 anni fa, e da chi è stata pronunciata? Tra l'altro non dice nulla di certo, dato che usa il verbo potere "PUO' .. inficiare... PUO' ripercuotersi". Sarebbe interessante leggerne la motivazione, la massima è troppo stringata.

Grazie mille per le risposte

 

Io non riesco davvero a capire come sia possibile tutelare il ROMPIPALLE ma condannare coloro che non dormono e subiscono.

I rumori non sono ogni giorno, ha periodi in cui magari per una settimana o perchè parte o per grazia divina dorme fuori, e poi ci sono periodi in cui canta con la chitarra e gli amici fino alle 2 o 3 o 4 del mattino, ma la cosa che davvero mi fa capire che posso solo spararmi in testa è che nessuno del condominio se ne lamenta..anche se credo che vicino a lui oltre a me, non ci sia nessuno. Per non parlare di tutto il giorno che è al telefono e zompetta da una stanza all'altra facendo ascoltare tutti i fatti suoi di lavoro, di vita.. in pratica sto a lavoro solo per avere un po' di pace, anche perchè poi quando torno a casa o suona, o è al telefono..

Ho parlato all'amminist. sui rumori notturni e ha scritto due righe chiedendo di non far rumori forti dopo le 22, scrivendolo a tutti allegandolo a delle rate da pagare..... ma signori miei.. secondo voi servirà a qualcosa?

 

Purtroppo leggendo gli esami da fare e vedo che mi sconsigliate di agire legalmente, cosa devo fare? Mi uccido io? Oppure devo arrivare la punto di dare di matto? Peccato poi che la galera me la faccio io..

Non vi dico l'ansia che ho appena sento che torna a casa verso 1 o le 2 o le 3 d notte, ho sempre ansia e moltissime volte in questi anni mi ha svegliata in quegli orari. Il signorino non mette nemmeno la sveglia alla mattina perchè sente la mia!!!!! ma daiiiii aiuto

 

Che vita da condominio...

 

Ma scusate ho letto tra le varie discussioni, che tirando i pugni sul muro potrei essere io addirittura a pagarne le conseguenze???

purtroppo cara Angeldivine siamo in tanti ad avere di questi problemi. Io ho acquistato da 6 anni questo appartamento in cui vivo e sono 6 anni precisi che vivo male. Nulla è servito contro i cafoni se non a peggiorare ulteriormente la situazione. Morale della favola: non appena anche mia moglie si convincerà (ancora non lo è) vendo tutto e scappo via sperando di essere più fortunato. Altre soluzioni non né vedo a parte quella di lasciare mia moglie e scappare prima.

Che tristezza, anch'io ho pensato a cambiare casa, ma bisogna comunque stare attenti anche a cosa si trova.. però davvero non ho parole per quanto faccia pena il nostro sistema. A esser buoni ce la si prende sempre in quel posto.

Non si tratta di essere buoni o meno. Si tratta di educazione e rispetto, evidentemente noi siamo stati, dai nostri genitori, educati a rispettare il prossimo... mentre il prossimo cresceva come uno zulù.

Scusate, ieri ancora fino all'1 passata a parlare e ridere e ogni tanto canticchiare.. io ho ansia, non vivo più. Non posso fare qualcosa per questa ansia? non posso fare una visita per danni biologici (o come si dice 🤔

Ma perchè non chiami il 113, all'una passata non possono, anzi non devono far casino, ma scherziamo; l'orario del silenzio va dalle 23°° alle 7 del mattino, dalle 23,01 deve essere silenzio, il riposo è SACRO anzi PIU' che SACRO,

chiama il 113 e non credere che poi la situazione si complica, vedrai che magari non sparisce del tutto ma credimi quando vedono la divisa si cac.. ...no sotto perchè và tutto a verbale, magari quando li chiami gli spieghi brevemente che hai già fatto tutti i vari passi amichevolmente, lettera amministratore, ecc..... dopoo ci pensano loro.

Sono assolutamente solidale con te Angeldivine, ma se addirittura dal tuo appartamento senti il vicino che si sposta da una stanza all'altra e lui sente la tua sveglia non è molto insonorizzato il condominio. Avete i muri di cartapesta? In ogni caso se questi cantano e suonano la notte e durante gli atti sessuali lei urla di "piacere" senza contenersi un minimo penso che abbiano dei seri problemi oltre ad essere molto maleducati....

Chiama sempre le Forze dell'Ordine e segnati data e ora del loro intervento, in modo da avere come prova in caso di denuncia anche i loro interventi...

Triste dirlo, ma in realtà non c'è soluzione. Il 113, le cause civili, le perizie dell'ASL... mai sentito che ci sia stato nessun risultato. E' teoria pura, esercizio accademico. Io ho cambiato casa, sono ancora in condominio e sono contento.

Grazie Kobra, non ricevo le notifiche e ho visto ora la tua risposta, pensavo di chiamare il 113 infatti, ma se poi smettono di fare casino prima del loro arrivo non è peggio?

Incubus, ho letto quell'articolo ma non porta a molto, purtroppo voi mi dite la triste realtà dei fatti che.. poco posso farci se non cambiare casa. (e la sto cercando ma i tempi sono quello che sono). Ma questa sentenza però è vecchiotta e non credo di avere la possibilità economica di fare perizie, pagare avvocato e quant'altro.. sono destinata a subire.

 

Per quanto riguarda Fiorestella, le mura del condominio sono di velina, si sente tutto anche il telegiornale che guarda, i suoi problemi a lavoro, le sue effusioni amorose, i loro concerti e anche quando fa le puzzette per casa. Rientrare da lavoro e sentire questo continuo urlare, perchè non è parlare ma urlare cavolo, la sua ragazza è logorroica da far venire lo svenimento con questa voce alta e forte, quelle volte che dorme da lui io mi vorrei suicidare.

 

Ieri ha fatto dalle 10 fino alle 11.00 in silenzio e poi ha iniziato a camminare come un trattore verso l'1 ha abbassato la tapparella con una delicatezza che ve lo lascio immaginare il tutto contornato da varie telefonate di varie intensità vocali.

 

A chiamare le forze dell'ordine non saprei nemmeno quando, dovrei attendere una festa (che vista la bella stagione in arrivo non tarderanno ad arrivare)

 

Ma poi a 40 anni caxxo l'educazione non sanno cos'è? E io però devo stare in silenzio perchè gli altri vicini che ho, dopo le 11 nn posso nemmeno tenere il volume della tv a 6 perchè è troppo però nn posso non sentire nulla io perchè dall'altra parte c'è la discoteca.. sono in una situazione di m... da una parte il circo dall'altra il cimitero... e io però devo rispettare gli altri, quando agli altri di rispettare me non gliene importa nulla?! accidenti

Io ho avuto lo stesso problema per un anno circa: una coppia di condomini nuovi che tutte le sere iniziavano ad urlare e gridare come indemoniati, prendendosi a cattive parole indicibili.

Dopo un paio di mesi sono andato a bussare e garbatamente glielo ho fatto presente, ma loro hanno negato. Poi ho scritto all'amministratore, ma non è servito a nulla.

Alchè ho cambiato tattica: in accordo con altri due condomini, amici, e stanchi anche loro del baccano, ci siamo messi a telefonare a turno a polizia o carabinieri. Ogni volta che chiamavo recitavo la parte del cittadino preoccupato: "secondo me stanno facendo del male a qualcuno" "temo stia succedendo qualcosa di serio" "ho sentito delle grida disperate".

Le forze dell'ordine sono intervenute varie volte ed alla fine i due l'hanno smessa di far casino.

Lui sotto e dall'altro lato non ha nessuno... o forse sotto ha una famiglia cinese, ma le tapparelle delle due abitazioni che ha vicino sono sempre chiuse..

Ho solo un vicino con cui ho buoni rapporti perchè in tutto il condominio (siamo circa 40 tra abitazioni e negozi)la maggior parte son cinesi e loro non si lamentano mai, anzi se possono evitare caos lo evitano. Non potrei fare telefonate del genere, la cosa che mi preoccupa è che sono l'unica che sente questo gentiluomo... i vicini che ho dall'altra parte lo sentiranno di sicuro ma non dicono nulla perchè sono contenti visto che io ho avuto qualche serata nel primo anno dove sono venuti amici e magari fino a mezzanotte parlavamo, senza musica senza tv, solo che un amico ha una voce molto alta ed io dicevo sempre "shhh, abbassa la voce" solo che a 00.30 di venerdì 28 dicembre..non mi sembrava di aver fatto chissà che caos, ma poi ho capito che si sente ogni cosa e loro hanno fatto la camera da letto attaccata alla mia microscopica sala....che non so nemmeno perchè abbiano fatto una tale vaccata, quindi ora mi odiano ed io onestamente non provo amore x loro, ma siccome ho rispetto cerco di non fare caos, tanto che non ho più amici in casa, vivo col mio ragazzo e sembriamo fare la vita da pensionati..come i vicini (anche loro giovani fuori pensionati rompipalle dentro).. peccato che dall'altra parte ho uno che a 40 anni fa la vita da ragazzino delle superiori... Non ho nemmeno speranza di un aiuto dai vicini. Evviva la vita condominiale!!!!

Incubus, ho letto quell'articolo ma non porta a molto, purtroppo voi mi dite la triste realtà dei fatti che.. poco posso farci se non cambiare casa. (e la sto cercando ma i tempi sono quello che sono). Ma questa sentenza però è vecchiotta e non credo di avere la possibilità economica di fare perizie, pagare avvocato e quant'altro.. sono destinata a subire.

Purtroppo è esattamente quello che volevo esprimere, tant'è che l'articolo non l'ho postato io, ma qualcun altro: per me è aria fritta.

 

Capisco perfettamente il tuo sconforto e la tua sensazione di impotenza: è la stessa che ho provato io e tutti quelli che come me hanno dovuto vivere in certe condizioni.

 

L'ultima spiaggia è rispondere al rumore col rumore, ma qui, come al solito, verrò tacciato di essere quello che non sono, cioè un guerrafondaio incivile.

Buongiorno,

ma l'amministratore non ha eseguito tutte le procedure per la sanzione per il non rispetto del regolamento di Con dominio (Art. 70 Disp. Attuazione C.C.)?

Concordo con la raccomandata all'amministratore (anche un paio non fanno male) poi con la chiamata alle forze dell'ordine... ed infine l'amministratore deve procedere (pena, passibilità di revoca)... io glielo farei presente!!!

In bocca al lupo!

×