Vai al contenuto
gabrielem

Rottura tubazione acqua a monte contatore utenze multiple

Buongiorno a tutti, mi sono appena iscritto a questo forum in quanto ho avuto moltissime segnalazioni di stima nei vs. confronti da parte di amici e per l'occasione vorrei sottopporre questo problema nel mio condominio.

Nel mese di agosto sono stato chiamato dall'amministratore del condominio dove sono proprietario di n.1 appartamento dicendomi che dalla tubazione del mio contatore era presente una forte perdita di acqua; mi sono subito recato per ispezionare quanto riferito ed in effetti la perdita c'era sulla mia tubazione ma a monte del mio contatore di acqua (praticamente il tubo perdeva ma il contatore non girava perchè avveniva prima) Premetto che si tratta di unico arrivo di acqua con utenze multiple per ciascun condomino.

A questo punto ho segnalato il guasto alla società idrica e dopo varie peripezie mi è stato detto che loro non possono farci niente perchè è di mia esclusiva responsabilità come riferito dall'art.44 del regolamento del servizio idrico integrato.Visto che è stata ridotta la pressione all'intera tubazione condominiale, mi sono rivolto ad un mio idraulico di fiducia per poter sistemare la perdita ma correttamente mi è stato sollevato che l'intervento non poteva effettuarlo perchè non sapeva come chiudere l'acqua in arrivo.

Cosa devo fare?la riparazione è a carico dell'ente idrico oppure no, anche trattandosi di suolo privato dove alloggiati i contatori?

Grazie

Verifica cosa dice in merito il contratto di fornitura e accertati che l'articolo 44 del regolamento richiamato dall'ente idrico integrato sollevi lo stesso da responsabilità in merito alla riparazione.

 

A prescindere di chi sia a carico l'intervento, chiedi all'ente idrico di comunicarti dove è situata la valvola di chiusura generale, sempre che non ne sia a conoscenza l'amministratore.

per caso e' questo il famigerato art 44 ?

ART. 44 – UTENZE CONDOMINIALI E UTENZE MULTIPLE

Per i consumi effettuati dalle utenze raggruppate servite da un unico misuratore, a valle del quale non siano presenti singoli contratti di fornitura tra le singole unità immobiliari e il gestore, le fatture saranno calcolate costruendo gli scaglioni tariffari tenendo presente il numero delle unità abitative.

I consumi effettuati dalle utenze raggruppate servite da un unico misuratore, a valle del quale siano presenti singoli contratti di fornitura fra le unità abitative e il gestore, saranno fatturati direttamente ai vari intestatari dei singoli contratti secondo i consumi rilevati dai singoli contatori posti al limite della proprietà pubblica o comunque in proprietà condominiale accessibile; l'eventuale differenza positiva fra i consumi rilevati al contatore generale e la somma dei consumi rilevati ai singoli contatori, per scostamenti significativi, sarà fatturata al condominio.

Il Gestore ha facoltà di individuare le migliori soluzioni tecnico-economiche al fine di eliminare situazioni preesistenti nelle quali al contatore generale non sia intestato alcun contratto. In fase transitoria l'eventuale differenza positiva fra i consumi rilevati al contatore generale non regolato contrattualmente e la somma dei consumi rilevati ai singoli contatori, per scostamenti significativi, sarà fatturata in parti uguali agli intestatari dei singoli contratti individuali, suddividendola in parti uguali fra gli stessi.

Nel caso di utenze condominiali e/o multiple, in presenza di perdita sulla derivazione di presa (allacciamento) per la parte di questa insistente nella proprietà privata, a monte del contatore contrattualizzato, l’utente è tenuto a provvedere all’immediata riparazione, seguendo le prescrizioni impartite dal gestore. Nel caso d’inottemperanza il Gestore potrà ridurre l’erogazione idrica al livello essenziale. Il Condominio e/o l’utenza multipla rimane, in ogni caso, unico responsabile in merito ai danni che tale perdita potrebbe arrecare alle proprietà pubbliche e/o private.

Grazie Mauro G., ho provveduto ad informare l'amministratore affinchè accerti con l'ente idrico l'alloggio della valvola di chiusura generale.

Purtroppo l'articolo 44 è quello pubblicato da peppe64 da cui si capisce che l'ente si solleva da responsabilità in merito alla riparazione.

Gentilissimo

 

- - - Aggiornato - - -

 

per caso e' questo il famigerato art 44 ?

ART. 44 – UTENZE CONDOMINIALI E UTENZE MULTIPLE

Per i consumi effettuati dalle utenze raggruppate servite da un unico misuratore, a valle del quale non siano presenti singoli contratti di fornitura tra le singole unità immobiliari e il gestore, le fatture saranno calcolate costruendo gli scaglioni tariffari tenendo presente il numero delle unità abitative.

I consumi effettuati dalle utenze raggruppate servite da un unico misuratore, a valle del quale siano presenti singoli contratti di fornitura fra le unità abitative e il gestore, saranno fatturati direttamente ai vari intestatari dei singoli contratti secondo i consumi rilevati dai singoli contatori posti al limite della proprietà pubblica o comunque in proprietà condominiale accessibile; l'eventuale differenza positiva fra i consumi rilevati al contatore generale e la somma dei consumi rilevati ai singoli contatori, per scostamenti significativi, sarà fatturata al condominio.

Il Gestore ha facoltà di individuare le migliori soluzioni tecnico-economiche al fine di eliminare situazioni preesistenti nelle quali al contatore generale non sia intestato alcun contratto. In fase transitoria l'eventuale differenza positiva fra i consumi rilevati al contatore generale non regolato contrattualmente e la somma dei consumi rilevati ai singoli contatori, per scostamenti significativi, sarà fatturata in parti uguali agli intestatari dei singoli contratti individuali, suddividendola in parti uguali fra gli stessi.

Nel caso di utenze condominiali e/o multiple, in presenza di perdita sulla derivazione di presa (allacciamento) per la parte di questa insistente nella proprietà privata, a monte del contatore contrattualizzato, l’utente è tenuto a provvedere all’immediata riparazione, seguendo le prescrizioni impartite dal gestore. Nel caso d’inottemperanza il Gestore potrà ridurre l’erogazione idrica al livello essenziale. Il Condominio e/o l’utenza multipla rimane, in ogni caso, unico responsabile in merito ai danni che tale perdita potrebbe arrecare alle proprietà pubbliche e/o private.

purtroppo è proprio questo......peppe64 a questo punto penso proprio che mi tocca frugarmi:mad:

 

grazie1000

×