Vai al contenuto
technobi

Rottura colonna fecale condominiale

Si è rotta la colonna fecale condominiale a servizio dei soli Condomini della scala "A" all'altezza del terzo piano (n° totale dei piani 7). Essendo a mio avviso un lavoro urgente ed indifferibile ho immediatamente provveduto con un'impresa edile ad eseguire i lavori di ripristino della colonna nonché alla tinteggiatura del bagno interessato dai lavori e danneggiato dalla fuoriuscita dei liquami. Un condomino non ha pagato affermando che l'Amministratore ha l'obbligo, in casi del genere, di indire riunione straordinaria per fare conoscere l'emergenza e quindi la necessità di esecuzione dei lavori. (Preciso che l'importo dei lavori ha inciso per 1.000,00 €uro compresa coloritura del bagno e soffitto.

Potreste gentilmente illuminarmi sul punto e, in caso di intervento regolare da parte mia (come credo) indicarmi qualche riferimento giurisprudenziale sul punto (anche sentenze di primo grado).

Grazie.

art 1135 cc

...

- L'amministratore non può ordinare lavori di manutenzione straordinaria, salvo che rivestano carattere urgente, ma in questo caso deve riferirne nella prima assemblea.

...

Più urgente di questo .... secondo me hai fatto benissimo ed i condomini interessati credo ratificheranno la spesa, così che anche il contestatore dovrà pagare.

era un condomino di quella colonna di scarico rotta? ci vuole fegato per dire all'amministratore che con un danno urgente, il quale si è adoperato subito.. che doveva invece indire assemblea (min 5 gg, piu possibilità di mancanza quoruom e quindi rinvio) e intanto la cacca colava... che gente

pagherà a basta..e ringrazi che ha un buon amministratore che si è mosso..forse gli servirebbe di lezione stare con la colonna di scarico rotta per settimane

×