Vai al contenuto
Tati

Ritenuta d'acconto su fattura compensi amministratore.

La ritenuta d'acconto presente in fattura, gli va pagata oppure gli dev'essere trattenuta?

 

Ovvero, va versata alla Agenzia delle Entrate dal Condominio?

 

Nel nostro caso abbiamo:*

 

TOTALE DOCUMENTO 2778, 67 €*

 

RITENUTA D'ACCONTO 438,00 €*

 

TOTALE NETTO 2340, 67 €*

 

Quindi noi dovremmo dare all'amministratore 2340, 67 € e versare a fine esercizio tramite 770 e F24 la RITENUTA D'ACCONTO di 438, 00 €?

 

Qualcuno mi può "illuminare" per favore?

 

Grazie

Si, deve essere liquidato al soggetto della fattura il netto delle ritenuta d'acconto. Quest'ultima la dovrai versare entro il 16 del mese successivo al pagamento (quindi non quello in cui viene fatta la fattura, ma quella di pagamento) con F24. Inoltre a fine anni, entro il mese di febbraio dovrai mandare al soggetto della fattura la certificazione delle ritenute operate nell'anno trascorso ed infine poi fare il 770.

Salve

 

In pratica noi pagheremo all'amministratore l'intero ammontare fattura, la quota spettante all'amministratore sara:

 

TOTALE NETTO 2340, 67 €

 

Sarà poi lui a versare tramite F24 (dato che si occupa anche della parte fiscale per conto nostro)

 

RITENUTA D'ACCONTO di 438, 00 € tramite F24, ho capito bene?

 

Grazie mille per la risposta!

Allora all'amministratore dovete versare € 2778,67. Poi sarà a lui a versare per conto del condominio attraverso F24 la ritenuta d'acconto che è di € 438,00. Ovviamente tale ritenuta viene "prelevata" dai 2778,67 e quindi da un netto di € 2340,67.

Allora all'amministratore dovete versare € 2778,67. Poi sarà a lui a versare per conto del condominio attraverso F24 la ritenuta d'acconto che è di € 438,00. Ovviamente tale ritenuta viene "prelevata" dai 2778,67 e quindi da un netto di € 2340,67.

All'amministratore va versata la cifra al netto della ritenuta e poi entro il 16 del mese successivo va versata all'erario la ritenuta stessa con F24.

Si ma in questo caso è l'amministratore che si versa da solo la sua ritenuta anche perché penso che solo lui abbia l'accesso all'home banking. Quindi voi versate la fatture comprensiva di ritenuta d'acconto. Una volta he avrà ricevuto la somma lui con il modello F24 verserà all'erario la ritenuta.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Si ma in questo caso è l'amministratore che si versa da solo la sua ritenuta anche perché penso che solo lui abbia l'accesso all'home banking. Quindi voi versate la fatture comprensiva di ritenuta d'acconto. Una volta he avrà ricevuto la somma lui con il modello F24 verserà all'erario la ritenuta.

Si ma in questo caso è l'amministratore che si versa da solo la sua ritenuta anche perché penso che solo lui abbia l'accesso all'home banking. Quindi voi versate la fatture comprensiva di ritenuta d'acconto. Una volta he avrà ricevuto la somma lui con il modello F24 verserà all'erario la ritenuta.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Si ma in questo caso è l'amministratore che si versa da solo la sua ritenuta anche perché penso che solo lui abbia l'accesso all'home banking. Quindi voi versate la fatture comprensiva di ritenuta d'acconto. Una volta he avrà ricevuto la somma lui con il modello F24 verserà all'erario la ritenuta.

Per precisione, i condomini versano le rate condominiali, che sono comprensive del compenso e delle varie spese di gestione; l'amministratore effettua il pagamento del compenso al netto della ritenuta dopodichè effettua il versamento all'erario della ritenuta, questo in quanto è lui ad operare sul conto.

ho un caso più complicato. Il mio amministratore ha fatto una fattura così: compenso 700, iva 22% 154, ritenuta d'acconto 140, totale 994 e ha ripartito 994. E ha detto che verserà 140 con un F24. Secondo voi è corretto?

ho un caso più complicato. Il mio amministratore ha fatto una fattura così: compenso 700, iva 22% 154, ritenuta d'acconto 140, totale 994 e ha ripartito 994. E ha detto che verserà 140 con un F24. Secondo voi è corretto?

... certo che se fa tutto lui ...

è vero che deve ripartire 994.

la procedura corretta è che è il condominio il sostituto d'imposta ed è obbligato per legge a trattenere e versare all'erario un acconto a titolo d'imposta (ritenuta d'acconto) per conto del percipiente.

all'amministratore pagherete il compenso più l'iva per 854 euro e verserete con f24 entro il 16 del mese successivo al pagamento i 140 euro di r.a.

per il condominio non cambia nulla come esborso, ma tutto è regolare.

ovviamente il tutto a fronte di regolare fattura che sarà messa in contabilità e agli atti documentali del condominio.

... se poi la fattura lui non la emette e non versa nulla ...

ho un caso più complicato. Il mio amministratore ha fatto una fattura così: compenso 700, iva 22% 154, ritenuta d'acconto 140, totale 994 e ha ripartito 994. E ha detto che verserà 140 con un F24. Secondo voi è corretto?

La fattura corretta è questa:

 

€. 700,00 (compenso amministratore)

€. 154,00 (Iva 22%)

---------

€. 854,00 (totale spesa da ripartire al condominio)

€. -140,00 (R.A. 20% su €. 700,00 di imponibile che il condominio verserà all'erario)

----------

€. 714,00 Netto da versare nelle mani dell'amministratore.

 

In pratica il costo totale per il condominio e che dovrà essere ripartito contabilmente tra i condòmini e di €. 854,00 di cui

 

714,00 bonifico all'amministratore

140,00 acconto che il condominio, in qualità di sostituto di imposta, pagherà all'erario come anticipo sulle tasse dell'amministratore.

Se l'amministratore avesse voltuo addebitare al condominio €. 994,00 avrebbe dovuto fare una fattura così:

 

€. 814,75 (compenso amministratore)

€. 179,25 (Iva 22%)

---------

€. 994,00 (totale spesa da ripartire al condominio)

€. -162,95 (R.A. 20% su €. 994,00 di imponibile che il condominio verserà all'erario)

----------

€. 831,05 Netto da versare nelle mani dell'amministratore.

La fattura corretta è questa:

 

€. 700,00 (compenso amministratore)

€. 154,00 (Iva 22%)

---------

€. 854,00 (totale spesa da ripartire al condominio)

€. -140,00 (R.A. 20% su €. 700,00 di imponibile che il condominio verserà all'erario)

----------

€. 714,00 Netto da versare nelle mani dell'amministratore.

 

In pratica il costo totale per il condominio e che dovrà essere ripartito contabilmente tra i condòmini e di €. 854,00 di cui

 

714,00 bonifico all'amministratore

140,00 acconto che il condominio, in qualità di sostituto di imposta, pagherà all'erario come anticipo sulle tasse dell'amministratore.

ok.

il mio errore nel post precedente è stato generato dalla somma sbagliata indicata da giovanni piero ... (che era quella sbagliata dell'amministratore.

grazie per la correzione.

ok.

il mio errore nel post precedente è stato generato dalla somma sbagliata indicata da giovanni piero ... (che era quella sbagliata dell'amministratore.

grazie per la correzione.

Non volevo correggere nessun tuo errore (neanche ci avevo fatto caso).

 

Volevo solo evidenziare che se l'amministratore si vanta di percepire un compenso basso di 700 euro + iva e poi carica le ritenute al condominio sta solo prendendo in giro i condòmini e con un artificio da "gioco delle tre carte" fa lievitare invisibilmente il suo compenso.

 

Voglio ricordare a me stesso il primo capoverso dell'articolo 630 del codice penale:

 

Art. 640 c.p.

Chiunque, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 51 a euro 1.032.

Non volevo correggere nessun tuo errore (neanche ci avevo fatto caso).

 

Volevo solo evidenziare che se l'amministratore si vanta di percepire un compenso basso di 700 euro + iva e poi carica le ritenute al condominio sta solo prendendo in giro i condòmini e con un artificio da "gioco delle tre carte" fa lievitare invisibilmente il suo compenso.

 

Voglio ricordare a me stesso il primo capoverso dell'articolo 630 del codice penale:

 

Art. 640 c.p.

Chiunque, con artifizi o raggiri, inducendo taluno in errore, procura a sé o ad altri un ingiusto profitto con altrui danno, è punito con la reclusione da sei mesi a tre anni e con la multa da euro 51 a euro 1.032.

ok.

mi trovo in sintonia coi tuoi ragionamenti.

ringrazio Paul Cayard e Leonardo53 per le risposte.

La prima risposta di Cayard mi pare la più coerente.

Certo che fa tutto lui! ci mancherebbe che noi condomini raccogliessimo i soldini per fare l'F24!

Noi verseremo 994 e lui verserà 140 € all'ADE. Mi pare coerente con la prima risposta di Cayard che poi nel suo secondo intervento sposa gli esempi di Leonardo53 e allora io vado in crisi.

Saluti.

ringrazio Paul Cayard e Leonardo53 per le risposte.

La prima risposta di Cayard mi pare la più coerente.

Certo che fa tutto lui! ci mancherebbe che noi condomini raccogliessimo i soldini per fare l'F24!

Noi verseremo 994 e lui verserà 140 € all'ADE. Mi pare coerente con la prima risposta di Cayard che poi nel suo secondo intervento sposa gli esempi di Leonardo53 e allora io vado in crisi.

Saluti.

Mi sembra che alla fine io e Cayard siamo d'accordo.

E' ovvio che l'amministratore, in quanto rappresentante legale del condominio, farà tutto lui.

Lui dovrà pagarsi il compenso e lui dovrà versare la ritenuta d'acconto in nome del condominio.

 

Il problema è che l'amministratore non può prelevare dalla cassa del condominio compenso+iva+ritenuta d'acconto)

Il costo totale per il condominio deve essere compenso + iva.

Di questo compenso + iva (700+154) che l'amministratore preleva dalla cassa del condominio, una parte deve metterseli in tasca ed una parte la deve versare all'erario.

 

Se il costo totale per il condominio è di €. 994,00, l'amministratore deve fatturare un compenso di €. 814,75 + iva come ti ho riportato nell'esempio.

 

Se l'amministratore ha fatturato

€. 700,00 + (compenso amministratore)

€. 154,00 + (Iva 22%)

€. 140,00 = (R.A. 20% su €. 700,00 di imponibile )

-----------

€. 994,00 (Totale esborso per il condominio)

 

E' una fattura SBAGLIATA anche contabilmente oltre ad essere un raggiro.

A fronte di una fattura così rappresentata, quei 140 euro rappresentano un ulteriore compenso che l'amministratore incassa in nero.

 

Sono sicuro che Cayard confermerà questo mio intervento.

Se davvero il condominio esborsa un totale di €. 994,00, sarebbe più onesto che l'amministratore dicesse che percepisce un compenso di €. 814.75 + iva e fatturasse come ho indicato nell'esempio precedente.

×