Vai al contenuto
serjo

Ristrutturazione edilizia e detrazioni fiscali

Il mio condominio sta ristrutturando l'edificio pagando a rate il lavoro.

Le rate pagate entro il 2014 sono soggette ad una detrazione fiscale del 50%. Le rate del 2015 invece hanno una detrazione del 40%. Per usufruire della maggiore detrazione del 2014, può un solo condomino o più o la totalità, nel caso di accordo, saldare tutte le rate di pertinenza, che scadrebbero nel 2015, entro il 2014 ? Cosa occorre fare nei due casi ed usufruire della detrazione fiscale più favorevole?

Ringrazio e cordialmente saluto per ogni illuminazione al riguardo.

Serjo

Sarà necessario che le somme versate dai condòmini vengano bonificate dall'amministratore (o chi per esso) entro il 31 dicembre 2014.

 

Ti segnalo la guida dell'AdE aggiornata al mese di maggio 2014:

http://www.agenziaentrate.gov.it/wps/file/Nsilib/Nsi/Agenzia/Agenzia+comunica/Prodotti+editoriali/Guide+Fiscali/Ristrutturazioni+edilizie+le+agevolazioni+fiscali/Guida_ristrutturazioni_maggio+2014.pdf

Se ho bene inteso è sufficiente che io come singolo condomino paghi l’importo complessivo delle rate in una unica soluzione e che l’amministratore giri detto importo all’impresa entro il 31 dicembre 2014.

Come singolo condomino ho diritto ad effettuare detto pagamento della mia parte in unica soluzione, anche se rappresenta soltanto un adempimento parziale per l’impresa che effettua i lavori di riparazione?

L’impresa emetterà una fatturazione parziale per il mio importo in modo da poter ottenere la detrazione?

 

Grazie

 

Serjo

Se ho bene inteso è sufficiente che io come singolo condomino paghi l’importo complessivo delle rate in una unica soluzione e che l’amministratore giri detto importo all’impresa entro il 31 dicembre 2014.

Come singolo condomino ho diritto ad effettuare detto pagamento della mia parte in unica soluzione, anche se rappresenta soltanto un adempimento parziale per l’impresa che effettua i lavori di riparazione?

L’impresa emetterà una fatturazione parziale per il mio importo in modo da poter ottenere la detrazione?

 

Grazie

 

Serjo

Sì, ma la fattura d'acconto dovrà essere comunque intestata al Condominio.

E' bene sottolineare che, secondo la normativa (DPR 633/72 art. 21 co. 4), la fattura deve essere "emessa al momento di effettuazione dell'operazione", vale a dire (secondo l'art. 6 dello stesso DPR) "al momento del pagamento del corrispettivo". L'impresa, quindi dovrà emettere la fattura dopo aver ricevuto il pagamento, che in questo caso sarebbe parziale rispetto al valore dell'intera prestazione (fattura d'acconto).

Salvo accordi diversi a SAL.

Dolores volevo chiederti questo dubbio che mi è venuto. Eseguiamo un piccolo lavoro di circa 5.000,00 e non serve alcun titolo abilitativo ( concessioni, autorizzazione ecc.). La guida Agenzia delle Entrate in tal caso ricorda che occore " una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, resa ai sensi dell’art. 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445". In cosa consiste? esiste un fax simile

 

Grazie tante

Dolores volevo chiederti questo dubbio che mi è venuto. Eseguiamo un piccolo lavoro di circa 5.000,00 e non serve alcun titolo abilitativo ( concessioni, autorizzazione ecc.). La guida Agenzia delle Entrate in tal caso ricorda che occore " una dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, resa ai sensi dell’art. 47 del Decreto del Presidente della Repubblica 28 dicembre 2000, n. 445". In cosa consiste? esiste un fax simile

 

Grazie tante

Trovi tutto qui, spiegazione e facsimile (va predisposta e tenuta agli atti unitamente agli altri documenti):

https://www.condominioweb.com/forum/quesito/lavori-con-agevolazioni-fiscali-55782/

Grazie Dolores,

i tecnici che mi seguono la pratica mi hanno detto che non serve nessun titolo abilativo ( e quindi comunicazione al comune) visto che è un semplice scavo per sistemare un tubo delle rete fognaria. A questo punto preparo questa mia semplice dichiarazione di atto notorio.

La prossima volta starò attento nel fare delle ricerche nel forum prima di inserire delle domande visto che questo era un argomento già discusso.

 

Grazie tante

In un condominio ho proceduto a dei lavori dove un appartamento è di proprietà di un società in nome collettivo.

In tal caso la certificazione per le detrazioni le faccio alla società in nome collettivo?

 

Grazie tante

Forse mi sono spiegato male. Il condominio è a prevalente destinazione abitativa quindi sono rispettati i requisiti per le agevolazioni. Il condomino società in nome collettivo potrà godere della detrazione se l'immobile non è un bene merce. Io come amministratore posso fargli la certificazione senza preoccuparmi di nulla? Sarà il suo commercialista che dovra poi valutare se portarglielo in detrazione o meno.

grazie

Buona sera. Ero entrato nel forum per porre un'altra domanda ma anche questo argomento è molto interessante e quindi ecco la domanda. Nel mio condominio abbiamo eseguito lavori di ristrutturazione. L'accordo, previsto in contratto, con l'Impresa era di pagare i lavori in 5 rate. Io ed altri condomini abbiamo versato all'amministratore tutta la somma di nostra competenza, in base ai millesimi. L'amministratore però, per mancanza di liquidità per colpa di alcuni morosi, non ha pagato completamente l'Impresa. Come fare, io e gli altri condomini in regola con i pagamenti, a portare in detrazione tutta la somma versata, visto che l'amministratore non è in possesso delle fatture? Grazie

puoi portare in detrazione soltanto quello che ti viene dichiarato dall'amministratore, in pratica le somme effettivamente fatturate e bonificate entro il 31/12/2014. Per le fatture emesse e pagate nel 2015, le porterai in detrazione nella denuncia dei redditi 2016 riferita al 2015.

×