Vai al contenuto
Treawlony

Riscaldamento pavimento - contacalorie starato?

Buongiorno a tutti,

Ho provato a cercare argomenti simili senza successo, quindi scrivo nella speranza di un supporto.

Abbiamo recentemente acquistato un trilocale, piano terra, nuova costruzione (finito da qualche mese), con impianto di riscaldamento e raffrescamento a pavimento.

Certificato in classe A

 

ora il dubbio: recentemente abbiamo avuto una riunione condominiale straordinaria, e tra le varie ci è stata consegnata tabella lettura dei consumi per l'impianto di riscaldamento.

 

La lettura è stata fatta da Giugno al 21 Novembre (sono entrato in casa il 31 Ottobre), per un consumo pari a 0,613 Mwh.

a 0,21 centesimi a Kwh, mi sono state assegnati 156€ di riscaldamento.

 

Sul momento non ci ho fatto troppo caso.. ci sono stati vari problemi, quindi mi sono detto "paghiamo anche il non mio e non stiamo a farci venire il sangue amaro".

 

Ieri sera la tragica scoperta: il 12 Gennaio (quindi circa un mese e mezzo) il mio contacalorie elettronico mi dava 2,226 Mwh! Calcolando la differenza dall'ultima lettura, ed i relativi costi al KW, esce un popò di bolletta di 340€!!!

 

Ora, non sarò un perito ma considerando che:

 

- Secondo il certificato energetico, e la metratura (commerciale) dell'appartamento, dovrei consumare 1,5 MWH ALL'ANNO

- La casa direi che è ben coibentata (tengo 20 gradi, quando siamo in 5 in sala, la temperatura sale a 21,5)

- abitavo in un mansardato classe ignobile con caldaia di 10 anni, e la peggio bolletta invernale è stata 180€ BIMESTRE

- In camera tengo pure temperatura più bassa, ed un bagno è addirittura spento...

- L'impianto, quando guardo il termostato, quasi sempre lo trovo spento...

 

direi che qualche problemuccio c'è. Potrebbe essere che il lettore sia starato?

So che non sono paragoni da fare che ci sono mille fattori, ma il vicino di piano (siamo solo in due al terra della palazzina A) con bilocale consuma come me, ed un altro vicino (terra, palazzina B) con quadrilocale (io tri) consuma la metà (e quando entro in casa sua ho caldo)....

 

ringrazio chiunque riesce ad aiutarmi

 

Carlo

L'unica cosa è che tu affidi una perizia a un termotecnico abilitato, avente la competenza e l'autorevolezza per certificare eventuali errori o difetti nell'impianto. Nel caso esso rilevi irregolarità sottoporrari il suo parere all'esame dell'assemblea. Certo che la cosa ha un costo...

Saluti.

Buongiorno a tutti,

Ho provato a cercare argomenti simili senza successo, quindi scrivo nella speranza di un supporto.

Abbiamo recentemente acquistato un trilocale, piano terra, nuova costruzione (finito da qualche mese), con impianto di riscaldamento e raffrescamento a pavimento.

Certificato in classe A

 

ora il dubbio: recentemente abbiamo avuto una riunione condominiale straordinaria, e tra le varie ci è stata consegnata tabella lettura dei consumi per l'impianto di riscaldamento.

 

La lettura è stata fatta da Giugno al 21 Novembre (sono entrato in casa il 31 Ottobre), per un consumo pari a 0,613 Mwh.

a 0,21 centesimi a Kwh, mi sono state assegnati 156€ di riscaldamento.

 

Sul momento non ci ho fatto troppo caso.. ci sono stati vari problemi, quindi mi sono detto "paghiamo anche il non mio e non stiamo a farci venire il sangue amaro".

 

Ieri sera la tragica scoperta: il 12 Gennaio (quindi circa un mese e mezzo) il mio contacalorie elettronico mi dava 2,226 Mwh! Calcolando la differenza dall'ultima lettura, ed i relativi costi al KW, esce un popò di bolletta di 340€!!!

 

Ora, non sarò un perito ma considerando che:

 

- Secondo il certificato energetico, e la metratura (commerciale) dell'appartamento, dovrei consumare 1,5 MWH ALL'ANNO

- La casa direi che è ben coibentata (tengo 20 gradi, quando siamo in 5 in sala, la temperatura sale a 21,5)

- abitavo in un mansardato classe ignobile con caldaia di 10 anni, e la peggio bolletta invernale è stata 180€ BIMESTRE

- In camera tengo pure temperatura più bassa, ed un bagno è addirittura spento...

- L'impianto, quando guardo il termostato, quasi sempre lo trovo spento...

 

direi che qualche problemuccio c'è. Potrebbe essere che il lettore sia starato?

So che non sono paragoni da fare che ci sono mille fattori, ma il vicino di piano (siamo solo in due al terra della palazzina A) con bilocale consuma come me, ed un altro vicino (terra, palazzina B) con quadrilocale (io tri) consuma la metà (e quando entro in casa sua ho caldo)....

 

ringrazio chiunque riesce ad aiutarmi

 

Carlo

Se ti può consolare, non sei l'unico che pagherà di più con i contabilizzatori, è una cosa molto comune!!!

 

 

-

ok pagare (forse ok) di più... ma passare da 600€ all'anno, classe E e riscaldamento autonomo con sifoni, a pagare più di 2000€ in una casa classe A e riscaldamento centralizzato ed a pavimento... e sto parlando di solo riscaldamento! poi a parte ho spese condominiali, acqua, luce gas, etc

 

Ho recuperato le dichiarazioni di conformità, e le pompe di calore usate sono delle Hidros WZT 072 HP RV SW6 da 73.96 KW l'una (sono 2), pannelli radianti Icma

 

può aiutare l'info?

 

inoltre il costo del KW che ci mettono nei conti è 0.21€: è in linea con i costi generali?

 

Grazie

 

Carlo

Certificato in classe "A"??? ho i miei dubbi... e questa è la dimostrazione dell'inutilità degli APE...

×