Vai al contenuto
Condominio Web: Il condominio, gli Immobili e le locazioni
Mariesse

Riscaldamento autonomo e spese consumo involontario

Buonasera. Sono proprietaria di un appartamento staccato dall'impianto di riscaldamento condominiale. Il distacco è stato eseguito secondo la norma e sono state effettuate le perizie che certificano che non si arreca alcun danno al condominio. Nel preventivo di spesa del riscaldamento però ci è stato addebitato un consumo involontario. Mi spetta realmente pagarlo? Ho citato l'articolo 1118 del codice civile, ma mi è stato detto che la UNI 10200 è una norma europea che sovrasta gli articoli del codice... è realmente così? Devo pagare questo consumo involontario? Grazie mille.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se il tuo distacco è avvenuto prima dell’entrata in vigore della norma non devi sostenere quei costi, ma soltanto quelli di manutenzione straordinaria, messa a norma e sostituzione. Nel caso in cui l’amministratore “non ci senta” non potrai fare altro che impugnare la delibera di ripartizione di quelle spese dopo aver votato contro in assemblea. I termini di impugnazione sono quelli indicati nell’art. 1137 cc corrispondenti, nel tuo caso, a 30 giorni dall’assemblea.

 

Si.

Purtroppo per te.

Al solito vedo che c’è un grande sintonia tra i forumisti 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

La perizia effettuata,è servita se potevi o meno distaccarti.E non quello di esimerti completamente da tutte le spese,esclusi i consumi diretti.

Leggi bene tutti commi del 1118 e le varie sentenze inserite in esso poste nel sottostante link.

 

http://mobile.ilcaso.it/codice_civile/1118

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Per quanto mi riguarda dovresti essere esonerata, ma il problema è che la norma non è chiara, fino a che qualcuno non chiarirà la faccenda ... per esempio una cassazione a S.U.

 

- - - Aggiornato - - -

 

La perizia effettuata,è servita se potevi o meno distaccarti.E non quello di esimerti completamente da tutte le spese.

Leggi bene tutti commi del 1118.

 

http://mobile.ilcaso.it/codice_civile/1118

È proprio leggendolo che vengono i dubbi 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Il termotecnico che mi ha fatto la perizia mi ha detto che la questione potrebbe dirimersi stabilendo in assemblea che potrei pagare il 20% delle spese fisse di consumo involontario. È possibile? La cifra sarebbe cmq importante, si aggirerebbe intorno ai 300 euro, mi sembra in ogni caso uno sproposito visto che non usufruiamo di quel servizio e che anzi, anche io accendendo il riscaldamento in orari diversi da quelli del centralizzato posso recare giovamento ai miei vicini...

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

 

Al solito vedo che c’è un grande sintonia tra i forumisti 😉

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Si, mi sono staccata nel 2014...

Allora, in base all'art. 1118 c.c. NON DEVI PAGARE I CONSUMI INVOLONTARI.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La perizia effettuata,è servita se potevi o meno distaccarti.E non quello di esimerti completamente da tutte le spese,esclusi i consumi diretti.

Leggi bene tutti commi del 1118 e le varie sentenze inserite in esso poste nel sottostante link.

 

http://mobile.ilcaso.it/codice_civile/1118

La questione qui è diversa. Ho sempre partecipato alle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria dell'impianto, e mi sta benissimo! Il problema è inerente alla modifica della norma 10200. Mi viene spacciata come la somma verità. Vorrei far capire che vorrei pagare solo ciò che realmente mi spetta. E onestamente pagare per dei consumi, per giunta involontari, non credo lo sia.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
La questione qui è diversa. Ho sempre partecipato alle spese di manutenzione ordinaria e straordinaria dell'impianto, e mi sta benissimo! Il problema è inerente alla modifica della norma 10200. Mi viene spacciata come la somma verità. Vorrei far capire che vorrei pagare solo ciò che realmente mi spetta. E onestamente pagare per dei consumi, per giunta involontari, non credo lo sia.

L'art. 1118 c.c. è chiaro.

 

Se hai prodotto una regolare perizia che attesta che il tuo distacco non crea squilibri all'impianto o aggravi di spesa agli altri condomini devi pagare solo le spese straordinarie.

 

C'è scritto nella tua perizia che NON CREI AGGRAVI DI SPESA AGLI ALTRI?

Se non c'è scritto, dovrai pagarli.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Quindi la storia che la UNI sovrasti il C.C. non regge.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Quindi la storia che la UNI sovrasti il C.C. non regge.

Assolutamente NO.

 

Se ti sei distaccata con perizia che attesta quanto previsto dall'art. 1118 c.c. sei esentata.

Leggi qui:

http://www.repubblica.it/economia/diritti-e-consumi/casa/domande-e-risposte/2017/11/22/news/distacco_dal_riscaldamento_centralizzato_dovute_le_spese_fisse_di_consumo_-181811566/

 

Stampala e inviala all'amministratore!!!

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

In caso fossi esentata, occorre un nuovo calcolo dei millesimi di consumo (volontario e involontario) del condominio?

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
In caso fossi esentata, occorre un nuovo calcolo dei millesimi di consumo (volontario e involontario) del condominio?

Se il tecnico ti ha incluso, pur avendo la perizia, ha sbagliato e deve rifare le tabelle (a meno che l'amministratore non l'abbia informato).

 

In alternativa, si potrebbero "spalmare" i millesimi attuali degli altri, uscludendoti.

 

La quota complessiva di consumi involontari fissata dal tecnico non cambia (ma a te non interessa).

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Se non deve pagare il consumo involontario allora il distacco non può farlo perché vi sarebbe un aggravio di spese per gli altri condomini.

Mi dispiace ma devi pagare

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se non deve pagare il consumo involontario allora il distacco non può farlo perché vi sarebbe un aggravio di spese per gli altri condomini.

Mi dispiace ma devi pagare

per questo deve presentare una perizia che dimostri che non ci sono aggravi per gli altri, cosa molto difficile se viene fatta una perizia seria, questo è quello che dice il codice.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Se non deve pagare il consumo involontario allora il distacco non può farlo perché vi sarebbe un aggravio di spese per gli altri condomini.

Mi dispiace ma devi pagare

Infatti adesso non potrebbe, ma ella lo ha fatto quando il suo distacco in virtù della ripartizione vigente, non provocava aggravio. Come già detto il fatto che la nuova ripartizione con lei attaccata genererebbe un risparmio è irrilevante

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
per questo deve presentare una perizia che dimostri che non ci sono aggravi per gli altri, cosa molto difficile se viene fatta una perizia seria, questo è quello che dice il codice.

Appunto, proprio perché il codice dice che non ci devono essere aggravi di spesa per gli altri condomini, o non si distacca o paga il consumo involontario

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Appunto, proprio perché il codice dice che non ci devono essere aggravi di spesa per gli altri condomini, o non si distacca o paga il consumo involontario

a meno che non dimostra che il suo distacco non comporta aggravi per gli altri. il codice non dice che deve pagare il consumo involontario.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Avete capito che si è distaccata nel 2014 o facciamo finta di non capire. Lo ha già dimostrato. Non deve dimostrare più nulla

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Avete capito che si è distaccata nel 2014 o facciamo finta di non capire

se si è distaccata nel 2015, resta distaccata alle condizioni decise allora, in genere si stabiliva una percentuale di spesa, se poi, oggi, portasse una perizia attestante che il suo distacco non comporta aggravi di spesa per gli altri, non dovrebbe pagare nemmeno quella percentuale stabilita in precedenza.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
se si è distaccata nel 2015, resta distaccata alle condizioni decise allora, in genere si stabiliva una percentuale di spesa, se poi, oggi, portasse una perizia attestante che il suo distacco non comporta aggravi di spesa per gli altri, non dovrebbe pagare nemmeno quella percentuale stabilita in precedenza.

Infatti. Lei si è distaccata alle condizioni del 1118.

Quindi non paga nulla senza dover presentare alcunché

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Infatti. Lei si è distaccata alle condizioni del 1118.

Quindi non paga nulla senza dover presentare alcunché

Come fai a essere certo il DL 102/2014 è entrato in vigore il 19.07.14.

presumo che avendo presentato una perizia il distacco sia avvenuto dopo

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio
Infatti. Lei si è distaccata alle condizioni del 1118.

Quindi non paga nulla senza dover presentare alcunché

concordo, in questo caso non deve pagare nulla, visto che il distacco risale al 2014.

Condividi questo messaggio


Link di questo messaggio

Inserisci un quesito anche tu

Devi registrarti per inserire quesiti o rispondere al forum

Crea un account

Iscriviti adesso per accedere al forum. È facile!

Registrati gratis

Accedi

Sei già registrato? Accedi qui.

Accedi Ora
×