Vai al contenuto
IRIS

Ripristino parti murarie dei balconi in facciata - ripartizione spese

Buon giorno a tutti,

 

il mio condominio di 4 piani (2 appartamenti per piano) si riunisce oggi per deliberare in merito alle opere da eseguire per il ripristino delle prti murarie dei balconi posti in facciata (demolizione e ripristino delle parti murarie ammalorate, sostituzione dei gocciolatoi dei balconi, manutenzione delle soglie in peperino poste sopra ai parapetti dei balconi, tinteggiatura di tutte le parti trattate).

 

1. Poiché non tutti i balconi risultano ugualmente ammalorati, ma lo sono particolarmente quelli che ospitano al loro interno vasi di piante e fiori (qualcuno ha pure un abete), è corretta una ripartizione su base millesimale e quindi anche a carico di chi ha il balcone praticamente intatto?

 

2. Inoltre i balconi più ammalorati sono quelli relativi ad una sola facciata , proprietà quindi di solo 4 condomini su 8 complessivi: è possibile intervenire solo su questi ultimi balconi, con addebito quindi delle spese sui soli condomini che si affacciano su quella parete?

 

Ringraziando in anticipo di tutti i contributi che mi darete: la riunione è oggi pomeriggio!!

Le facciate sono una cosa ed i balconi sono un altra.

Ovvero le facciate sono di proprietà comune a cui tutti devono corrispondere la loro quota parte per millesimi di proprietà, mentre i balconi se aggettanti sono proprietà privata, cioè di chi li calpesta compreso il sotto balcone eccetto piccole parti decorative allo stabile le quali potrebbero essere considerate comuni, per cui eccetto queste il proprietario del balcone dovrà sostenerne i costi per la manutenzione;

 

Con la sentenza numero 14576 del 30 luglio 2004 , la Corte di Cassazione ha preso in esame la ripartizione delle spese dovute per quanto riguarda i balconi aggettanti affermando che essi costituiscono un "prolungamento" della corrispondente unità immobiliare e, quindi, appartengono in via esclusiva al proprietario di questa;

soltanto i rivestimenti ed elementi decorativi della parte frontale e di quella inferiore, quando si inseriscono nel prospetto dell’edificio e contribuiscono a renderlo esteticamente gradevole, si debbono considerare beni comuni a tutti.

Con la conseguenza che anche nei rapporti con il proprietario di analogo manufatto che sia posto al piano sottostante sulla stessa verticale,nell’ipotesi di strutture completamente aggettanti - in cui si può riconoscere alla soletta del balcone funzione di copertura rispetto al balcone sottostante e, trattandosi di sostegno, non indispensabile per l'esistenza dei piani sovrastanti - non si può parlare di elemento a servizio di entrambi gli immobili posti su piani sovrastanti, nè quindi di presunzione di proprietà comune del balcone aggettante riferita ai proprietari dei singoli piani. (Cassazione civile, sez. II, 30 luglio 2004, n. 14576)

Innanzitutto ringrazio per l'immediatezza della risposta.

Avrei solo bisogno di una precisazione che non mi è chiara ancora: poiché i parapetti dei balconi, nonché i gocciolatoi fanno parte della facciata e quindi la spesa va suddivisa in base ai millesimi di proprietà, è possibile nel caso venga riparato solo un lato della facciata, ovvero quello su cui si affacciano solo 4 dei complessivi 8 appartamenti, ripartire la spesa solo sui 4 condomini, oppure la spesa deve comunque essere ripartita su tutti e 8 (quindi anche su quelli il cui appartamento non si affaccia su quel lato del palazzo)?

Non sono se ho esposto chiaramente il mio quesito.

Grazie

×