Vai al contenuto
bignami71

Ripartizione spese terrazze/corridoi condominiali

Salve a tutti!

Sono alle prese con le ripartizioni delle spese per rifacimento di alcune parti condominiali che mi viene anche un pò difficile spiegare, ci provo.

 

Trattasi di condominio che ha due portoni principali e alcuni negozi al piano terra. Occorre ripristinare una parte del Condominio che funge da copertura per alcuni condòmini sottostanti, mentre funge da calpestio nella parte superiore per chi deve accedere al proprio appartamento. A tale area si accede da un solo portone e occorre andare all'ultimo piano. La particolarità è che alcuni condòmini, pur facendo parte di quel portone, non accedono per niente a quest'area e non ne sono nemmeno coperti perché si trovano in altra ala del Condominio, pur entrando dal medesimo portone. Tale terrazza funge anche da corridoio per alcuni condòmini per accedere al loro appartamento e in alcuni punti esiste una parte di tetto che copre questa terrazza (quindi una parte della terrazza è a cielo aperto, mentre una parte è coperta da tetto.

 

Come devo dividere le spese? Non si trova regolamento contrattuale e nemmeno assembleare. Non esistono tabelle millesimali al riguardo.

 

Grazie in anticipo.

Partecipano alla ripartizione dell'1/3 tutti quelli che utilizzano il calpestio del terrazzo.

Invece il 2/3 a carico da chi è coperto dal terrazzo.

-----------------------------------------------------------

Art. 1126 c.c. – Lastrici solari di uso esclusivo

Quando l'uso dei lastrici solari o di una parte di essi non è comune a tutti i condomini, quelli che ne hanno l'uso esclusivo sono tenuti a contribuire per un terzo nella spesa delle riparazioni o ricostruzioni del lastrico: gli altri due terzi sono a carico di tutti i condomini dell'edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare serve, in proporzione del valore del piano o della porzione di piano di ciascuno.

Grazie per la risposta. Ma volevo puntualizzare che il calpestio "potenziale" potrebbe essere di tutti, considerato che è parte condominiale e non esclusiva. Inoltre risulta assai difficile determinare chi calpesta quell'area: per pochi metri lo utilizza chi abita nel 1° appartamento, per più metri chi abita nel 2° appartamento, ecc.ecc.

Se il terrazzo è condominiale e tutti possono utilizzarlo, non importa in quale maniera e/o per pochi o tanti metri, tutti i condomini devono la quota parte in proporzione ai millesimi di proprietà.

qualcuno potrebbe obiettare di considerare tale area condominiale alla stregua delle scale e pertanto di addebitare le spese solo ai condòmini che accedono da quel portone da cui si accede a queste aree...insomma è una situazione un pò intricata e non facile da gestire...

Se il lastrico è comune e tutti ne possono usufruire, tutti devono contribuire, infatti se questo è un lastrico unico e raggiungibile da ambedue i portoni, ed in questo caso il lastrico effettua anche la funzione di tetto.

Se invece il lastrico è diviso in due e non c'è la possibilità di usufruire di tutta la superficie salendo dalle scale di uno o dell'altro portone, la spesa dovrà essere ripartita tra quelli che possono usarlo, ovvero si tratta di un condominio parziale previsto dal 3° comma dell'art. 1123 cc.

×