Vai al contenuto
nickbyte

Ripartizione Spese senza Tabelle Millesimali e nuova formazione Tabelle

...Ora in base all'obbligo di legge l'amministratore sta redigendo il regolamento e le tabelle millesimali.

La bozza arrivata ieri, riporta le tabelle millesimali, pari pari a quelle da sempre applicate e quindi "errate" secondo l'art.1123.

 

Tenendo conto che la formazione ufficiale della tabella è ex-novo, non dovrebbe oggi rispettare il dettato di legge della proporzionalità ?

E' possibile opporsi e chiedere la formazione dei valori corretti ?

E se l'assemblea a maggioranza la approva sbagliata cosi come è stata proposta, l'unica soluzione è impugnarla ?

sarei anch'io convinto di questa impostazione, a mettermi dubbi è la sentenza della cassazione 12471/2012 che sembra voler dire che la precedente ripartizione di per se sarebbe una tabella a suo tempo approvata, se non altro tacitamente.

riporto pezzetto di commento trovato :

 

""Nella parte motiva della sentenza la corte ricorda che le tabelle millesimali "possono esistere (o non esistere) indipendentemente dal regolamento condominiale, posto che l'allegazione di esse al regolamento rappresenta un dato meramente formale che non muta la diversa natura intrinseca dei due atti, potendo i condomini, in mancanza di un regolamento con annesse tabelle ai fini della ripartizione delle spese (di tutte o alcune di esse), accordarsi liberamente tra loro stabilendone i criteri,

 

Fonte: Cassazione: non c'è bisogno delle tabelle millesimali per ripartire le spese in un condominio

(**********************)"

 

- - - Aggiornato - - -

 

io temo che avverrà che la maggioranza dei presenti (per ignoranza o convenienza) stabiliranno che "va bene cosi come sempre fatto".

e l'amministratore prenderà atto della volontà della maggioranza relativa.

 

e io che faccio ? mi sobbarco costi di un ricorso per risparmiare ..boh ... 100/200 euro l'anno ? ...

sarei anch'io convinto di questa impostazione, a mettermi dubbi è la sentenza della cassazione 12471/2012 che sembra voler dire che la precedente ripartizione di per se sarebbe una tabella a suo tempo approvata, se non altro tacitamente.

riporto pezzetto di commento trovato :

 

""Nella parte motiva della sentenza la corte ricorda che le tabelle millesimali "possono esistere (o non esistere) indipendentemente dal regolamento condominiale, posto che l'allegazione di esse al regolamento rappresenta un dato meramente formale che non muta la diversa natura intrinseca dei due atti, potendo i condomini, in mancanza di un regolamento con annesse tabelle ai fini della ripartizione delle spese (di tutte o alcune di esse), accordarsi liberamente tra loro stabilendone i criteri,

 

Fonte: Cassazione: non c'è bisogno delle tabelle millesimali per ripartire le spese in un condominio

(**********************)"

 

- - - Aggiornato - - -

 

io temo che avverrà che la maggioranza dei presenti (per ignoranza o convenienza) stabiliranno che "va bene cosi come sempre fatto".

e l'amministratore prenderà atto della volontà della maggioranza relativa.

 

e io che faccio ? mi sobbarco costi di un ricorso per risparmiare ..boh ... 100/200 euro l'anno ? ...

Si potrà anche fare a meno delle tabelle e continuare a ripartire in deroga al criterio legale finchè un condòmino non vorrà impugnare il riparto ma in caso di specifica approvazione di TABELLE IN DEROGA al criterio legale sarà necessaria l'unanimità.

Leggi l'ultimo paragrafo di questo articolo:

https://www.condominioweb.com/tabelle-millesimali-assembleari-non-approvate-prima-della-sentenza-n-.636

non credo si possa continuare allo stato attuale.

se partiamo dal presupposto che la legge obbliga a formare un regolamento di condominio e che è obbligo allegare le tabelle millesimali, allora vuol dire che dovremmo per forza approvare delle tabelle millesimali.

 

la domanda era: se la maggioranza approva una tabella che rispecchia l'attuale situazione, difforme dall'art.1123, è una delibera valida ? Loro sosterranno che la tabella, di fatto, c'è sempre stata e quindi la nuova non rappresenta nessuna modifica ma solo un allegato tecnico al nuovo regolamento di condominio.

non credo si possa continuare allo stato attuale.

se partiamo dal presupposto che la legge obbliga a formare un regolamento di condominio e che è obbligo allegare le tabelle millesimali, allora vuol dire che dovremmo per forza approvare delle tabelle millesimali.

 

la domanda era: se la maggioranza approva una tabella che rispecchia l'attuale situazione, difforme dall'art.1123, è una delibera valida ? Loro sosterranno che la tabella, di fatto, c'è sempre stata e quindi la nuova non rappresenta nessuna modifica ma solo un allegato tecnico al nuovo regolamento di condominio.

Fino ad ora la delibera scritta non c'era.

Ce n'è una di fatto ma bisognerebbe dimostrarlo ed al momento chiunque può impugnare un consuntico con riparto in deroga al criterio legale, soprattutto un acquirente che avesse acquistato pochi anni fa.

 

L'approvazione all'UNANIMITA' di una tabella in parti uguali che specifica un riparto di tutte le spese con quella tabella SANCISCE una convenzione che, se registrata, avrebbe valore anche per i futuri acquirenti.

 

Anche se ora non vuoi impugnare e nulla cambierà, ti consiglio di votare contro la delibera e far mettere a verbale la tua motivazione:

"il riparto delle spese non rispecchia il criterio legale".

In seguito, sebbene i consuntivi saranno approvati, ti converrà votare esprimere voto contrario contestando il riparto difforme dal criterio legale.

Se un giorno avrai voglia di contestare almeno non potranno eccepire che approvando i riparti hai riconosciuto la tabella per fatti concludenti.

personalmente siamo proprietari da 3 anni ma tutte le delibere di approvazione del bilancio votate negli ultimi 20 anni (noi siamo subentrati per eredità) non possono costituire un pregiudizio ?

personalmente siamo proprietari da 3 anni ma tutte le delibere di approvazione del bilancio votate negli ultimi 20 anni (noi siamo subentrati per eredità) non possono costituire un pregiudizio ?

Domanda....

visto che anche all'ultima assemblea è mancato il numero dei millesimi per poter deliberare il nuovo Regolamento e anenssa Tabella Millesimale ..... posso io stamparla e chiedere al Giudice di "approvarla" ?

E quanto mi costerebbe ? Posso farlo da solo o mi serve un avvocato ?

Grazie.

×