Vai al contenuto
Ruzinho

Ripartizione spese rifacimento tetto di proprietà esclusiva

Buongiorno.Ho un dubbio in merito alla ripartizione della spesa per il rifacimento del tetto.

Sono proprietario esclusivo del tetto sovrastante l'attico dove abito.

Il tetto ha problemi di infiltrazioni e pertanto ha bisogno di essere rifatto.

So che in questo caso il criterio di ripartizione delle spese a quello previsto dell'art 1126 del codice civile ossia 1/3-2/3.

Il dubbio che ho è: io debbo accollarmi "solo" il terzo della spesa o debbo partecipare, per la mia quota millesimale complessiva, anche alla ripartizione dei 2/3?

Il dubbio nasce dal fatto che nell'art. 1126 (dove si parla però di lastrici solari) i 2/3 sono a carico di tutti i condomini dell'edificio o della parte di questo a cui il lastrico solare SERVE.Visto che il tetto serve anche il mio attico di qui il dubbio.

 

Grazie per l'aiuto.

...Sono proprietario esclusivo del tetto sovrastante l'attico dove abito.

Sei anche tu sotto il tetto quindi fai parte anche dei 2/3.

 

Sei sicuro di essere proprietario esclusivo anche del tetto e non solo dell'eventuale terrazza (lastrico solare adiacente l'attico?)

Risulta dal rogito la proprietà del tetto?

Se non risulta da titolo si presume comune a tutti i condòmini e quindi pagano tutti per millesimi di proprietà.

 

Art. 1117

Sono oggetto di proprietà comune dei proprietari delle singole unità immobiliari dell'edificio, anche

se aventi diritto a godimento periodico e se non risulta il contrario dal titolo:

1) tutte le parti dell'edificio necessarie all'uso comune, come il suolo su cui sorge l'edificio, le

fondazioni, i muri maestri, i pilastri e le travi portanti, i tetti e i lastrici solari, le scale, i portoni di

ingresso, i vestiboli, gli anditi, i portici, i cortili e le facciate

Scusate, ma se si parla di tetto, quindi di copertura non orizzontale, l'art. 1126 non vale; quindi la spesa si ripartisce in millesimi fra tutti quelli sottostanti a meno che in un eventuale regolamento contrattuale o atto d'acquisto sia indicato che la spesa sia ripartita in altro modo.

Scusate, ma se si parla di tetto, quindi di copertura non orizzontale, l'art. 1126 non vale; quindi la spesa si ripartisce in millesimi fra tutti quelli sottostanti a meno che in un eventuale regolamento contrattuale o atto d'acquisto sia indicato che la spesa sia ripartita in altro modo.

E' difficile che un tetto sia di proprietà esclusiva ma se ciò dovesse risultare da un titolo di proprietà:

 

...allorquando il tetto di un edificio in condominio è di proprietà esclusiva di uno dei partecipanti alla comunione, le spese di manutenzione del tetto stesso possono ripartirsi tra tutti i condomini con i criteri di cui all'art. 1126 c.c., come stabilito per i lastrici solari di uso esclusivo...

Tribunale di Salerno, aprile 2008

 

So che in questo caso il criterio di ripartizione delle spese a quello previsto dell'art 1126 del codice civile ossia 1/3-2/3.

-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

Anch'io penso che RUZINHO abbia preso un'abbaglio del come ripartire le spese del tetto.

 

 

Scusa Ruzinho, ma il tetto di cui parli è praticabile? (nel senso che puoi raggiungerlo con una scala interna/esterna e poi calpestarlo?)

×