Vai al contenuto
hansol

Ripartizione spese relative alle soglie del lastrico solare

Gent.mi,

ho un quesito da porvi. Si è dovuto provvedere alla sostituzione delle soglie sul lastrico solare. Ora, per soglie si intendono quelle che vengono installate in terra, tra balcone ed, in questo caso, porta finestra che dà sullo stesso. Queste soglie che non hanno mai goduto di manutenzione da parte del padrone di casa, hanno creato infiltrazioni al piano inferiore. La sostanza è che tutto è stato spalmato sul condominio nella misura di 1/3 e 2/3. E' corretto?

Secondo me no, visto che le infiltrazioni sono la conseguenza della cattiva manutenzione da parte del condomino e poi, perchè pagargli anche le soglie? Quelle sono personali, le scegli in base al tipo di serramento che installi.

Resto in attesa di una gentile risposta e, ovviamente, vi ringrazio.

Le piastrelle sono comprese nelle spese di ripartizione con il condominio, fatto che il rifacimento è necessario per poter effettuare l'impermeabilizzazione che è nell'interesse dell'intero condomino. Le spese per le soglie delle porte finestre, invece, sono a carico dei soli titolari dell'uso esclusivo in quanto servono solo al loro appartamento

Gent.mi,

ho un quesito da porvi. Si è dovuto provvedere alla sostituzione delle soglie sul lastrico solare. Ora, per soglie si intendono quelle che vengono installate in terra, tra balcone ed, in questo caso, porta finestra che dà sullo stesso. Queste soglie che non hanno mai goduto di manutenzione da parte del padrone di casa, hanno creato infiltrazioni al piano inferiore. La sostanza è che tutto è stato spalmato sul condominio nella misura di 1/3 e 2/3. E' corretto?

Secondo me no, visto che le infiltrazioni sono la conseguenza della cattiva manutenzione da parte del condomino e poi, perchè pagargli anche le soglie? Quelle sono personali, le scegli in base al tipo di serramento che installi.

Resto in attesa di una gentile risposta e, ovviamente, vi ringrazio.

ciao

io la penso diversamente dal suggerimento che ti ha dato Kurt e preciso:

1) se la casa delle infiltrazionie dovuta a cattiva manutenzione da parte del condomino, che era a suo carico, però non so quale questa doveva essere, escludendo il danneggiamento, la spesa sarebbe tutta a carico del condomino.

2) se invece, come credo più probabile, la spesa è dovuta ad una rottura o strappo della guaina in prossimità della soglia ( effetto forbice) è corretta la spesa come ripartita, comprensiva anche delle soglie, che per fare un corretto intervento, vanno rimosse per poter girare gli sguinci.

ciao

io la penso diversamente dal suggerimento che ti ha dato Kurt e preciso:

1) se la casa delle infiltrazionie dovuta a cattiva manutenzione da parte del condomino, che era a suo carico, però non so quale questa doveva essere, escludendo il danneggiamento, la spesa sarebbe tutta a carico del condomino.

2) se invece, come credo più probabile, la spesa è dovuta ad una rottura o strappo della guaina in prossimità della soglia ( effetto forbice) è corretta la spesa come ripartita, comprensiva anche delle soglie, che per fare un corretto intervento, vanno rimosse per poter girare gli sguinci.

Infatti quello che ho riportato è la teoria, ma il tutto decade, come per ogni spesa condominiale, se è evidente una responsabilità del proprietario del lastrico solare (Cassazione 17 Gennaio 2011 n. 941).

Grazie Camillo50,

considerato lo stato dell'appartamento, la spesa doveva essere sicuramente a carico del condominio.... nel caso specifico, cmq, la soglia "sopravvissuta" era del tutto fratturata in più punti, per questo ho posto tale domanda. Purtroppo l'amministratore per non avere problemi ha deciso che la regola di suddivisione della spesa doveva essere applicata nella forma di 1/3 + 2/3.

Diciamo che la prossima volta mi armerò di macchina fotografica...

Grazie a tutti per le risposte.

Anch'io credo che non si possa attribuire alla soglia la causa di infiltrazioni bensì alla guaina.

E' naturale che per sostituire la guaina occorre rimuovere la soglia quindi tutto rientra nella ripartizione.

L'unico costo che puoi attribuire in via esclusiva al proprietario della soglia è l'eventuale differenza di prezzo tra la soglia preesistente e quella nuova se la nuova dovesse essere di qualità superiore.

attenzione! a me sembra che in un caso del genere, cattiva manutenzione, si debba coinvolgere anche il condominio. sul mio terrazzo a livello, di tanto in tanto, invito l'amministratore a verificare lo stato del pavimento per cautelarmi successivamente in caso di infiltrazioni. in definitiva spetta anche al condominio accertarsi che io non trascuri il tetto anche degli altri condomini della verticale e quindi esserne corresponsabile.

ciao cimar46

 

se inviti l'amministratore per bere il caffè, niente di male, anzi.

Comunque, quando si verificasse un guasto, è quasi sempre abbastanza facile accertare se la causa è dovuta ad uso improprio, sovracarico o danneggiamento ecc. da parte di chi ha l'uso esclusivo del lastrico solare.

concordo con te, camillo, ma il motivo di frequenti diatribe su questo argomento e' proprio la differenza fra il dolo del titolare del terrazzo e il mancato controllo da parte del condominio. molto spesso i condomini sottostanti si rifiutano di partecipare ai loro 2/3 scaricando colpe al titolare del terrazzo/lastrico anche quando il danno e' manifestamente dovuto a vetusta'. pagare i lavori per intero e pagarne solo 1/3 vi e' una bella differenza.

concordo con te, camillo, ma il motivo di frequenti diatribe su questo argomento e' proprio la differenza fra il dolo del titolare del terrazzo e il mancato controllo da parte del condominio. molto spesso i condomini sottostanti si rifiutano di partecipare ai loro 2/3 scaricando colpe al titolare del terrazzo/lastrico anche quando il danno e' manifestamente dovuto a vetusta'. pagare i lavori per intero e pagarne solo 1/3 vi e' una bella differenza.

ciao

che i condomini sottostanti ci provino per risparmiare qualche soldo, è nella normalità delle cose, ma è difficile dimostrare con i fatti una colpa che non c'è se il tutto è stato usato in modo corretto.

×