Vai al contenuto
DEXTER

Ripartizione spese pulizia condotta fognaria

Buongiorno a tutti,

Abito in un condominio costituito da 4 palazzine due palazzine costituite da 4 appartamenti che chiameremo A-B, e due costituite da 5 appartamenti che chiameremo C-D. AeB scaricano nella fogna sulla strada frontale del condominio ,CeD sulla strada posteriore del condominio.In questi giorni abbiamo fatto la richiesta all'amministratrice di far intervenire la ditta specializzata per la pulizia degli impianti fognari che collegano il condominio alle strade comunali,ma chi abita nelle palazzine CeD non ha intenzione di far eseguire questo intervento e che non parteciperanno alle spese di pulizia inquanto loro scaricano nella strada posteriore del condominio ,vorrei gentilmente sapere se questo è possibile essendo un condominio unico oltretutto non risulta nessuna autonomia delle palazzine dal regolamento condominiale e contrattuale

Ringrazio anticipatamente tutti per le eventuali risposte

In tal caso bisogna rifarsi agli art. 1117 e 1123

 

Art 1117 (Parti comuni dell'edificio) comma 3 cita che:

 

" le opere, le installazioni, i manufatti di qualunque genere che servono all'uso e al godimento comune, come gli ascensori, i pozzi, le cisterne, gli acquedotti e inoltre le fognature e i canali di scarico, gli impianti per l'acqua, per il gas, per l'energia elettrica, per il riscaldamento e simili, fino al punto di diramazione degli impianti ai locali di proprietà esclusiva dei singoli condomini"

 

Art. 1123 (Ripartizione spese) comma 3 cita:

 

"Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità.

 

Pertanto servendo solo una parte dei condomini dell'immobile le spese vanno ripartite solo da chi ne trae utilità in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno - art 1123 comma 1 "Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio, per la prestazione dei servizi nell'interesse comune e per le innovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno, salvo diversa convenzione." -.

Esatto, ricordatevi però, in futuro, di utilizzare il medesimo criterio e non pagare ciò che serve solo l'altra parte del condominio.

×