Vai al contenuto
pinonew

Ripartizione spese legali - il condominio ha fatto causa a due condomini che hanno danneggiato le parti comuni e non vogliono

Buongiorno

volevo qualche chiarimento in merito alla ripartizione delle spese legali.

Il condominio ha fatto causa a due condomini che hanno danneggiato le parti comuni e non vogliono farsi carico delle spese.

L'amministratore ha ripartito le spese legali escludendo dalla ripartizione i due condomini oggetto della disputa.

Il caso vuole che uno dei due condomini possiede tre appartamenti e l'amministratore ha escluso dal pagamento delle spese legali anche queste unità.

In pratica in un condominio di 9 appartamenti la spesa legale è stata ripartita in millesimi di proprietà su 5 appartamenti.

Volevo sapere se è corretto.

Alla mia obiezione l'amministratore ha risposto che noi abbiamo approvato questa suddivisione.

In effetti abbiamo approvato dall'esclusione i condomini morosi ma non abbiamo specificato la ripartizione supponendo che fosse sottinteso che gli altri appartamenti pur essendo proprietà di uno dei condomini a cui abbiamo fatto causa vengano inclusi comunque nella ripartizione delle spese.

Voi condominio vi pagate le vostre spese legali e i due condomini, si pagheranno i loro di legali......................per il momento.

Salve,

mi intrometto nella discussione perchè anche io ho un dubbio sulla ripartizione delle spese legali, e dovendo preparare il consuntivo non vorrei commettere errori, inoltre visto che il tema è uguale non credo sia opportuno aprire un altro post uguale.

La situazione è questa:

in un condominio per diverse morosità sono state fatte altrettanti decreti ingiuntivi e pignoramenti ecc.. Essendo pacifico che le spese legali non vanno addebitate al condomino moro fin quando non sarà il giudice a stabilirlo, la ripartizione delle spese legali sostenute intendo ripartirle escludendo quindi il condomino interessato.

Faccio un esempio per cercare di essere il più chiaro possibile:

ammettiamo che Tizio Caio e Sempronio siano i morosi per i quali sono state avviate tre procedure legali distinte, quindi per ognuno di esse è ben determinabile la spesa sostenuta.

Nella ripartizione della spesa sostenuta per l'azione legale di Tizio, la stessa dovrà essere ripartita tra tutti ad esclusione di Tizio, ma comprendendo Caio e Sempronio, e così nella ripartizione della spesa legale sostenuto per Caio, la stessa viene ripartita escludendo Caio ma inserendo Tizio e Sempronio

Dovrò di volta in volta rideterminare la tabella millesimale di ripartizione della spesa eliminando il condomino destinatario della spesa stessa e rapportando i valori a mille.

 

Dico bene?

Ringrazio per la veloce risposta ma ho bisogno ancora di un chiarimento.

Il condomino che possiede tre appartamenti non partecipa alle spese per tutti gli appartamenti o solo per quello che è stato oggetto della disputa.

pionew, il condomino è tale indipendentemente dal numero di unità di sua proprietà, quindi ti confermo che questi non partecipa per tutti i suoi millesimi alla spesa legale per una causa contro di lui

 

IOcondominio: si il tuo ragionamento è corretto. in alternativa potresti trovare un avvocato che non chieda anticipi e quindi addebitare direttamente al moroso quanto liquidato dal giudice successivamente!

Ho capito è praticamente una trappola per topi.

Due condomini ristrutturano l'appartamento causando dei danni al condominio non vogliono farsi carico della spesa e come condomino sei costretto a pagare vai in causa dopo 10 anni il giudice fa come ponzio pilato da ragione a tutti. Uno dei condomini che ha causato i danni non contento fa appello e ritrovi a pagare per altri 10 anni 4000 euro di avvocato all'anno. Naturalmente per i motivi sopraesposti la spesa e ripartita su 5 appartamenti e non sui 9 che compongono il condominio.

Scusate lo sfogo, ma è terribile.

Grazie a tutti per i chiarimenti.

×