Vai al contenuto
tsilvio24

Ripartizione spese legali condomino proprietario di più unità

Buonasera,

ho letto più discussioni sull'argomento e sono arrivato alla conclusione che il condomino che ha proposto la lite deve essere escluso dalla ripartizione delle spese legali relative alla controversia in quanto ritenuto in automatico condomino dissenziente.

Tuttavia il caso che mi riguarda è di un condomino che ha subito delle infiltrazioni dalla terrazza comune; ha proposto una causa che ha vinto; ritiene di non dovere pagare le spese legali che spetterebbero sia all'unità oggetto di infiltrazioni che ad un altra unità abitativa di sua proprietà posta nel medesimo condominio. In altre parole vi chiedo di aiutarmi a capire se il condomino che ha proposto la causa deve ritenersi dissenziente, con i relativi effetti di legge, solo per la quota afferente l'unità abitativa oggetto di infiltrazioni o per tutte le quote relative a tutte le unità immobiliari di sua proprietà seppur non oggetto di infiltrazioni.

Chiedo in anticipo grazie a chi potrà aiutarmi.

Silvio

Interessante discussione, secondo me il condomino che ha citato il condominio per le infiltrazioni lo farà con ambedue le unità in suo possesso, per il fatto che nel caso di liti interne si formano due compagini, una a favore del condomino promotore e l'altra a favore del condominio, in questo caso non si tiene conto dell'art. 1132 cc, e ritengo che questo condomino non schiererà l'u.i. in suo possesso contro di lui, per cui in caso di vittoria di questo condomino, come in realtà è stato, sarà esentato dalle spese legali e giudizio, quote parte dovute dal condominio per ambedue le u.i. e non solo per quella che ha subito i danni, comunque le spese per il risarcimento del danno e riparazioni saranno a suo carico per ambedue le unità;

 

La giurisprudenza (Cassazione, 25/03/1970, n. 801, Cassazione, 15/05/2006, n. 11126) ha stabilito che in caso di lite fra condominio e condomino non è applicabile l’art. 1132. Nel caso di liti “interne” al condominio, il condominio si dividerà in due compagini i/il condomini/o che promuovono o subiscono una domanda ed il resto del condominio, inoltre non è ammissibile imputare le spese di difesa del condominio anche ai condomini che risultano essere la controparte, tanto meno le spese imputate al condominio in caso di esito sfavorevole della lite.

Concordo con Tulliots, ritengo anch'io che in caso un condomino sia proprietario di più unità abitative nello stesso condominio in caso di lite contro il condominio le stesse si assimilano tutte come se fosse un'unica proprietà.

Concordo, è la persona che promuove la controversia e quindi quella stessa persona non può scindersi in due differenti posizioni uguali e contrarie, fermo restando che il risarcimento dev'essere decurtato della sua quota di comproprietà.

×