Vai al contenuto
genius2604

Ripartizione spese di manutenzione di un terrazzo privato che fa da soffitto a posti auto e cantine del palazzo.

Salve a tutti, avrei bisogno di un consiglio!

Alcuni anni fa ho acquistato un appartamento in un condominio.

Nel rogito si dice che acquisto la proprietà dell'appartamento e che nel palazzo ci sono due ingressi.

Effettivamente, sono presenti due ingressi: uno principale ed un altro in cui vi è una basculante, attraverso cui è possibile accedere ad alcuni posti auto coperti e ad una serie di piccole cantine di proprietà di alcuni condomini. Da li, tramite una serie di scale si arriva al pian terreno del palazzo in cui vi è anche l'entrata principale dello stesso.

Io non posseggo né il posto auto né una piccola cantina nell'area sopra descritta. Posso solo utilizzare quell'entrata per arrivare nella mia abitazione. Io passo ed utilizzo l'entrata posteriore per entrare nella mia abitazione qualche volta perché alcune volte mi fa comodo parcheggiare la macchina da quel lato del palazzo.

Tempo fa è stato necessario eseguire dei lavori di manutenzione di un terrazzo, di proprietà esclusiva di un condomino, presente al piano terra, per alcune infiltrazioni di acqua che provenivano da tale terrazzo in caso di pioggia e che finivano per danneggiare i posti auto e le piccole cantine sottostanti. Tale terrazzo, quindi, costituisce il soffitto dei posti auto coperti e delle piccole cantine che si trovano nel condominio.

 

Detto ciò vorrei sapere se è corretto ripartire le spese di manutenzione del terrazzo nel seguente modo:

 

1/3 è stato imputato al proprietario del terrazzo.

2/3 a carico dell'intero condominio con divisione delle spese secondo le tabelle millesimali.

 

Io ho delle perplessità relativamente all'imputazione dei 2/3 a carico dell'intero condominio. In particolare, a detta dell'amministratore, per chi, come me, non ha proprietà in quei locali si configura una servitù di passaggio nell'entrata secondaria.

 

Secondo l'art. 1027 c.c. : La servitù prediale consiste nel peso imposto sopra un fondo per l'utilità di un altro fondo appartenente a diverso proprietario.

 

Leggendo tale articolo, mi sembra proprio che si tratti del mio caso. Ma proprio perché io passo su un fondo di proprietà altrui ,non dovrei pagare i lavori che interessano tale area, non essendo io proprietario.

 

Secondo gli altri condomini, invece, dovrei comunque pagare perché io posso far uso di tale proprietà, potendoci passare.

 

In particolare, secondo gli altri condomini io devo pagare la mia quota perché vi è un'area che non è proprietà esclusiva di nessuno, cioè l'area che non è adibita né a posto auto né a piccola cantina e che io utilizzo per passare in quell'area.

 

Alla fine, tutta l'intera area, di proprietà esclusiva e non, è stata considerata come se fosse interamente di proprietà comune, visto che si è deciso di far pagare i 2/3 all'intero condominio non considerando il fatto che in quell'area, in realtà, insistono delle proprietà private.

 

Vorrei capire se sia più giusto :

 

- Imputare i restanti 2/3 della spesa a carico dell'intero condominio solo per la spesa che risulta attribuibile all'area che non è di proprietà esclusiva di nessuno, facendo pagare il resto della spesa ai condomini che hanno come copertura il terrazzo in cui è stato necessario intervenire per infiltrazioni di acqua.

 

- Imputare i restanti 2/3 della spesa solo a chi ha delle proprietà in tale area, e considerare l'area che non è di proprietà esclusiva di nessuno come spazio di manovra dei posti auto coperti che si trovano in tale area. Considerato, soprattutto, che si tratta di un'area molto esigua, tanto che si riesce a parcheggiare in tali posti auto coperti facendo svariate manovre.

 

Grazie!

×