Vai al contenuto
frajacko

Ripartizione spese di adeguamento autorimessa per ottenimento CPI

Un'autorimessa consta di nr. 32 box e relativa corsia ed è sottostante un corpo di fabbrica in cui insistono nr. 4 scale composte ognuna da 8 alloggi.

Per mettere a norma l'autorimessa e ottenere quindi il rilascio del CPI da parte degli organi competenti occorrerà realizzare delle aperture di aereazione intervenendo su un lato dell'edificio in una parete in cemento dell'autorimessa che costituisce uno dei quattro muri maestri perimetrali, dell'edificio stesso.

 

Inoltre si dovrà adeguare l'impianto elettrico a servizio della sola corsia box nonchè delle 32 unità allocate nel piano seminterrato e costituenti l'autorimessa in questione.

 

Ci sarà inoltre da sopportare le spese di progttazione, di direzione lavori, amministrative etc.

 

Sulle stesse spese si potrà beneficiare fino a quando delle detrazioni fiscali ed in quale misura?

Come vanno ripartite le seguenti spese:

- Progettazione, tecniche, amministrative e simili?

- Adeguamento impianto elettrico?

- Opere edili per modifica strutturale dell'edificio carente nell'autorimessa della prescritta superficie di aereazione?

 

Vi ringrazio e resto in attesa dei vostri pareri a riguardo.

Per millesimi di proprietà

Non vorrei sbagliare ma l'orientamento è che le spese vadano ripartite con l'applicazione del 2^ comma dell'art.1123 ( quindi solo tra i poprietari dei box ed in base alla tabella "box")

Cassazione n.7077 del 22/6/1995)

Certo era sottinteso "per millesimi di proprietà delle unità che se ne servano" cosi sono piu preciso, quindi vada per tabella box

Non vorrei sbagliare ma l'orientamento è che le spese vadano ripartite con l'applicazione del 2^ comma dell'art.1123 ( quindi solo tra i poprietari dei box ed in base alla tabella "box")

Cassazione n.7077 del 22/6/1995)

Art. 1123cc comma III ---->condominio parziale costituito dai proprietari dei box.

 

Il comma secondo si utilizza solo per le spese di godimento laddove esse siano confutabilmente desumibili vedi consumi acqua da contatore,consumi energia da sottocontatore.

Chiaramente questo deriva da analisi di studio ed interpretazione della norma e non è così di immediata comprensione.

 

- - - Aggiornato - - -

 

Qualcun'altro che voglia dire la sua?

Non esistono alternative,millesimi di proprietà fra i soli proprietari del condominio parziale "box" ART.1123 III comma.

Comma 1Le spese necessarie per la conservazione e per il godimento delle parti comuni dell'edificio [11171122], per la prestazione dei servizi nell'interesse comune e per leinnovazioni deliberate dalla maggioranza sono sostenute dai condomini in misura proporzionale al valore della proprietà di ciascuno [1118 2; disp. att. 68], salvo diversa convenzione (1)(2)

Comma 2 Se si tratta di cose destinate a servire i condomini in misura diversa, le spese sono ripartite in proporzione dell'uso che ciascuno può farne.

Comma 3 Qualora un edificio abbia più scale, cortili, lastrici solari, opere o impianti destinati a servire una parte dell'intero fabbricato, le spese relative alla loro manutenzione sono a carico del gruppo di condomini che ne trae utilità [11241126disp. att. 63].

sono d'accordo ed è la giusta ripartizione come stabilisce il codice civile

 

- - - Aggiornato - - -

 

sono i proprietari dei box che devono provvedere alla spesa relativa ai lavori che vengono effettuati nei propri box e l'art. 1123 comma 2 è abbastanza esaustivo oltre alla sentenza della Cassazione.

×